Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Un 2017 decisamente positivo per la casa d’aste Christie’s con un aumento del 26% delle vendite globali e un fatturato di 6,6 miliardi di dollari. Le vendite all’asta hanno registrato una crescita del 38%, raggiungendo quota 5,9 miliardi di dollari, mentre le vendite on line hanno toccato 72,4 milioni di dollari, per una crescita dell’8%. Le aste digitali hanno totalizzato 165,6 milioni di sterline.Il 2017 è stato un anno da ricordare per Christie’s sia per la crescita record del 26% che per l’azione decisiva che abbiamo intrapreso per preparare il futuro - ha dichiarato l’amministratore delegato Guilaume Cerutti - Le vendite della primavera sono promettenti, in particolare le aste della collezione Rockefeller a noi affidata”. I nuovi acquirenti della casa d’aste londinese hanno rappresentato il 31% del totale, portando ad un incremento della spesa del 26%. I nuovi buyers hanno preferito le vendite on line ( per il 37% ) e le categorie Luxury ( 28%) e Decorative Arts (18%). Le vendite per opere con un prezzo superiore a 1 milione di sterline sono aumentate del 68% e gli acquirenti in grado di sostenere questo tipo di spesa sono cresciuti del 40% . America e Asia Le vendite realizzate nelle Americhe hanno registrato una crescita del 68%, raggiungendo 2,5 miliardi di sterline, mentre le vendite in Asia hanno totalizzato 582,9 milioni di sterline, l’11% in più rispetto al 2016. Le vendite realizzate in Europa e Medio Oriente sono invece cresciute del 16%, arrivando a toccare 1,5 miliardi di sterline. La spesa dei clienti asiatici ha rappresentato nel 2017 il 31% di quella globale di Christie’s. Il 52% di questa spesa ha riguardato categorie diverse dall’arte asiatica sia nelle vendite on line, in crescita del 23% , che in quelle tradizionali. Gli acquisti che hanno superato il milione di sterline, da parte dei clienti asiatici, hanno visto una crescita nel 2017 del 39%. La sede di Christie’s a New York ha registrato nel 2017 numeri da record: un aumento del 68% delle vendite all’asta a seguito delle vendite straordinarie del “ Salvator Mundi “ di Leonardo da Vinci, scambiato a novembre per 450,3 milioni di dollari, della Fujita Museum Collection, a marzo, per 262,8 milioni di dollari, dell’aggiudicazione delle opere “La musa endormie di Constatint Brancusi, “ Laboureur dans un champ “ di Vincent van Gogh , “Contraste de formes” di Fernand Leger e “ Leda and the Swan “ di Cy Twombly . La spesa dei compratori americani presso Christie’s è salita del 22% rispetto al 2016, rappresentando il 32% della spesa globale. I clienti europei e mediorientali hanno speso il 52% in più rispetto al 2016 da Christie’s, rappresentando il 37% della spesa dei clienti a livello globale. Europa Le vendite all’asta presso la sede di London King Street sono cresciute del 23%, portando il livello della clientela al 33%. Tra le vendite significative avvenute nel 2017 nella sede londinese di Christie’s si segnala l’aggiudicazione record di “Ho?lle der Vo?gel” di Max Beckmann (Birdss Hell) per 36.005.000 di sterline a giugno. Ad ottobre le aste hanno visto l’acquisizione da record dell’opera “Red Skull” di Jean- Michel Basquiat (1982), scambiato per 16.546.250 sterline, mentre levening sale di arte del dopoguerra e contemporanea ha raggiunto 134.076.500 sterline, la cifra piu? alta per una vendita serale nella categoria in Europa. Le vendita dasta a Parigi sono aumentate del 49%. A marzo le opere di Giacometti della collezione Hubert de Givenchy sono state tutte aggiudicate. A ottobre scorso la vendita della collezione dei coniugi Prat ha chiuso con “Jim Crow” di Jean-Michel Basquiat che ha realizzato 15.007.500 euro. A novembre Ginevra ha fatturato 144.007.100 di franchi svizzeri, registrando oltre 4.600 visitatori per i lotti di gioielleria tra cui l«Art of de Grisogono», il piu? grande diamante D-color mai messo allasta, che ha stabilito un nuovo record mondiale con 33.500.000 di franchi, e la settima edizione dellasta di beneficenza “Only Watch “, che ha registrato il 100% di venduto per 10.776.500 franchi. Il web Il web continua a rappresentare il canale d’ingresso più gettonato per i nuovi acquirenti di Christies (37%), con un valore di vendita online di 7.305 di dollari (rispetto a 6.047 di dollari del 2016). Il miglior lotto online per il 2017 e? stato un Rolex Submariner 6538 venduto a 324.500 di dollari a ottobre, mentre il lotto piu? caro venduto tramite Christies LIVETM e? stato “Sans Titre” di Alexander Calder per 1.568.972 di dollari,durante la vendita di Avant-Garde a Parigi ad ottobre. La vendita online piu? cara dellanno e? stata la “First Open Picture” a luglio a New York, che ha totalizzato 3.833.375 di dollari . Il sito Christies.com ha registrato nel 2017 12 milioni di visitatori unici. Linvestimento in Instagram ha portato allaumento del 200% del coinvolgimento con Facebook. Il live stream diretto della vendita del “Salvator Mundi” a New York, a novembre, ha raggiunto oltre 470.000 persone.Settore preferiti La categoria dellarte impressionista e moderna (compresa la Modern British Art, American Paintings e Latin American Paintings) e? aumentata del 53% raggiungendo 1,6 miliardi di dollari. Le vendite di arte asiatica sono aumentate del 50% a 704,6 milioni di sterline. Le vendite di Decorative Arts & Design sono aumentate del 20% a 191,4 milioni di sterline.Le vendite di dipinti antichi, del XIX secolo e di arte russa hanno raggiunto i 547,6 milioni di sterline, in crescita del 137% . Le vendite di lusso (tra cui gioielli, orologi, vino e borse) hanno totalizzato 530 milioni di sterline, in calo del 5%. Le vendite complessive di World Art e Science & Books sono state pari a 123,6 milioni di sterline, in aumento del 3%. A New York a dicembre il telescopio di Albert Einstein, aggiudicato a 432.500 di dollari, ha stabilito il record mondiale dasta per qualsiasi oggetto scientifico di proprieta? di Einstein.

Un 2017 decisamente positivo per la casa d’aste Christie’s con un aumento del 26% delle vendite globali e un fatturato di 6,6 miliardi di dollari.

Le vendite all’asta hanno registrato una crescita del 38%, raggiungendo quota 5,9 miliardi di dollari, mentre le vendite on line hanno toccato 72,4 milioni di dollari, per una crescita dell’8%. Le aste digitali hanno totalizzato 165,6 milioni di sterline.
"Il 2017 è stato un anno da ricordare per Christie’s sia per la crescita record del 26% che per l’azione decisiva che abbiamo intrapreso per preparare il futuro - ha dichiarato l’amministratore delegato Guilaume Cerutti - Le vendite della primavera sono promettenti, in particolare le aste della collezione Rockefeller a noi affidata”.

I nuovi acquirenti della casa d’aste londinese hanno rappresentato il 31% del totale, portando ad un incremento della spesa del 26%. I nuovi buyers hanno preferito le vendite on line ( per il 37% ) e le categorie Luxury ( 28%) e Decorative Arts (18%).

Le vendite per opere con un prezzo superiore a 1 milione di sterline sono aumentate del 68% e gli acquirenti in grado di sostenere questo tipo di spesa sono cresciuti del 40% .

America e Asia

Le vendite realizzate nelle Americhe hanno registrato una crescita del 68%, raggiungendo 2,5 miliardi di sterline, mentre le vendite in Asia hanno totalizzato 582,9 milioni di sterline, l’11% in più rispetto al 2016. Le vendite realizzate in Europa e Medio Oriente sono invece cresciute del 16%, arrivando a toccare 1,5 miliardi di sterline.

La spesa dei clienti asiatici ha rappresentato nel 2017 il 31% di quella globale di Christie’s. Il 52% di questa spesa ha riguardato categorie diverse dall’arte asiatica sia nelle vendite on line, in crescita del 23% , che in quelle tradizionali.

Gli acquisti che hanno superato il milione di sterline, da parte dei clienti asiatici, hanno visto una crescita nel 2017 del 39%.

La sede di Christie’s a New York ha registrato nel 2017 numeri da record: un aumento del 68% delle vendite all’asta a seguito delle vendite straordinarie del “ Salvator Mundi “ di Leonardo da Vinci, scambiato a novembre per 450,3 milioni di dollari, della Fujita Museum Collection, a marzo, per 262,8 milioni di dollari, dell’aggiudicazione delle opere “La musa endormie di Constatint Brancusi, “ Laboureur dans un champ “ di Vincent van Gogh , “Contraste de formes” di Fernand Leger e “ Leda and the Swan “ di Cy Twombly .

La spesa dei compratori americani presso Christie’s è salita del 22% rispetto al 2016, rappresentando il 32% della spesa globale. I clienti europei e mediorientali hanno speso il 52% in più rispetto al 2016 da Christie’s, rappresentando il 37% della spesa dei clienti a livello globale.

Europa

Le vendite all’asta presso la sede di London King Street sono cresciute del 23%, portando il livello della clientela al 33%.

Tra le vendite significative avvenute nel 2017 nella sede londinese di Christie’s si segnala l’aggiudicazione record di “Ho?lle der Vo?gel” di Max Beckmann (Birds's Hell) per 36.005.000 di sterline a giugno.

Ad ottobre le aste hanno visto l’acquisizione da record dell’opera “Red Skull” di Jean- Michel Basquiat (1982), scambiato per 16.546.250 sterline, mentre l'evening sale di arte del dopoguerra e contemporanea ha raggiunto 134.076.500 sterline, la cifra piu? alta per una vendita serale nella categoria in Europa.

Le vendita d'asta a Parigi sono aumentate del 49%. A marzo le opere di Giacometti della collezione Hubert de Givenchy sono state tutte aggiudicate.

A ottobre scorso la vendita della collezione dei coniugi Prat ha chiuso con “Jim Crow” di Jean-Michel Basquiat che ha realizzato 15.007.500 euro.

A novembre Ginevra ha fatturato 144.007.100 di franchi svizzeri, registrando oltre 4.600 visitatori per i lotti di gioielleria tra cui l'«Art of de Grisogono», il piu? grande diamante D-color mai messo all'asta, che ha stabilito un nuovo record mondiale con 33.500.000 di franchi, e la settima edizione dell'asta di beneficenza “Only Watch “, che ha registrato il 100% di venduto per 10.776.500 franchi.

Il web

Il web continua a rappresentare il canale d’ingresso più gettonato per i nuovi acquirenti di Christie's (37%), con un valore di vendita online di 7.305 di dollari (rispetto a 6.047 di dollari del 2016).

Il miglior lotto online per il 2017 e? stato un Rolex Submariner 6538 venduto a 324.500 di dollari a ottobre, mentre il lotto piu? caro venduto tramite Christie's LIVETM e? stato “Sans Titre” di Alexander Calder per 1.568.972 di dollari,durante la vendita di Avant-Garde a Parigi ad ottobre. La vendita online piu? cara dell'anno e? stata la “First Open Picture” a luglio a New York, che ha totalizzato 3.833.375 di dollari .

Il sito Christies.com ha registrato nel 2017 12 milioni di visitatori unici. L'investimento in Instagram ha portato all'aumento del 200% del coinvolgimento con Facebook.

Il live stream diretto della vendita del “Salvator Mundi” a New York, a novembre, ha raggiunto oltre 470.000 persone.
Settore preferiti

La categoria dell'arte impressionista e moderna (compresa la Modern British Art, American Paintings e Latin American Paintings) e? aumentata del 53% raggiungendo 1,6 miliardi di dollari.
Le vendite di arte asiatica sono aumentate del 50% a 704,6 milioni di sterline.
Le vendite di Decorative Arts & Design sono aumentate del 20% a 191,4 milioni di sterline.
Le vendite di dipinti antichi, del XIX secolo e di arte russa hanno raggiunto i 547,6 milioni di sterline, in crescita del 137% .
Le vendite di lusso (tra cui gioielli, orologi, vino e borse) hanno totalizzato 530 milioni di sterline, in calo del 5%.
Le vendite complessive di World Art e Science & Books sono state pari a 123,6 milioni di sterline, in aumento del 3%.

A New York a dicembre il telescopio di Albert Einstein, aggiudicato a 432.500 di dollari, ha stabilito il record mondiale d'asta per qualsiasi oggetto scientifico di proprieta? di Einstein.

Premi per ascoltare l'articolo!