Natixis gestisce l’emissione del più grande bond sociale al mondo per Unédic a supporto dei lavoratori colpiti da Covid-19 in Francia

-

Natixis è stato sole structuring agent e bookrunner per l’emissione inaugurale di obbligazioni sociali di Unédic. L’emissione rappresenta il più grande bond sociale mai emesso al mondo per qualsiasi tipo di emittente.

L’emissione da 4 miliardi di euro, con scadenza novembre 2026, ha suscitato grande interesse da parte degli investitori. Il portafoglio ordini ha raggiunto i 7,75 miliardi euro (escluse le quote dei bookrunner), rappresentando il volume più elevato di ordini mai generato da un bond Unédic.

Questo bond inaugurale è stato emesso in un contesto caratterizzato dall’attuale crisi sanitaria e una crisi economica senza precedenti. I proventi verranno principalmente utilizzati per finanziare le misure di risposta alle crisi introdotte da Unédic, l’organo di gestione dell’assicurazione contro la disoccupazione in Francia. Da un lato si estenderanno i programmi standard di assicurazione contro la disoccupazione e, dall’altro, si attuerà un eccezionale regime di retribuzione del lavoro che prevede un lavoro part-time agevolato per oltre 12 milioni di dipendenti del settore privato. Complessivamente oltre 15 milioni di persone sono supportate direttamente da Unédic. Questi programmi di dimensioni senza precedenti aiuteranno a salvaguardare posti di lavoro e reddito per oltre la metà di tutti i dipendenti del settore privato francese e a proteggere coloro che sono stati colpiti da un contesto economico estremamente difficile.

Il quadro obbligazionario è conforme ai principi Social Bond dell’ICMA (International Capital Market Association) e copre i principali programmi finanziati da Unédic, adempiendo al suo duplice ruolo, cioè fornire protezione socio-economica contro le fluttuazioni del mercato del lavoro e sostenere i dipendenti francesi a tornare sul mercato del lavoro.

Jun Dumolard, CFO, Unédic dichiara: “Oltre alle misure di emergenza introdotte, come il regime di retribuzione che prevede un lavoro part-time agevolato, Unédic offre anche indennità e benefici per sostituire il reddito perso, nonché programmi di riqualificazione professionale e sostegno nell’acquisizione di un’impresa, attraverso l’assistenza nel conseguimento di nuove qualifiche. Fornisce inoltre un contributo finanziario a sostegno delle attività dell’agenzia francese di ricerca del lavoro Pôle Emploi”.

Queste obbligazioni sociali dimostrano formalmente il contributo di Unédic alla tabella di marcia dello Stato francese sull’attuazione dell’agenda 2030 e affronta le crescenti aspettative degli investitori sulla lotta alla povertà, fornendo le competenze tecniche e professionali necessarie per un lavoro dignitoso e riducendo le disuguaglianze.

Jun Dumolard aggiuge: “L’impegno di Unédic nel mercato delle obbligazioni sociali è un’estensione logica del nostro lavoro e delle nostre priorità di gestione, offrendo un controllo perfetto e la massima trasparenza finanziaria per tutti i nostri beneficiari diretti e indiretti: aziende, dipendenti e persone in cerca di lavoro. Attraverso le nostre scelte, siamo stati in grado di dimostrare che l’innovazione è possibile anche di fronte a una grande urgenza e siamo pienamente mobilitati per mantenere la nostra promessa ai nostri investitori di avere un impatto e dimostrare il ruolo di ammortizzatori sociali ed economici svolto dai sistemi finanziati attraverso i fondi raccolti.”

Questa emissione di obbligazioni sociali segue la strutturazione da parte di Natixis di offerte obbligazionarie sostenibili per il Groupe Caisse des Dépôts, Action Logement e il governo del Messico, e dimostra ulteriormente l’esperienza nelle obbligazioni sociali di Natixis Green & Sustainable Hub per gli emittenti del settore pubblico.

“Siamo stati onorati di supportare Unédic in questo processo di strutturazione” afferma Orith Azoulay, responsabile globale di Green & Sustainable Finance, Corporate & Investment Banking presso Natixis. “Unédic è un attore sociale puro, e questo ruolo si riflette nei suoi programmi, e i programmi di Pôle Emploi, attingendo ad una cultura di valorizzazione e protezione del lavoro sostengono i lavoratori a raggiungere un’occupazione sostenibile. La comunità finanziaria sarà in grado di valutare più facilmente l’impatto sociale dei suoi programmi, in particolare in termini di giustizia sociale e ridistribuzione. Non sorprende che l’emissione inaugurale di obbligazioni sociali di Unédic includa le misure di emergenza introdotte in risposta alla crisi di Covid-19 “.