Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18

  Premi per ascoltare l'articolo! Oggi Sustainalytics e l’UNICEF hanno pubblicato delle nuove linee guida su come gli investitori possono valutare l’impatto dei loro investimenti sui diritti dei bambini – e per comprendere meglio come i diritti dei bambini possano essere integrati nel modo migliore nelle analisi degli investimenti e nei processi decisionali. Investor Guidance on Integrating Children’s Right into Investment Decision Making (Linee guida per gli investitori sullintegrazione dei diritti dei bambini nel processo decisionale per gli investimenti) – una collaborazione tra l’UNICEF e Sustainalytics, leader globale nella ricerca, valutazione e analisi ESG (Ambiente, sostenibilità e Governo) – mostra che un approccio alle decisioni sugli investimenti orientato ai diritti dei bambini rappresenta un beneficio anche per le aziende. “Gli investitori hanno un ruolo cruciale da svolgere nella protezione dei diritti dell’infanzia”, ha dichiarato Hanna Roberts, Direttore dei Servizi di Engagement di Sustainalytics. “Con questa guida, gli investitori hanno uno strumento prezioso per assicurare che l’attenzione per i diritti dei bambini sia integrata nel loro approccio all’investimento responsabile e in una partecipazione attiva. Le nuove linee guida sono legate ai 30 anni della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’Adolescenza, il trattato sui diritti umani più ratificato della storia. La Convenzione impegna gli stati membri a difendere i diritti dei bambini – compresi il diritto alla sopravvivenza, allo sviluppo, alla libertà, alla protezione, all’identità e alla privacy. Tuttavia, nonostante i bambini rappresentino quasi un terzo della popolazione mondiale, le politiche degli investitori in materia di diritti umani raramente riflettono le particolari attenzioni che le imprese devono porre in atto per difendere i diritti dei bambini. La guida evidenzia i vantaggi dellintegrazione dei diritti dei bambini nelle decisioni per gli investimenti, tra cui lapertura di nuovi mercati potenziali, un migliore benessere della forza lavoro, economie e società più sostenibili. Quasi tutti gli aspetti del business - dalle catene di approvvigionamento, alle operazioni e alle pratiche di marketing - hanno un impatto sui diritti dei bambini. Ci auguriamo che questa guida serva a ricordare che i loro diritti devono essere rispettati in tutte le decisioni di investimento e che le decisioni prese orientate ai diritti dei bambini sono migliori per i bilanci delle imprese, ha dichiarato Gary Stahl, Direttore dellUNICEF, Divisione Raccolta fondi privati e partnership. Si è tenuta una consultazione aperta con i firmatari dei Principi per gli investimenti responsabili, con la partecipazione di proprietari e gestori patrimoniali europei e nordamericani. Sono lieto di contribuire a questo prezioso strumento che può aiutare a portare maggiore attenzione sui diritti dei bambini durante il processo decisionale in materia di investimenti, ha dichiarato Rasmus Juhl Pedersen, responsabile per gli ESG alla Pædagogernes Pension. Questo strumento pratico consente agli investitori di intraprendere diverse azioni pratiche per integrare i diritti dei bambini nelle loro politiche, decisioni e partecipazione.Oltre agli strumenti pratici, la guida include domande che possono essere usate come parte di un dialogo attivo con le aziende per scoprire come stanno affrontando i diritti dei minorenni.

Oggi Sustainalytics e l’UNICEF hanno pubblicato delle nuove linee guida su come gli investitori possono valutare l’impatto dei loro investimenti sui diritti dei bambini – e per comprendere meglio come i diritti dei bambini possano essere integrati nel modo migliore nelle analisi degli investimenti e nei processi decisionali.

Investor Guidance on Integrating Children’s Right into Investment Decision Making (Linee guida per gli investitori sull'integrazione dei diritti dei bambini nel processo decisionale per gli investimenti) – una collaborazione tra l’UNICEF e Sustainalytics, leader globale nella ricerca, valutazione e analisi ESG (Ambiente, sostenibilità e Governo) – mostra che un approccio alle decisioni sugli investimenti orientato ai diritti dei bambini rappresenta un beneficio anche per le aziende.

“Gli investitori hanno un ruolo cruciale da svolgere nella protezione dei diritti dell’infanzia”, ha dichiarato Hanna Roberts, Direttore dei Servizi di Engagement di Sustainalytics. “Con questa guida, gli investitori hanno uno strumento prezioso per assicurare che l’attenzione per i diritti dei bambini sia integrata nel loro approccio all’investimento responsabile e in una partecipazione attiva."

Le nuove linee guida sono legate ai 30 anni della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’Adolescenza, il trattato sui diritti umani più ratificato della storia.

La Convenzione impegna gli stati membri a difendere i diritti dei bambini – compresi il diritto alla sopravvivenza, allo sviluppo, alla libertà, alla protezione, all’identità e alla privacy. Tuttavia, nonostante i bambini rappresentino quasi un terzo della popolazione mondiale, le politiche degli investitori in materia di diritti umani raramente riflettono le particolari attenzioni che le imprese devono porre in atto per difendere i diritti dei bambini.

La guida evidenzia i vantaggi dell'integrazione dei diritti dei bambini nelle decisioni per gli investimenti, tra cui l'apertura di nuovi mercati potenziali, un migliore benessere della forza lavoro, economie e società più sostenibili.

"Quasi tutti gli aspetti del business - dalle catene di approvvigionamento, alle operazioni e alle pratiche di marketing - hanno un impatto sui diritti dei bambini. Ci auguriamo che questa guida serva a ricordare che i loro diritti devono essere rispettati in tutte le decisioni di investimento e che le decisioni prese orientate ai diritti dei bambini sono migliori per i bilanci delle imprese", ha dichiarato Gary Stahl, Direttore dell'UNICEF, Divisione Raccolta fondi privati e partnership.

Si è tenuta una consultazione aperta con i firmatari dei Principi per gli investimenti responsabili, con la partecipazione di proprietari e gestori patrimoniali europei e nordamericani.

"Sono lieto di contribuire a questo prezioso strumento che può aiutare a portare maggiore attenzione sui diritti dei bambini durante il processo decisionale in materia di investimenti", ha dichiarato Rasmus Juhl Pedersen, responsabile per gli ESG alla Pædagogernes Pension. "Questo strumento pratico consente agli investitori di intraprendere diverse azioni pratiche per integrare i diritti dei bambini nelle loro politiche, decisioni e partecipazione".
Oltre agli strumenti pratici, la guida include domande che possono essere usate come parte di un dialogo attivo con le aziende per scoprire come stanno affrontando i diritti dei minorenni.

Premi per ascoltare l'articolo!