NEWS in primo piano

In Italia 600mila disoccupati in più

E’ il dato con cui potrebbe chiudersi il 2012. Occupazione mai così male da 20 anni. In ottobre il tasso dei senza lavoro tra i 15e i 24 anni è salito al 36,5%

Con l’aggiornamento dei dati del terzo trimestre di quest’anno, il numero delle persone senza lavoro è schizzato ai massimi dall'ultimo trimestre del 1992, portandosi a 2,870 milioni. Tra luglio e settembre scorsi, infatti, i disoccupati sono cresciuti del 30,6 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ovvero di 581mila unità. E alle statistiche della chiusura dell’anno mancano ancora tre mesi che potrebbero rivelarsi anche peggiori.
In Italia nel 2012, sostengono gli analisti, il tasso di disoccupazione medio annuo dovrebbe attestarsi al 10,5-10,6 per cento dall'8,4 registrato nel 2011.

Guardando ai dati mensili, a ottobre il tasso di disoccupazione è salito all'11,1 per cento dal 10,8 di settembre. Una percentuale che rappresenta il record dall'inizio della pubblicazione delle serie mensili Istat nel 2004.

Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni, ovvero l'incidenza dei giovani disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, a ottobre è salito al 36,5 per cento, in aumento di 0,6 punti percentuali rispetto a settembre e di 5,8 punti rispetto a ottobre 2011.
Per la disoccupazione, le prospettive per l'anno prossimo restano scoraggianti, e per vedere una discesa consistente bisognerà aspettare il 2014.