Premi per ascoltare l'articolo!

NEWS: Ora è possibile ascoltare i nostri contenuti cliccando sulla icona “audio"

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Il Consiglio di Amministrazione di Alerion Clean Power S.p.A., riunitosi in data odierna, ha esaminato l’andamento gestionale e i risultati economico-finanziari consolidati del primo trimestre 2018, redatti utilizzando i principi di valutazione e misurazione stabiliti dagli “International Accounting Standard”/”International Financial Reporting Standard” (IAS/IFRS). L’andamento economico gestionale del primo trimestre 2018 è stato caratterizzato da una produzione elettrica degli impianti consolidati integralmente pari a 132,8 GWh, in crescita del 23,4% rispetto alla produzione registrata nel primo trimestre 2017, pari a 107,6 GWh, a seguito in particolare della buona ventosità dei siti e della disponibilità degli impianti che hanno contraddistinto il primo trimestre dell’anno in corso. I Ricavi Operativi del primo trimestre 2018 sono pari a 19,5 milioni di euro in aumento del 19% rispetto ai 16,4 milioni di euro nel primo trimestre 2017, grazie al positivo andamento della produzione elettrica registrato nel trimestre che ha più che compensato la riduzione degli incentivi rispetto allo stesso periodo del 2017. In particolare, nel primo trimestre 2018 il corrispettivo medio di cessione per gli impianti eolici italiani incentivati è stato pari a €152,1/MWh rispetto a €159,8/MWh nel primo trimestre 2017 (composto da un prezzo medio dell’energia elettrica pari a €53,1/MWh, rispetto a €52,5/MWh nel 2017, e una componente incentivi pari a €99/MWh, rispetto a €107,3/MWh del 2017). L’EBITDA del primo trimestre 2018 è pari a circa 17,7 milioni di euro, in aumento del 25,5% rispetto al primo trimestre 2017 (pari a 14,1 milioni di euro). Tale incremento riflette sia l’aumento dei ricavi registrato nel trimestre sia una riduzione dei costi operativi di gestione. L’Indebitamento Finanziario Contabile al 31 marzo 2018 è pari a 163,0 milioni di euro, in diminuzione di circa 7 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2017. L’Indebitamento Finanziario, escludendo la valutazione a fair value degli strumenti derivati, è pari a 153,0 milioni di euro al 31 marzo 2018 (159,1 milioni di euro al 31 dicembre 2017). Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario non garantito, non convertibile e non subordinato per un controvalore minimo di 130 milioni di euro e massimo di 160 milioni di euro, con scadenza a 78 mesi (sei anni e sei mesi) da offrirsi al pubblico indistinto in Italia nonché ad investitori qualificati in Italia e all’estero attraverso un’offerta pubblica di sottoscrizione con contestuale ammissione a quotazione sul Mercato delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“MOT”), previo rilascio delle necessarie autorizzazioni. Il tasso di interesse sarà fisso e non inferiore al 3,00% su base annua. Il prestito obbligazionario potrà essere rimborsato a discrezione della Società a partire dal terzo anno. I termini e le condizioni dell’emissione obbligazionaria in linea con la prassi di mercato, prevedono, tra l’altro, covenant al livello di indebitamento finanziario, limiti alla distribuzione di dividendi e restrizioni alla cessione di asset. Le risorse finanziarie rivenienti dall’emissione del Prestito Obbligazionario saranno utilizzate dalla Società come segue: (i) in primo luogo, per il rimborso anticipato del prestito obbligazionario denominato “Prestito Obbligazionario Alerion Clean Power S.p.A. 2015-2022” emesso da Alerion con scadenza al 2022, costituito da n. 130.000 obbligazioni del valore nominale di Euro 1.000,00, per un importo complessivo di Euro 130.000.000,00, quotate sul MOT con cedola del 6%, e, (ii) per l’eventuale residuo, per la realizzazione e lo sviluppo di nuovi investimenti al momento non ancora identificati. La Società prevede di poter completare l’emissione del prestito obbligazionario entro il primo semestre 2018. Non è stato richiesto, né è previsto che venga assegnato, alcun rating alle obbligazioni, non vi sono impegni di sottoscrizione, non è stato costituito, né si prevede che venga costituito, alcun consorzio di garanzia. Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

Il Consiglio di Amministrazione di Alerion Clean Power S.p.A., riunitosi in data odierna, ha esaminato l’andamento gestionale e i risultati economico-finanziari consolidati del primo trimestre 2018, redatti utilizzando i principi di valutazione e misurazione stabiliti dagli “International Accounting Standard”/”International Financial Reporting Standard” (IAS/IFRS).

L’andamento economico gestionale del primo trimestre 2018 è stato caratterizzato da una produzione elettrica degli impianti consolidati integralmente pari a 132,8 GWh, in crescita del 23,4% rispetto alla produzione registrata nel primo trimestre 2017, pari a 107,6 GWh, a seguito in particolare della buona ventosità dei siti e della disponibilità degli impianti che hanno contraddistinto il primo trimestre dell’anno in corso.

I Ricavi Operativi del primo trimestre 2018 sono pari a 19,5 milioni di euro in aumento del 19% rispetto ai 16,4 milioni di euro nel primo trimestre 2017, grazie al positivo andamento della produzione elettrica registrato nel trimestre che ha più che compensato la riduzione degli incentivi rispetto allo stesso periodo del 2017.

In particolare, nel primo trimestre 2018 il corrispettivo medio di cessione per gli impianti eolici italiani incentivati è stato pari a €152,1/MWh rispetto a €159,8/MWh nel primo trimestre 2017 (composto da un prezzo medio dell’energia elettrica pari a €53,1/MWh, rispetto a €52,5/MWh nel 2017, e una componente incentivi pari a €99/MWh, rispetto a €107,3/MWh del 2017).

L’EBITDA del primo trimestre 2018 è pari a circa 17,7 milioni di euro, in aumento del 25,5% rispetto al primo trimestre 2017 (pari a 14,1 milioni di euro). Tale incremento riflette sia l’aumento dei ricavi registrato nel trimestre sia una riduzione dei costi operativi di gestione.

L’Indebitamento Finanziario Contabile al 31 marzo 2018 è pari a 163,0 milioni di euro, in diminuzione di circa 7 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2017.

L’Indebitamento Finanziario, escludendo la valutazione a fair value degli strumenti derivati, è pari a 153,0 milioni di euro al 31 marzo 2018 (159,1 milioni di euro al 31 dicembre 2017).

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario non garantito, non convertibile e non subordinato per un controvalore minimo di 130 milioni di euro e massimo di 160 milioni di euro, con scadenza a 78 mesi (sei anni e sei mesi) da offrirsi al pubblico indistinto in Italia nonché ad investitori qualificati in Italia e all’estero attraverso un’offerta pubblica di sottoscrizione con contestuale ammissione a quotazione sul Mercato delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“MOT”), previo rilascio delle necessarie autorizzazioni.

Il tasso di interesse sarà fisso e non inferiore al 3,00% su base annua. Il prestito obbligazionario potrà essere rimborsato a discrezione della Società a partire dal terzo anno.

I termini e le condizioni dell’emissione obbligazionaria in linea con la prassi di mercato, prevedono, tra l’altro, covenant al livello di indebitamento finanziario, limiti alla distribuzione di dividendi e restrizioni alla cessione di asset. Le risorse finanziarie rivenienti dall’emissione del Prestito Obbligazionario saranno utilizzate dalla Società come segue: (i) in primo luogo, per il rimborso anticipato del prestito obbligazionario denominato “Prestito Obbligazionario Alerion Clean Power S.p.A. 2015-2022” emesso da Alerion con scadenza al 2022, costituito da n. 130.000 obbligazioni del valore nominale di Euro 1.000,00, per un importo complessivo di Euro 130.000.000,00, quotate sul MOT con cedola del 6%, e, (ii) per l’eventuale residuo, per la realizzazione e lo sviluppo di nuovi investimenti al momento non ancora identificati.

La Società prevede di poter completare l’emissione del prestito obbligazionario entro il primo semestre 2018.

Non è stato richiesto, né è previsto che venga assegnato, alcun rating alle obbligazioni, non vi sono impegni di sottoscrizione, non è stato costituito, né si prevede che venga costituito, alcun consorzio di garanzia.


Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

Premi per ascoltare l'articolo!