Click to listen highlighted text!

Click to reach LMF La mia finanza web site

  • Are share buybacks a key factor in the continued rise in US equities?

    Are share buybacks a key factor in the continued rise in US equities?

    Share buybacks are one of this year’s red hot topics in the US and regularly hit the headlines, amid claims Read More
  • Trump and the Federal Reserve

    Trump and the Federal Reserve

    Donald Trump hit out again recently at the Federal Reserve for its monetary policy management, taking it to task for Read More
  • Three points on Italy, its budget and the European Commission

    Three points on Italy, its budget and the European Commission

    The European Commission has just told Italy to revise its 2019 budget plan: the deficit does not look excessive (2.4%), Read More
  • 10 Thoughts on the October 10 Market Selloff

    10 Thoughts on the October 10 Market Selloff

    On October 10, global equity markets tumbled, led by the US, with the S&P 500 Index declining -3.3%. The VIX Read More
  • French public debt stands at 100% of GDP

    French public debt stands at close to 100% of GDP, but is this really a cause for concern? Read More
  • Italy: Growth expectations are too optimistic

    Italy: Growth expectations are too optimistic

    Here is the frightening part of the Italian budget: growth figures. In an interview Giovanni Tria said that growth forecasts Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

  Click to listen highlighted text! Il gruppo Investindustrial, che fa capo ad Andrea Bonomi, si è alleato con Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli. Il prezzo offerto è di 0,70 euro per azione La notizia era nellaria, soprattutto dopo che, questa mattina, Borsa Italiana ha comunicato la sospensione del titolo Rcs MediaGroup dagli scambi. E la conferma è arrivata: Investindustrial, gruppo che fa capo ad Andrea Bonomi, ha raggiunto un accordo con i maggiori soci di Rcs, Diego Della Valle (titolare del 7,32% del capitale), Mediobanca (6,25%), UnipolSai (4,59%) e Pirelli (4,43%) per lanciare unofferta sul gruppo editoriale.   I soci intendono, spiega una nota, sostenere e accelerare il processo di ristrutturazione avviato positivamente dall’attuale management nonché creare un gruppo editoriale multimediale di portata internazionale partendo dalle piattaforme di business esistenti. Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli, che nel complesso controllano il 22,6% del capitale Rcs, si sono impegnati ad apportare le proprie azioni in una società di nuova costituzione, che lancerà un’offerta pubblica di acquisto volontaria sul residuo 77,4% ad un prezzo di 0,70 euro per azione, con un premio del 68,4% rispetto alla quotazione del 7 aprile, alla viglia cioè dell’annuncio dell’Ops di Cairo Communication, e del 17% rispetto alla chiusura di venerdì 13 maggio 2016. La newco, precisa il comunicato, non avrà debiti finanziari e farà fronte all’esborso per l’Opa mediante mezzi propri messi a disposizione da Investindustrial e dai Soci Rcs che a valle dell’operazione possiederanno rispettivamente il 45% e il 55%. Quest’ultima quota sarà detenuta paritariamente in misura del 13,75% dai Soci Rcs. I protagonisti della nuova Opa sono impegnati a dotare NewCo di ulteriori risorse finanziarie per sottoscrivere la quota di propria competenza di eventuali aumenti di capitale di Rcs, di massimi €150 milioni, al fine di consentire la creazione di uno dei principali gruppi multimediali di portata internazionale. Mediobanca è ladvisor finanziario dell’operazione.    

Il gruppo Investindustrial, che fa capo ad Andrea Bonomi, si è alleato con Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli. Il prezzo offerto è di 0,70 euro per azione

La notizia era nell'aria, soprattutto dopo che, questa mattina, Borsa Italiana ha comunicato la sospensione del titolo Rcs MediaGroup dagli scambi. E la conferma è arrivata: Investindustrial, gruppo che fa capo ad Andrea Bonomi, ha raggiunto un accordo con i maggiori soci di Rcs, Diego Della Valle (titolare del 7,32% del capitale), Mediobanca (6,25%), UnipolSai (4,59%) e Pirelli (4,43%) per lanciare un'offerta sul gruppo editoriale.

 

I soci "intendono", spiega una nota, "sostenere e accelerare il processo di ristrutturazione avviato positivamente dall’attuale management nonché creare un gruppo editoriale multimediale di portata internazionale partendo dalle piattaforme di business esistenti".

Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli, che nel complesso controllano il 22,6% del capitale Rcs, si sono impegnati ad apportare le proprie azioni in una società di nuova costituzione, che lancerà un’offerta pubblica di acquisto volontaria sul residuo 77,4% ad un prezzo di 0,70 euro per azione, con un premio del 68,4% rispetto alla quotazione del 7 aprile, alla viglia cioè dell’annuncio dell’Ops di Cairo Communication, e del 17% rispetto alla chiusura di venerdì 13 maggio 2016.

La newco, precisa il comunicato, "non avrà debiti finanziari e farà fronte all’esborso per l’Opa mediante mezzi propri messi a disposizione da Investindustrial e dai Soci Rcs che a valle dell’operazione possiederanno rispettivamente il 45% e il 55%. Quest’ultima quota sarà detenuta paritariamente in misura del 13,75% dai Soci Rcs".

I protagonisti della nuova Opa sono "impegnati a dotare NewCo di ulteriori risorse finanziarie per sottoscrivere la quota di propria competenza di eventuali aumenti di capitale di Rcs, di massimi €150 milioni, al fine di consentire la creazione di uno dei principali gruppi multimediali di portata internazionale.

Mediobanca è l'advisor finanziario dell’operazione.

 

 

Click to listen highlighted text!