Coinvolti, tra gli altri, progetti dell’Unicef, di San Patrignano e di Casa Oz

Investimenti Sostenibili, il fondo a impatto di Sella Gestioni Sgr, società di risparmio gestito del Gruppo Banca Sella, devolve quasi 240.000 euro nel 2017 a sostegno di quindici progetti di solidarietà in Italia e all’estero. Il fondo, che ogni anno destina lo 0,5% del patrimonio della classe A ad iniziative benefiche, dal 1999 ad oggi ha devoluto un importo complessivo di oltre 1,7 milioni di euro.

Nel 2017 le devoluzioni hanno interessato un totale di quindici progetti benefici, di cui dieci in Italia e cinque all’estero, che hanno interessato l’Uganda, la Romania, il Senegal e il Bangladesh. Nella scelta dei progetti da sostenere, Sella Gestioni presta particolare attenzione ai report e ai documenti forniti dalle associazioni, di modo da poter verificare l’effettiva bontà dei progetti sostenuti.

Questi i progetti selezionati nel 2017 dal fondo Investimenti Sostenibili:

  • Unicef: viene sostenuto il progetto “Giovani imprenditrici in Bangladesh” che si occupa di finanziare ragazze adolescenti tra i 15 e i 18 anni per avviare o consolidare piccole attività imprenditoriali, con l’intento di contribuire al cambiamento comportamentale al fine di fermare i matrimoni precoci;
  • San Patrignano: il progetto sostenuto riguarda l’autosufficienza idrica in agricoltura. Un intervento per il recupero irriguo a servizio delle coltivazioni di vitigni e uliveti di proprietà della Cooperativa per il reinserimento sociale e lavorativo delle persone che hanno ultimato il percorso riabilitativo dalla tossicodipendenza nella Comunità San Patrignano;
  • Associazione CasaOz Onlus: l’associazione nasce a Torino per creare un luogo in cui i bambini malati e le loro famiglie possano trovare accoglienza, sostegno e superare la solitudine generata dalla malattia. I fondi devoluti verranno impiegati per realizzare i laboratori ludico – educativi che aiutano piccoli, grandi e la famiglia nel suo complesso, a (ri)stabilire le relazioni con il mondo intorno a sé, grazie alla sperimentazione di varie discipline, artistiche, espressive, sportive, o culinarie;
  • Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus: nata nel 1993, ha come scopo il sostegno e l’assistenza del St. Mary’s Hospital Lacor, situato nel nord dell’Uganda. L’obiettivo è quello di avere un ospedale accessibile a tutti, garantendo le migliori cure possibili al maggior numero di persone, in particolare a quelle più indigenti;
  • Ingegneria Senza Frontiere: “Takku Bey, coltiviamo insieme” è un progetto di autosostentamento per le donne di alcuni villaggi rurali in Senegal, realizzato tramite l’allestimento di un centro multifunzionale per la conservazione, la trasformazione e la commercializzazione di prodotti agroalimentari;
  • - Arcobaleno ponte per l’Africa: l’associazione lavora da alcuni anni ad un progetto di sviluppo nel villaggio di Ndindi regione di Diourbel, una delle più povere del Senegal. Il progetto a cui vanno le devoluzioni si occupa di realizzare in Senegal una unità di produzione di olio e burro di arachidi, alimenti base contro la malnutrizione infantile. Oltre a sviluppare il prodotto locale con il suo valore commerciale, questo progetto vuole incrementare la capacità di automantenersi e quindi di svincolare la popolazione locale dagli aiuti esterni, responsabilizzandola;
  • Fondazione Hopen Onlus: la Fondazione, fondata da medici, liberi professionisti, docenti universitari e imprenditori, si occupa di sostenere i bambini e i giovani adulti affetti da malattie genetiche rare e promuove iniziative in risposta ai bisogni di queste persone, con specifico riferimento alle malattie cosiddette "senza nome". Il progetto sostenuto si occupa di inserire in contesti lavorativi persone con disabilità intellettive;
  • Susan G. Komen Italia: l’organizzazione senza scopo di lucro, basata sul volontariato, opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno ed è la prima affiliata europea della “Susan G. Komen for the Cure” di Dallas, la più grande istituzione internazionale impegnata da oltre 30 anni in questo campo. Il progetto sostenuto per la prevenzione dei tumori al seno prevede la realizzazione di otto giornate presso strutture di accoglienza per donne socialmente svantaggiate, centri di ospitalità per suore missionarie e case circondariali femminili.
  • Associazione “Una breccia nel muro”: l’associazione romana si occupa di prendersi cura dei bambini autistici dai 18 mesi ai 12 anni, mediante percorsi cognitivo-comportamentali, personalizzati e intensivi, ne sostiene le famiglie e forma i terapisti. Nello specifico, il progetto sostenuto si occuperà di erogare un trattamento cognitivo-comportamentale intensivo per la durata di un anno a bambini fra i 2 e i 6 anni di età affetti da sindrome dello spettro autistico, appartenenti a famiglie in situazioni di svantaggio economico e/o culturale;
  • Associazione Bianca Garavaglia: l’associazione varesina, nata nel 1987, si occupa di promuovere studi scientifici e cure mediche nel campo dei tumori dell’età pediatrica. Il progetto sostenuto si occupa delle creazione di un centro per la cura del retino blastoma, una delle forme tumorali più comuni in età infantile, e del melanoma uveale in Lombardia con la collaborazione dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, servizio attualmente presente solo a Losanna, in Svizzera;
  • Gruppi di Volontariato Vincenziano AIC: il progetto dell’associazione sostenuto si occupa di ristrutturare la Casa di Accoglienza di ospitalità di Milano, dedicata a persone in mobilità sanitaria con particolare attenzione alle donne e alle persone bisognose, per offrire un contesto familiare accogliente e meglio strutturato;
  • Associazione San Giuseppe Aosta Onlus: il progetto “Un futuro per i ragazzi di Casa Speranza” sostiene il centro di accoglienza “Casa Sperantei” di Campina in Romania, un luogo dedicato alla prima accoglienza per i bambini abbandonati e per le ragazze madri in situazioni di difficoltà;
  • AIL Biella Fondazione Clelio Angelino: il progetto sostenuto dalla fondazione biellese che rappresenta l'Associazione piemontese contro le Leucemie e l'AIL nazionale nella provincia di Biella, è quello per l’assistenza domiciliare per i pazienti onco-ematologici;
  • ANGSA Biella Onlus: il progetto è dedicato alla Casa per l’autismo che si occupa del sostegno ai ragazzi con disabilità e alle loro famiglie con particolare attenzione a servizi educativi aggiornati, professionali e avanzati;
  • Fondazione Berionne: la Fondazione, nata nel 2001 con sede a Roma, persegue come finalità istituzionale quella di sviluppare progetti ed iniziative culturali e scientifiche, soprattutto in campo economico e bancario. Sella Gestioni sostiene un bando a sostegno di tesi di laurea nelle università romane su temi collegati alla sostenibilità ambientale: dalla protezione dell'ambiente alla microfinanza, dallo sfruttamento delle risorse alla misurazione statistica del benessere.


Investimenti Sostenibili è il primo fondo comune in Italia caratterizzato da una politica di investimento ad impatto che coniuga l’obiettivo di un ritorno finanziario alla volontà di contribuire concretamente alla creazione di valore ambientale e sociale. Dall’investimento sono esclusi strumenti finanziari emessi da società che hanno un impatto negativo sull’ambiente e sulla società, o da Stati nei quali non vi è il rispetto dei diritti umani e delle libertà individuali, e selezionati strumenti, società e progetti in grado di combinare rendimenti finanziari con un impatto ambientale e sociale positivo e misurabile.