comunicati stampa

Banca d'Italia

Banca Ubae sottoposta a gestione provvisoria

In relazione all’evoluzione della crisi libica, in linea con la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU del 26 febbraio 2011, il Consiglio UE ha disposto, con i regolamenti n. 204/2011 e n. 233/2011, misure di congelamento, in data 11 marzo 2011, nei confronti, tra gli altri, della Banca Centrale Libica (BCL) e della Libyan Foreign Bank (LFB).

Tali soggetti risultano controllanti e principali finanziatori di Banca UBAE Spa di Roma.

In relazione a ciò, la Banca d’Italia, con provvedimento del 12 marzo 2010, assunto in via di urgenza, ha disposto la sospensione degli organi con funzioni di amministrazione e di controllo di Banca UBAE e la sottoposizione della stessa alla gestione provvisoria, ai sensi dell’art. 76 del d.lgs. 385/93 (TUB). Sono stati nominati commissari il dott. Vincenzo Cantarella e il dott. Maurizio Losavio, che si sono insediati in data 14.3.2011.

La gestione della banca è affidata agli organi straordinari, che operano sotto la supervisione della Banca d’Italia, tenendo conto delle indicazioni del Comitato di Sicurezza Finanziaria.

Il provvedimento è volto a presidiare la gestione di Banca UBAE, con specifico riguardo all’esigenza di assicurare il rispetto delle misure internazionali; la banca prosegue regolarmente la propria attività.
Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Sala stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.
  • Se il petrolio scende sotto i 30 dollari

    Il prezzo del greggio ha perso il 50% da fine giugno. Un calo tanto repentino non può che avere un impatto sull’intera economia, e anche sugli investimenti: favorendo alcuni settori a...

  • Il Forex: vantaggi, trappole e segreti

    Ecco come ha funzionato per decenni il più grande mercato mondiale, quello delle valute. Cresciuto con l’evoluzione dei Paesi orientali e il crollo del regime sovietico

  • Investire in Bond senza cedola

    Tra le obbligazioni che non distribuiscono periodicamente gli interessi, le più diffuse sono le “zero coupon”. Ecco come si forma il prezzo e si determina il rendimento

  • Cambiamenti climatici e nuovi rischi

    Siccità e alluvioni, eventi meteorologici estremi, mutazioni nelle catene alimentari e diffusione di nuove malattie, milioni di profughi del clima… Sempre più spesso ci si trova a fare i conti con...

  • Premium brand, i nuovi consumi

    Prodotti e servizi di alta qualità sono un mercato in crescita, favoriti da fattori tecnologici, culturali ed economici. E per le migliori società del settore si prospetta un futuro...

fidelity education
aberdeen education
euro tlx tutorial
unipol eos education