Passa in negativo il merito di credito del produttore tedesco dopo la truffa sulle emissioni dei motori. L’agenzia potrebbe diminuire anche il rating a lungo termine

Il downgrade era nell’aria e poco fa è diventato realtà. L’agenzia internazionale Standard&Poor’s ha cambiato il merito di credito di Volkswagen a ‘negativo’ dopo che la casa automobilistica tedesca ha ammesso di aver alterato i test sulle emissioni dei motori diesel negli Usa.

Mentre lo scandalo mette in pericolo anche altre case e tutto il comparto dell’auto, Standard&Poor’s fa sapere che potrebbe abbassare anche il rating a lungo termine di uno o più ‘notch’ (gradi), a seconda dell'impatto finanziario che lo scandalo produrrà sul gruppo.
L’agenzia ritiene infatti che Volkswagen incorrerà in multe e dovrà sostenere dei costi per risolvere la questione.
Attualmente il titolo della casa di Wolfsburg ha rating a lungo e breve termine 'A/A-1' su creditwatch con implicazioni negative.

Un altro duro colpo all’azienda tedesca era arrivato ieri, sul versante della sostenibilità. Vigeo, agenzia europea specializzata nell’analisi di sostenibilità delle imprese, ha annunciato un drastico taglio nel rating di Volkswagen: da 48/100 a 30/100, vista la gravità dei fatti in cui la casa tedesca è coinvolta.