Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

  Premi per ascoltare l'articolo! ODDO BHF AM diventa firmatario dell’iniziativa “Climate Action 100+”. Unendosi agli altri firmatari, ODDO BHF AM si prefigge l’obiettivo di partecipare allo sforzo comune degli investitori per favorire il dialogo con le 100 aziende che emettono la maggiore quantità di gas a effetto serra nel mondo. Lanciato a dicembre 2017, Climate Action 100+ ha lo scopo di fare pressione su queste 100 aziende, affinché adottino le misure necessarie per contribuire a raggiungere gli obiettivi sul clima, ovvero limitare l’aumento delle temperature a una soglia inferiore a +2°C. Tale iniziativa si sviluppa su 5 anni. Ad oggi, 256 investitori istituzionali e gestori patrimoniali, che rappresentano oltre 28.000 miliardi di dollari USA di AUM, hanno già sottoscritto l’iniziativa, tra cui Australian Super, il fondo pensione CalPERS, HSBC Global Asset Management, Ircantec e Manulife Asset Management, che sono all’origine di quest’iniziativa. Nell’ambito di questo sforzo collaborativo, ODDO BHF AM s’impegna a richiedere alle società di cui garantisce un follow-up: la definizione di un quadro di solida governance che sottolinei chiaramente la responsabilità degli organi direttivi nella sorveglianza e nella gestione dei rischi legati al cambiamento climatico; l’adozione di misure per ridurre le emissioni di gas a effetto serra lungo la catena di valore, nel rispetto dell’obiettivo dell’Accordo di Parigi: un rapporto dettagliato per consentire agli investitori di valutare la solidità dei piani aziendali in base ai diversi scenari climatici, al fine di migliorare le proprie decisioni d’investimento. In qualità di firmatario, ODDO BHF AM conferma uno dei pilastri principali della sua politica ESG, consolidando il dialogo con le aziende. Tale impegno s’inserisce nell’ambito della formalizzazione della sua strategia sul clima pubblicata a fine 2017 e che si sviluppa su 3 assi: misurare l’intensità di CO2 dei fondi, sviluppare il dialogo con le aziende sui temi climatici e infine misurare, dal punto di vista qualitativo, l’allineamento dei portafogli con gli scenari climatici a lungo termine. “Quest’iniziativa conferma il nostro impegno in un percorso decisamente volontario sull’ESG”, spiega Nicolas Chaput, CEO e co-CIO di ODDO BHF Asset Management, “Continueremo e approfondiremo il processo già avviato, dato che i nostri principali fondi azionari integrano già questi criteri e il nostro fondo obbligazionario corporate diveterà ESG verso la fine del primo semestre”. 

ODDO BHF AM diventa firmatario dell’iniziativa “Climate Action 100+”. Unendosi agli altri firmatari, ODDO BHF AM si prefigge l’obiettivo di partecipare allo sforzo comune degli investitori per favorire il dialogo con le 100 aziende che emettono la maggiore quantità di gas a effetto serra nel mondo.

Lanciato a dicembre 2017, Climate Action 100+ ha lo scopo di fare pressione su queste 100 aziende, affinché adottino le misure necessarie per contribuire a raggiungere gli obiettivi sul clima, ovvero limitare l’aumento delle temperature a una soglia inferiore a +2°C. Tale iniziativa si sviluppa su 5 anni.

Ad oggi, 256 investitori istituzionali e gestori patrimoniali, che rappresentano oltre 28.000 miliardi di dollari USA di AUM, hanno già sottoscritto l’iniziativa, tra cui Australian Super, il fondo pensione CalPERS, HSBC Global Asset Management, Ircantec e Manulife Asset Management, che sono all’origine di quest’iniziativa.

Nell’ambito di questo sforzo collaborativo, ODDO BHF AM s’impegna a richiedere alle società di cui garantisce un follow-up:

  • la definizione di un quadro di solida governance che sottolinei chiaramente la responsabilità degli organi direttivi nella sorveglianza e nella gestione dei rischi legati al cambiamento climatico;
  • l’adozione di misure per ridurre le emissioni di gas a effetto serra lungo la catena di valore, nel rispetto dell’obiettivo dell’Accordo di Parigi:
  • un rapporto dettagliato per consentire agli investitori di valutare la solidità dei piani aziendali in base ai diversi scenari climatici, al fine di migliorare le proprie decisioni d’investimento.

In qualità di firmatario, ODDO BHF AM conferma uno dei pilastri principali della sua politica ESG, consolidando il dialogo con le aziende. Tale impegno s’inserisce nell’ambito della formalizzazione della sua strategia sul clima pubblicata a fine 2017 e che si sviluppa su 3 assi: misurare l’intensità di CO2 dei fondi, sviluppare il dialogo con le aziende sui temi climatici e infine misurare, dal punto di vista qualitativo, l’allineamento dei portafogli con gli scenari climatici a lungo termine.

“Quest’iniziativa conferma il nostro impegno in un percorso decisamente volontario sull’ESG”, spiega Nicolas Chaput, CEO e co-CIO di ODDO BHF Asset Management, “Continueremo e approfondiremo il processo già avviato, dato che i nostri principali fondi azionari integrano già questi criteri e il nostro fondo obbligazionario corporate diveterà ESG verso la fine del primo semestre”. 

Premi per ascoltare l'articolo!