• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
I grandi temi
Maurizio Hazan
Studio Legale Taurini & Hazan
Punto di vista
Convegno GAM
"Investire nel futuro"
3 domande a
Alessandro Scorsone
Kruk Italia
L'analisi
Carlo Balzarini
BlackRock

Titoli più scambiati

Descrizione Valuta Chiusura
DB ZC 15OT26ITL81.5400
DB ZC 20GE32ITL67.2000
EBRD ZC CALL 04FB48ITL28.8400
IBRD 4% 16AG18MXN96.9500
UCG TV CALL SUB 03MG25EUR99.0200
IBRD ZC 19ST22MXN71.8700
UCG-FIX FLOAT 30GN23EUR98.8500
UCG 5.65% 24LG18EUR105.7300
BEI 8.125% 21DC26ZAR98.0800
TELECOM ITALIA 5.25% 17MZ55EUR115.4400

L'indice Ftse Mib cede l'1,18%. In rosso Fca e Mediobanca, in contro tendenza Leonardo

Chiusura pesante per la Borsa di Milano, che archivia un ribasso dell'1,18% con l'indice Ftse Mib. Analogo il calo segnato da Francoforte (-1.20%), mentre Parigi cede poco meno dell'1%. Limita le perdite Londra, a -0,38%, mentre New York viaggia con i principali indici in lieve ribasso.

In rialzo lo spread, a 197,6 punti base, dopo aver superato quota 200 nel corso della giornata. L'euro si mantiene sotto quota 1,06 dollari (1,058), mentre il petrolio flette a New York.

Tra i maggiori titoli di piazza Affari, pesante Saipem, che ha ceduto il 6,8% dopo i conti 2016, chiusi con un rosso di 2 miliardi.

Male poi i bancari, nonostante il successo dell'aumento di capitale di Unicredit, che pure ha perso oggi il 2,25%. Peggio hanno fatto Banco Bpm (-6,65%), Mediobanca (-2,81%), Ubi Banca (-2,48%) e Intesa Sanpaolo (-2,26%). In rosso anche Mediolanum (-2,5%).

Tra i pochi rialzi, spicca quello di Leonardo, salita del 3,81%. Il gruppo ha chiuso il 2016 con circa 12 miliardi di ricavi, in flessione dell’8% rispetto all’anno precedente, ma un utile netto di oltre 500 milioni, più che raddoppiato rispetto al 2015.