Click to listen highlighted text!

NEWS: Now, it's possible to listen the content clicking on the "audio" icon

Click to reach LMF La mia finanza web site
  • Positive reforms in China

    Positive reforms in China

    Despite ongoing concerns about China’s economy and debt levels, M&G is becoming more optimistic about China amid signs that the +
  • Asia’s new era of sustainable growth

    Asia’s new era of sustainable growth

    As the 2018 Chinese New Year celebrations begin on 16 February and the Winter Olympics are under way in South +
  • Jay Powell, the US economy’s new leader

    Jay Powell, the US economy’s new leader

    The stockmarkets took a real rollercoaster ride the week of February 5, with the Dow Jones plummeting more than 1,100 +
  • Enhancing the performance of alternatives with gold

    Enhancing the performance of alternatives with gold

    In recent years, buy-and-hold investors such as pension funds, endowments, insurance companies, and sovereign wealth funds (SWFs) have gradually increased +
  • Absence (of market volatility) made the heart grow fonder

    Absence (of market volatility) made the heart grow fonder

    Investors are fearful that inflation will rise faster than expected due to the impact of a weak dollar on import +
  • Latin America 2018: a dual narrative of short-term political uncertainty and ongoing economic recovery

    Latin America 2018: a dual narrative of short-term political uncertainty and ongoing economic recovery

    2018 is set to be an eventful year for Latin America. The region is facing a full calendar of political +
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Most traded bonds

Name Currency Close
UCG TV CALL SUB 03MG25EUR101.9800
BANCO BPM - FIX FLOAT CAP 29GE21EUR97.0200
UCG-FIX FLOAT 30GN23EUR100.3600
PORTUGAL TELECOM INT FIN 5% 04NV19EUR35.3600
BTP 3.75% 01AG21EUR111.7060
TELECOM ITALIA 5.25% 17MZ55EUR117.7300
ISP-TV SUB 30GN22EUR104.0300
OBLIGACIONES 6% 31GE29EUR144.4700
BTP 4.25% 01FB19EUR104.3960
UCG-FIX FLOAT 31AG24EUR99.9400

  Click to listen highlighted text! L’indice Ftse Mib accentua il ribasso e cede circa il 2%. Pesanti Banco Popolare, Bpm e Ubi. In rosso anche Mediaset Piazza Affari sembra intenzionata a rimangiarsi i guadagni di ieri: a metà mattina l’indice Ftse Mib, partito già male, ha ampliato le perdite e cede poco meno del 2%. Deboli anche le altre borse europee, con cali tuttavia più contenuti. Ad appesantire il listino milanese sono ancora una volta le banche, a cominciare da Banco Popolare, che cede quasi l’8% dopo essere passato in asta di volatilità. Il Cda di ieri ha approvato i conti del primo trimestre, sui quali si fanno sentire le forti rettifiche straordinarie adottate in seguito alle indicazioni della Bce in funzione del progetto di fusione con la Popolare di Milano. Anche la banca milanese è in deciso ribasso (meno 5,8%), sebbene i suoi conti siano stati migliori delle aspettative. Nel comparto, giù anche Ubi e Banca Mps, con cali superiori ai quattro punti percentuali. Le vendite colpiscono poi Mediaset (meno 4,8%); dopo la chiusura della borsa il gruppo ha comunicato i risultati del primo trimestre, che presentano un rosso di 18 milioni di euro a causa di perdite superiori alle stime da Mediaset Premium. In decisa controtendenza Moncler, su del 3,6%; nel primo trimestre il gruppo ha sorpreso grazie a un forte aumento delle vendite. In buon rialzo anche Leonardo Finmeccanica e Cnh Industrial. Sul mercato obbligazionario, lo spread Btp-Bund è stabile a 138 punti base, in linea con la chiusura di ieri, in attesa della prima delle aste di metà mese, nella quale il Tesoro offrirà Bot a 12 mesi per un importo di 6,5 miliardi.

L’indice Ftse Mib accentua il ribasso e cede circa il 2%. Pesanti Banco Popolare, Bpm e Ubi. In rosso anche Mediaset

Piazza Affari sembra intenzionata a rimangiarsi i guadagni di ieri: a metà mattina l’indice Ftse Mib, partito già male, ha ampliato le perdite e cede poco meno del 2%. Deboli anche le altre borse europee, con cali tuttavia più contenuti.

Ad appesantire il listino milanese sono ancora una volta le banche, a cominciare da Banco Popolare, che cede quasi l’8% dopo essere passato in asta di volatilità. Il Cda di ieri ha approvato i conti del primo trimestre, sui quali si fanno sentire le forti rettifiche straordinarie adottate in seguito alle indicazioni della Bce in funzione del progetto di fusione con la Popolare di Milano. Anche la banca milanese è in deciso ribasso (meno 5,8%), sebbene i suoi conti siano stati migliori delle aspettative.

Nel comparto, giù anche Ubi e Banca Mps, con cali superiori ai quattro punti percentuali.

Le vendite colpiscono poi Mediaset (meno 4,8%); dopo la chiusura della borsa il gruppo ha comunicato i risultati del primo trimestre, che presentano un rosso di 18 milioni di euro a causa di perdite superiori alle stime da Mediaset Premium.

In decisa controtendenza Moncler, su del 3,6%; nel primo trimestre il gruppo ha sorpreso grazie a un forte aumento delle vendite.

In buon rialzo anche Leonardo Finmeccanica e Cnh Industrial.

Sul mercato obbligazionario, lo spread Btp-Bund è stabile a 138 punti base, in linea con la chiusura di ieri, in attesa della prima delle aste di metà mese, nella quale il Tesoro offrirà Bot a 12 mesi per un importo di 6,5 miliardi.

Click to listen highlighted text!