Sorgenia e Acotel Net - business unit della holding romana focalizzata sull’IoT – hanno siglato un accordo di collaborazione per offrire ai clienti business dell’operatore energetico un dispositivo di smart metering evoluto. My Next Meter consente, infatti, di monitorare i propri consumi e di intervenire per ridurre i costi della propria bolletta sino a un risparmio del 20% sul totale annuo.

Grazie al dispositivo, i clienti di Sorgenia possono acquisire i propri dati di consumo direttamente dal contatore e, attraverso la piattaforma collegata, li possono analizzare così da identificare in che modo intervenire per farli diminuire. Un sistema di notifiche, inoltre, avvisa i clienti in caso di anomalie, consumi elevati o assenza di consumi.

La soluzione messa a punto da Sorgenia promuove un uso consapevole dell’energia e aiuterà le piccole e medie imprese a ridurne gli sprechi. La piattaforma cloud che completa il servizio proposto consente di aggregare e comparare i dati in funzione delle esigenze del cliente e di elaborare utili approfondimenti sulle performance energetiche della propria attività.

“Sostenibilità, efficienza energetica e innovazione sono le parole chiave che guidano il nostro operato – ha commentato Simone Lo Nostro, Direttore Mercato & Ict di Sorgenia. My Next Meter va esattamente in questa direzione e affianca i servizi e gli strumenti che abbiamo iniziato ad offrire agli imprenditori per rendere la loro attività sempre efficace ed efficiente in una logica di forte digitalizzazione”.

“Attraverso il nostro dispositivo di smart metering, la relativa misurazione e il controllo, elementi cardini dell’avvento dell’IoT, il cliente finale è egli stesso, in prima persona, un elemento chiave di efficienza e di gestione della propria energia in modo davvero più smart” commenta Davide Carnevale, Direttore Marketing di Acotel Net. “Grazie al nostro servizio (fruibile da app con smartphone Android e iOS e da web con PC e tablet, ndr) è possibile programmare e gestire a distanza il monitoraggio dei propri consumi. E’ questo che ha permesso oggi, grazie alla misurazione dei big data ad esso associati, con l’Internet of Things, di stimare il fabbisogno energetico e di equilibrare, di conseguenza, domanda e offerta”.


Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.