Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18

  Premi per ascoltare l'articolo! Riconosciamo il valore che la diversità può apportare in un consiglio di amministrazione e nella dirigenza di unorganizzazione, un adeguato mix di competenze e prospettive è fondamentale. Le aziende dovrebbero incrementare le quote rosa nei loro consigli di amministrazione, nei livelli manageriali e in tutti gli ambiti dellorganizzazione con il fine ottenere la migliore combinazione possibile di competenze, esperienze e punti di vista. Per diversi anni, BMO Global Asset Management ha richiamato l’attenzione sull’importanza della diversità di genere attraverso numerose iniziative, tra cui: lo sviluppo di progetti interni e supportando gruppi industriali come Catalyst e il 30% Club. Nel 2016, una naturale evoluzione del proprio impegno ha portato BMO a lanciare un fondo canadese con il focus sulle: Women in Leadership. Le nostre attività nel 2018 Nel 2018, in oltre 200 occasioni abbiamo discusso della diversità di genere con le aziende o con i loro consiglieri, inoltre siamo disposti ad usare il nostro potere di voto: riteniamo che tutti i consigli di amministrazione dovrebbero includere almeno un elemento femminile e utilizzeremo i nostri voti contro i membri delle commissioni per le nomine di quei settori che non rispettano le soglie minime di rappresentanza femminile o nel caso in cui le società non dimostrino di impegnarsi abbastanza per migliore tale proporzione. Ad esempio, da quando nel 2011 la Davies Review formulò una serie di raccomandazioni nell’ottica di migliorare la situazione delle quote rosa, nel mercato del Regno Unito abbiamo riscontrato un’attenzione particolare. Questo ha portato ad una regolamentazione dei voti particolarmente stringente, per cui ci aspettiamo che nei consigli di amministrazione delle FTSE 100 cia sia almeno il 30% di rappresentanza femminile. Inoltre, il 2018 ci ha visto introdurre delle linee guida a supporto della diversità di genere nell’ambito delle votazioni nei board delle società dei mercati canadesi e statunitensi. Aree di interesse nel 2019 Nel 2019, BMO Global Asset Management amplierà la propria attenzione sul tema della diversità di genere allargando la mira ai team dirigenziali e ai senior management, una presenza insufficiente di donne qualificate con esperienza gestionale nei vari livelli aziendali è una criticità che contribuisce all’assenza di quote rosa nel consiglio di amministrazione. Siamo fermamente convinti che il reclutamento e lassunzione di un pool più ampio di talenti in tutti i livelli di unorganizzazione, così come il mantenimento di una forza lavoro diversificata, vada incontro all’interesse delle aziende. Sosteniamo diverse iniziative per affrontare la questione della diversità di genere sotto numerosi aspetti, tra cui: riportare l’attenzione sulle politiche di non discriminazione, fissare degli obiettivi per le quote, affrontare il divario retributivo di genere e rimuovere le barriere culturali in ogni livello aziendale. Nello specifico, attraverso il nostro impegno, faremo pressione sulle aziende per: Assumere un impegno pubblico a livello dirigenziale per il rispetto delle quote di genere e illustrare la strategia aziendale in merito; Fornire informazioni sulla diversità di genere allinterno dellorganizzazione, nonché obiettivi e provvedimenti per aumentare la diversità del personale; Sviluppare politiche e criteri sulle procedure di assunzione, obiettivi specifici e liste di canditati con un equilibrio di genere; Stabilire programmi di sviluppo professionale per le donne in tutti i livelli aziendali, quindi programmi di sostegno e formazione con politiche favorevoli alla famiglia e al lavoro di gruppo; Illustrare come siano state applicate tali misure per aumentare la diversità di genere; Divulgare i risultati delle valutazioni sul divario retributivo di genere in tutti i settori e le azioni che verranno intraprese a riguardo. Anche se riteniamo che questa sia una problematica a livello mondiale, abbiamo selezionato i seguenti mercati di riferimento per il 2019: Regno Unito: basandoci sui nostri sforzi degli anni precedenti, concentreremo il nostro impegno sulle società del quartile inferiore della valutazione del bilancio di genere appartenenti al FTSE 350.? Canada e Stati Uniti: continueremo a coinvolgere e incoraggiare le aziende per raggiungere lobiettivo del 30% Club, e dove riterremo che non sia stato fatto abbastanza useremo il nostro potere di voto per guidare il cambiamento partendo dal consiglio di amministrazione. Non appoggeremo lelezione dei presidenti delle commissioni per le nomine o di altri dirigenti di rilievo senza una adeguata rappresentanza femminile nel consiglio o laddove non ci sia la volontà di affrontare la questione fino in fondo. Abbiamo richiesto alle società che collaborano con noi, sia statunitensi che canadesi, di evidenziare le loro aspettative di miglioramento per la diversità di genere nei livelli dirigenziali dei rispettivi mercati. Germania: in assenza di vincoli sulle quote di genere nei consigli di amministrazione, la Germania è in ritardo rispetto ad altri paesi europei per quanto riguarda la rappresentanza femminile negli alti livelli dirigenziali. Coinvolgeremo tutte le società del DAX30, promuovendo un impegno per il cambiamento di tale condizione. Giappone: questanno il paese detiene la presidenza del G20, grazie ai continui sforzi a favore di una politica sulla diversità di genere, il mercato è pronto a adottare una maggiore rappresentanza femminile nei livelli manageriali e dirigenziali. Cercheremo di garantire che il valore della diversità sia compreso chiaramente dalle società che collaborano con noi, mentre cogliamo lopportunità per apprendere in profondità le sfide che dovrà affrontare questo mercato. La nostra promessa è supportata dal nostro impegno societario, BMO GAM è attiva nel 30% Club del Regno Unito e Canada ed è membro fondatore del UK Investor Chapter, l’obbiettivo è quello di ottenere una rappresentanza femminile del 30% nei consigli di amministrazione e nei livelli manageriali di ogni società. La nostra società madre, BMO Financial Group, è una società firmataria del 30% Club, il 40% dei manager di alto livello e più di un terzo dei seggi dei consigli indipendenti sono rappresentati da donne, la società ha come obbiettivo quello di raggiungere la parità di genere nel 2020. Per diffondere in tutto il mondo l’importanza della diversità nelle strutture gestionali, continueremo a far sentire la nostra voce e quella delle società che investono nel progresso. Nina Roth - Director, Responsible Investment - BMO Global Asset ManagementDaniel Jarman - Vice President, Responsible Investment - BMO Global Asset ManagementJennifer So - Associate Portfolio Manager, Canadian Equities - BMO Global Asset Management 

Riconosciamo il valore che la diversità può apportare in un consiglio di amministrazione e nella dirigenza di un'organizzazione, un adeguato mix di competenze e prospettive è fondamentale.

Le aziende dovrebbero incrementare le quote rosa nei loro consigli di amministrazione, nei livelli manageriali e in tutti gli ambiti dell'organizzazione con il fine ottenere la migliore combinazione possibile di competenze, esperienze e punti di vista.

Per diversi anni, BMO Global Asset Management ha richiamato l’attenzione sull’importanza della diversità di genere attraverso numerose iniziative, tra cui: lo sviluppo di progetti interni e supportando gruppi industriali come Catalyst e il 30% Club. Nel 2016, una naturale evoluzione del proprio impegno ha portato BMO a lanciare un fondo canadese con il focus sulle: Women in Leadership.

Le nostre attività nel 2018

Nel 2018, in oltre 200 occasioni abbiamo discusso della diversità di genere con le aziende o con i loro consiglieri, inoltre siamo disposti ad usare il nostro potere di voto: riteniamo che tutti i consigli di amministrazione dovrebbero includere almeno un elemento femminile e utilizzeremo i nostri voti contro i membri delle commissioni per le nomine di quei settori che non rispettano le soglie minime di rappresentanza femminile o nel caso in cui le società non dimostrino di impegnarsi abbastanza per migliore tale proporzione.

Ad esempio, da quando nel 2011 la Davies Review formulò una serie di raccomandazioni nell’ottica di migliorare la situazione delle quote rosa, nel mercato del Regno Unito abbiamo riscontrato un’attenzione particolare. Questo ha portato ad una regolamentazione dei voti particolarmente stringente, per cui ci aspettiamo che nei consigli di amministrazione delle FTSE 100 cia sia almeno il 30% di rappresentanza femminile. Inoltre, il 2018 ci ha visto introdurre delle linee guida a supporto della diversità di genere nell’ambito delle votazioni nei board delle società dei mercati canadesi e statunitensi.

Aree di interesse nel 2019

Nel 2019, BMO Global Asset Management amplierà la propria attenzione sul tema della diversità di genere allargando la mira ai team dirigenziali e ai senior management, una presenza insufficiente di donne qualificate con esperienza gestionale nei vari livelli aziendali è una criticità che contribuisce all’assenza di quote rosa nel consiglio di amministrazione.

Siamo fermamente convinti che il reclutamento e l'assunzione di un pool più ampio di talenti in tutti i livelli di un'organizzazione, così come il mantenimento di una forza lavoro diversificata, vada incontro all’interesse delle aziende. Sosteniamo diverse iniziative per affrontare la questione della diversità di genere sotto numerosi aspetti, tra cui: riportare l’attenzione sulle politiche di non discriminazione, fissare degli obiettivi per le quote, affrontare il divario retributivo di genere e rimuovere le barriere culturali in ogni livello aziendale.

Nello specifico, attraverso il nostro impegno, faremo pressione sulle aziende per:

  • Assumere un impegno pubblico a livello dirigenziale per il rispetto delle quote di genere e illustrare la strategia aziendale in merito;
  • Fornire informazioni sulla diversità di genere all'interno dell'organizzazione, nonché obiettivi e provvedimenti per aumentare la diversità del personale;
  • Sviluppare politiche e criteri sulle procedure di assunzione, obiettivi specifici e liste di canditati con un equilibrio di genere;
  • Stabilire programmi di sviluppo professionale per le donne in tutti i livelli aziendali, quindi programmi di sostegno e formazione con politiche favorevoli alla famiglia e al lavoro di gruppo;
  • Illustrare come siano state applicate tali misure per aumentare la diversità di genere;
  • Divulgare i risultati delle valutazioni sul divario retributivo di genere in tutti i settori e le azioni che verranno intraprese a riguardo.

Anche se riteniamo che questa sia una problematica a livello mondiale, abbiamo selezionato i seguenti mercati di riferimento per il 2019:

  • Regno Unito: basandoci sui nostri sforzi degli anni precedenti, concentreremo il nostro impegno sulle società del quartile inferiore della valutazione del bilancio di genere appartenenti al FTSE 350.?
  • Canada e Stati Uniti: continueremo a coinvolgere e incoraggiare le aziende per raggiungere l'obiettivo del 30% Club, e dove riterremo che non sia stato fatto abbastanza useremo il nostro potere di voto per guidare il cambiamento partendo dal consiglio di amministrazione. Non appoggeremo l'elezione dei presidenti delle commissioni per le nomine o di altri dirigenti di rilievo senza una adeguata rappresentanza femminile nel consiglio o laddove non ci sia la volontà di affrontare la questione fino in fondo. Abbiamo richiesto alle società che collaborano con noi, sia statunitensi che canadesi, di evidenziare le loro aspettative di miglioramento per la diversità di genere nei livelli dirigenziali dei rispettivi mercati.
  • Germania: in assenza di vincoli sulle quote di genere nei consigli di amministrazione, la Germania è in ritardo rispetto ad altri paesi europei per quanto riguarda la rappresentanza femminile negli alti livelli dirigenziali. Coinvolgeremo tutte le società del DAX30, promuovendo un impegno per il cambiamento di tale condizione.
  • Giappone: quest'anno il paese detiene la presidenza del G20, grazie ai continui sforzi a favore di una politica sulla diversità di genere, il mercato è pronto a adottare una maggiore rappresentanza femminile nei livelli manageriali e dirigenziali. Cercheremo di garantire che il valore della diversità sia compreso chiaramente dalle società che collaborano con noi, mentre cogliamo l'opportunità per apprendere in profondità le sfide che dovrà affrontare questo mercato.

La nostra promessa è supportata dal nostro impegno societario, BMO GAM è attiva nel 30% Club del Regno Unito e Canada ed è membro fondatore del UK Investor Chapter, l’obbiettivo è quello di ottenere una rappresentanza femminile del 30% nei consigli di amministrazione e nei livelli manageriali di ogni società.

La nostra società madre, BMO Financial Group, è una società firmataria del 30% Club, il 40% dei manager di alto livello e più di un terzo dei seggi dei consigli indipendenti sono rappresentati da donne, la società ha come obbiettivo quello di raggiungere la parità di genere nel 2020.

Per diffondere in tutto il mondo l’importanza della diversità nelle strutture gestionali, continueremo a far sentire la nostra voce e quella delle società che investono nel progresso.


Nina Roth - Director, Responsible Investment - BMO Global Asset Management
Daniel Jarman - Vice President, Responsible Investment - BMO Global Asset Management
Jennifer So - Associate Portfolio Manager, Canadian Equities - BMO Global Asset Management 

Premi per ascoltare l'articolo!