Premi per ascoltare l'articolo!

NEWS: Ora è possibile ascoltare i nostri contenuti cliccando sulla icona “audio"

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

  Premi per ascoltare l'articolo! Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (in inglese Sustainable Development Goals “SDG”), lanciati a settembre 2015 dalle Nazioni Unite e accettati da 193 paesi firmatari, consistono in 17 obiettivi da raggiungere entro il 2030 e affrontano le più importanti sfide economiche, sociali e ambientali che il mondo deve affrontare oggi. Il fondo BMO Responsible Global Equity investe in società che hanno un impegno chiaro e preciso in tema di sostenibilità e, proprio alla luce degli SDG delle Nazioni Unite, BMO ha intrapreso una serie di ricerche per comprendere al meglio come allineare questi obiettivi con la propria strategia di investimento.BMO ha così condotto unanalisi dettagliata per capire in che modo sia le società detenute in portafoglio sia le attività di dialogo costruttivo con esse - engagement - approcciano gli SDG, e in che misura si allineano con ciascun obiettivo. sconfiggere la povertà: porre fine alla povertà in tutte le sue forme, ovunque; sconfiggere la fame: porre fine alla fame, garantire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere unagricoltura sostenibile; buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età; istruzione di qualità: garantire a tutti unistruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità; parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso lemancipazione delle donne e delle ragazze; acqua pulita e servizi igienico-sanitari: garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e servizi igienico-sanitari; energia rinnovabile e accessibile: assicurare la disponibilità di servizi energetici accessibili, affidabili, sostenibili e moderni per tutti; buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, unoccupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti; innovazione e infrastrutture: costruire infrastrutture solide, promuovere lindustrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire linnovazione; ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze allinterno e tra i paesi; città e comunità sostenibili: creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi; utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili; lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze; utilizzo sostenibile del mare: conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile; utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere lutilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità; pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile; rafforzare gli strumenti di attuazione e rivitalizzare la partnership globale per lo sviluppo sostenibile. rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile. La selezione dei titoli e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) Il grafico che segue mostra in che misura le società selezionate da BMO si allineano con gli SDG. Un’azienda si può connettere strettamente agli obiettivi di sviluppo sostenibile anche solo attraverso un solo collegamento (cosiddetto “primario”), ma si può anche collegare anche ad altri SDG in altri modi (collegamenti secondari e terziari). BMO prende in considerazione principalmente gli SDG Prodotto cioè quegli obiettivi che possono essere raggiunti attraverso la produzione e/o vendita di beni o servizi, ma sta sempre più valutando, con estrema attenzione, anche gli “SDG di condotta cioè quelli basati su comportamenti aziendali virtuosi. Il dialogo costruttivo – engagement - è la chiave per segnare i nostri progressi verso gli SDG La partecipazione attiva con le aziende è particolarmente rilevante per il modo in cui vengono gestiti gli SDG allinterno della strategia. I team “Responsible Global Equities” e “Governance and Sustainable Investment (GSI)” svolgono un impegno congiunto su unampia gamma di questioni di sostenibilità. Per comprendere la connessione tra la partecipazione attiva (engagement) con le aziende e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, abbiamo assegnato le nostre iniziative di dialogo costruttivo agli SDG laddove esiste un collegamento diretto . A titolo di esempio, abbiamo evidenziato qui di seguito i tre principali obiettivi SDG sui quali le nostre azioni di partecipazione attiva si sono concentrati nel corso del 2016, oltre a tre casi di studio che ne illustrano il collegamento:   Keyence: la governance aziendale è stata al centro di un lungo confronto con la principale società giapponese di automazione. Ha riformato le proprie procedure interne - in particolare il basso livello di rappresentanza indipendente nel consiglio di amministrazione. Sono state chieste informazioni chiare riguardanti gli alti livelli di riserve di liquidità in bilancio, nonostante dividendi bassi e sul perché non sono state previste acquisizioni di altre società.     Praxair: dopo la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2015 a Parigi (COP21), sono state chieste informazioni sulla sua strategia di gestione dei cambiamenti climatici e sugli scenari previsti, al fine di capire in che modo gli impegni di riduzione delle emissioni di COP21 avrebebro potuto incidere sui profitti futuri e sulla redditività per gli azionisti. Amer Sports: l’impegno con l’azienda è stato focalizzato su un ampio progetto relativo ai diritti dei lavoratori (nel loro complesso) come strumento per ottenere salari di sussistenza nella intera filiera produttiva. Amer Sports ha avviato questo processo ed è diventato un esempio per altre aziende del settore.    

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (in inglese Sustainable Development Goals “SDG”), lanciati a settembre 2015 dalle Nazioni Unite e accettati da 193 paesi firmatari, consistono in 17 obiettivi da raggiungere entro il 2030 e affrontano le più importanti sfide economiche, sociali e ambientali che il mondo deve affrontare oggi.

Il fondo BMO Responsible Global Equity investe in società che hanno un impegno chiaro e preciso in tema di sostenibilità e, proprio alla luce degli SDG delle Nazioni Unite, BMO ha intrapreso una serie di ricerche per comprendere al meglio come allineare questi obiettivi con la propria strategia di investimento.
BMO ha così condotto un'analisi dettagliata per capire in che modo sia le società detenute in portafoglio sia le attività di dialogo costruttivo con esse - engagement - approcciano gli SDG, e in che misura si allineano con ciascun obiettivo.

  1. sconfiggere la povertà: porre fine alla povertà in tutte le sue forme, ovunque;
  2. sconfiggere la fame: porre fine alla fame, garantire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile;
  3. buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età;
  4. istruzione di qualità: garantire a tutti un'istruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità;
  5. parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze;
  6. acqua pulita e servizi igienico-sanitari: garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e servizi igienico-sanitari;
  7. energia rinnovabile e accessibile: assicurare la disponibilità di servizi energetici accessibili, affidabili, sostenibili e moderni per tutti;
  8. buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti;
  9. innovazione e infrastrutture: costruire infrastrutture solide, promuovere l'industrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire l'innovazione;
  10. ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;
  11. città e comunità sostenibili: creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi;
  12. utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili;
  13. lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze;
  14. utilizzo sostenibile del mare: conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile;
  15. utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità;
  16. pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile; rafforzare gli strumenti di attuazione e rivitalizzare la partnership globale per lo sviluppo sostenibile.
  17. rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.

La selezione dei titoli e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG)

Il grafico che segue mostra in che misura le società selezionate da BMO si allineano con gli SDG.
Un’azienda si può connettere strettamente agli obiettivi di sviluppo sostenibile anche solo attraverso un solo collegamento (cosiddetto “primario”), ma si può anche collegare anche ad altri SDG in altri modi (collegamenti secondari e terziari).

BMO prende in considerazione principalmente gli "SDG Prodotto" cioè quegli obiettivi che possono essere raggiunti attraverso la produzione e/o vendita di beni o servizi, ma sta sempre più valutando, con estrema attenzione, anche gli “SDG di condotta" cioè quelli basati su comportamenti aziendali virtuosi.

bmo investire per un futuro migliore 1

Il dialogo costruttivo – engagement - è la chiave per segnare i nostri progressi verso gli SDG

La partecipazione attiva con le aziende è particolarmente rilevante per il modo in cui vengono gestiti gli SDG all'interno della strategia. I team “Responsible Global Equities” e “Governance and Sustainable Investment (GSI)” svolgono un impegno congiunto su un'ampia gamma di questioni di sostenibilità. Per comprendere la connessione tra la partecipazione attiva (engagement) con le aziende e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, abbiamo assegnato le nostre iniziative di dialogo costruttivo agli SDG laddove esiste un collegamento diretto . A titolo di esempio, abbiamo evidenziato qui di seguito i tre principali obiettivi SDG sui quali le nostre azioni di partecipazione attiva si sono concentrati nel corso del 2016, oltre a tre casi di studio che ne illustrano il collegamento:

bmo investire per un futuro migliore punto1

bmo investire per un futuro migliore punto2

 bmo investire per un futuro migliore sdg1

Keyence: la governance aziendale è stata al centro di un lungo confronto con la principale società giapponese di automazione. Ha riformato le proprie procedure interne - in particolare il basso livello di rappresentanza indipendente nel consiglio di amministrazione. Sono state chieste informazioni chiare riguardanti gli alti livelli di riserve di liquidità in bilancio, nonostante dividendi bassi e sul perché non sono state previste acquisizioni di altre società.

 bmo investire per un futuro migliore punto3  bmo investire per un futuro migliore sdg2

Praxair: dopo la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2015 a Parigi (COP21), sono state chieste informazioni sulla sua strategia di gestione dei cambiamenti climatici e sugli scenari previsti, al fine di capire in che modo gli impegni di riduzione delle emissioni di COP21 avrebebro potuto incidere sui profitti futuri e sulla redditività per gli azionisti.

bmo investire per un futuro migliore punto4 bmo investire per un futuro migliore sdg3

Amer Sports: l’impegno con l’azienda è stato focalizzato su un ampio progetto relativo ai diritti dei lavoratori (nel loro complesso) come strumento per ottenere salari di sussistenza nella intera filiera produttiva. Amer Sports ha avviato questo processo ed è diventato un esempio per altre aziende del settore.

 

 

Premi per ascoltare l'articolo!