BinckBank porta in Italia i micro-futures USA

-

Disponibili nella piattaforma Binck i micro E-mini futures sugli indici S&P 500, Nasdaq-100, Dow Jones Industrial Average e Russell 2000

Binck Italia annuncia l’avvio dell’operatività sui nuovi micro E-mini Futures quotati sul mercato CME (Chicago Mercantile Exchange). A soli pochi giorni dal loro lancio, la piattaforma Binck mette infatti a disposizione dei suoi clienti la possibilità di scambiare i nuovi contratti micro E-mini futures sugli indici S&P 500, Nasdaq-100, Dow Jones Industrial Average e Russell 2000.

Gli strumenti Micro E-mini futures, disponibili nei mercati internazionali a partire dai primi di maggio, con un valore pari a un decimo di quello dei tradizionali contratti E-mini, permettono a tutti i trader di accedere – in maniera semplice e veloce – ai mercati equity index futures, a una frazione dell’investimento iniziale e con margini inferiori. Il tutto mantenendo i vantaggi già propri degli E-mini futures, ovvero una negoziazione 24 ore su 24, maggiore volatilità ed elevata liquidità, caratteristiche che nel complesso rendono questi certificati lo strumento ideale per i trader più attivi.

I risultati registrati già nei primi giorni di scambio dei micro E-mini futures hanno confermato l’elevato interesse verso questo tipo di strumenti. Nella prima settimana di trading, secondo dati CME, il volume di scambio fatto registrare complessivamente sul mercato di riferimento ha infatti superato i 2,6 milioni di contratti totali nei quattro indici, con un volume medio giornaliero di 521.000 contratti.

Le negoziazioni sono state intense a livello globale, con il 24% del volume complessivo proveniente da paesi al di fuori degli Stati Uniti, sia asiatici che europei. Gli operatori stanno infatti sfruttando la liquidità venutasi a creare per gestire il rischio di portafoglio o per impostare strategie direzionali sul mercato.

Simone Vallino, responsabile dello sviluppo prodotti di BinckBank, commenta: “BinckBank da sempre si contraddistingue per il time to market dei nuovi prodotti offerti dai mercati internazionali. In Italia i nostri clienti sono particolarmente attratti dall’operatività sui futures e da subito hanno manifestato il loro interesse verso questi nuovi strumenti. Proprio per andare incontro alle loro esigenze abbiamo cercato di essere tempestivi, risultando tra i primi a offrire questo tipo di servizio”.