Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16

  Premi per ascoltare l'articolo! Pernod Ricard lancia il suo piano d’azione Sostenibilità & Responsabilità 2030, facente parte del piano strategico del Gruppo Trasforma & Accelera. Questo piano d’azione prevede 8 obiettivi per il 2030, ambiziosi e concreti, a sostegno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs) e sarà rivelato oggi presso la distilleria Martell Cognac in Francia. Il Gruppo sta facendo importanti passi in avanti nell’affrontare sia tematiche ambientali, per preservare i territori da cui provengono i suoi prodotti, sia la responsabilità sociale, in particolare accelerando la lotta contro l’abuso di alcool. Nello scorso mese di settembre, durante l’UN Global Compact Leaders’ Summit 2018 nel quartier generale dell’ONU a New York, Pernod Ricard é stata la sola società del settore Vini & Liquori a ricevere il riconoscimento di azienda Global Compact LEAD, dimostrando il proprio continuo impegno nei confronti dei Dieci Principi e dei 17 SDGs dell’ONU. Fin dalla sua fondazione, Pernod Ricard ha sempre avuto nel proprio cuore la sostenibilità. Il Fondatore del Gruppo, Paul Ricard, oltre cinquant’anni fa ha avviato l’Istituto Oceanografico Paul Ricard, che è tutt’ora strumentale nel progresso della salvaguardia degli oceani. Il Gruppo e i suoi marchi hanno intrapreso molte azioni (quali ad esempio la Chivas Venture e la collaborazione di Absolut Elyx con Water for People) e, dal 2010, il Gruppo è stato protagonista di grandi progressi verso gli obiettivi ambientali 2020. Negli ultimi 8 anni, il 93% dei suoi stabilimenti produttivi ha ottenuto la certificazione ISO 14001 e il 95% dei suoi vigneti è stato certificato in conformità agli standard ambientali. Inoltre il Gruppo ha ridotto il consumo di acqua per litro di alcool del 20%, l’emissione di carbone del 30% per unità di produzione e rifiuti da 10.253 tonnellate ad un totale di 748 tonnellate in discarica. Sulla base di questi risultati del passato, gli 8 nuovi impegni di Sostenibilità & Responsabilità si fondano su quattro aree chiave: promozione del territorio, valorizzazione delle persone, economia circolare e ospitalità responsabile. Questi impegni cercano di affrontare tematiche concrete a cui il Gruppo e il Mondo si trovano di fronte, come il cambiamento climatico, i Diritti Umani e gli sprechi. Ogni pilastro comprende gli obiettivi 2030 con rilevamenti per assicurare il monitoraggio dei progressi. Promozione del territorio Ogni prodotto Pernod Ricard trae il suo carattere dalla terra in cui é stato coltivato. Quest’area di impegno si focalizza sulla promozione di ogni territorio e della sua biodiversità, rispondendo alle sfide del cambiamento climatico per assicurare degli ingredienti di qualità ora e per le future generazioni. Biodiversità – entro il 2030, il 100% delle consociate globali del Gruppo avrà un progetto strategico di biodiversità. Agricoltura rigenerante – entro il 2025, il Gruppo svilupperà dei progetti pilota di agricoltura rigenerante all’interno dei propri vigneti in 8 regioni vinicole - Argentina, California, Cognac, Champagne, Spagna, Australia, Nuova Zelanda e Cina – ricalcando processi naturali per migliorare la qualità del terriccio (strato in superficie del terreno), i bacini idrografici e gli ecosistemi - entro il 2030, Pernod Ricard si alleerà con oltre 5.000 agricoltori per condividere e fare crescere ulteriormente questa conoscenza. Valorizzazione delle persone Convivialité significa condividere calore, attenzione e rispetto per le persone, ovunque nel mondo. Questo impegno é collegato all’aumento della diversità e della correttezza per tutte le sue persone e del rafforzamento delle persone lungo l’intera supply chain. Pari opportunità e leadership futura – entro il 2022, il Gruppo assicurerà parità salariale in tutte le proprie aziende ed entro il 2030, i team delle direzioni apicali avranno un equilibrio di genere. Oltre a questo, entro il 2030, il 100% dei dipendenti avrà ricevuto un’adeguata formazione per il futuro, almeno ogni 3 anni, per sviluppare nuove competenze. Conoscenza condivisa e apprendimento – entro il 2030, il Gruppo formerà 10,000 baristi sul mondo del bar di domani per accogliere i consumatori in un modo più sostenibile, ivi comprese le modalità antispreco e le politiche plastic free. Economia circolare Il mondo é fatto di risorse destinate a terminare, sottoposte ad enormi pressioni. Pernod Ricard é impegnato a ridurre al minimo gli sprechi in ogni fase, immaginando, producendo e distribuendo i propri prodotti in modi tali da ottimizzare e aiutare a preservare le risorse naturali- Imballaggi e rifiuti – entro il 2025 Pernod Ricard bandirà tutti gli articoli promozionali in plastica monouso e il 100% dei suoi imballi sarà riciclabile, compostabile, riutilizzabile o a base biologica. Oltre a questo, entro il 2030 il Gruppo guiderà 5 nuovi modi circolari di distribuire vini & liquori ed aiuterà ad aumentare i tassi di riciclaggio nei suoi 10 principali mercati a bassi livelli di riciclaggio. Equilibrio idrico e impatto ambientale – entro il 2030, Pernod Ricard mira ad ottenere un equilibrio idrico in tutti i bacini idrografici ad alto rischio (come India ed Australia), reintegrando il 100% del consumo di acqua dai siti produttivi. Relativamente alle emissioni di anidride carbonica, Pernod Ricard si impegnerà a ridurre la quantità generale del proprio impatto ambientale del 50% entro il 2030, in linea con l’iniziativa Science-Based Targets (SBTs). Ospitalità Responsabile Vini & Liquori uniscono le persone e svolgono un ruolo di grande valore nella società. Pernod Ricard é impegnato nella lotta all’abuso di alcool nella società intraprendendo azioni sul consumo nocivo di alcool ed impegnandosi con i propri stakeholder nel raggiungimento di un vero cambiamento. Abuso di alcool – entro il 2030, ogni consociata Pernod Ricard nel mondo avrà almeno un programma per la lotta contro l’abuso di alcool su larga scala, studiato e monitorato. Festa/Party Responsabile – entro il 2030, Pernod Ricard estenderà il suo programma Festa/Party Responsabile a livello globale, per raggiungere almeno un milione di giovani. Party Responsabile é stato creato 10 anni fa in collaborazione con la Rete di Studenti Erasmus per aumentare la consapevolezza degli studenti sul consumo responsabile, e da allora ha raggiunto 400,000 studenti in Europa. Oltre a questi 8 impegni principali, come parte del piano d’azione 2030, Pernod Ricard ha anche sviluppato dei programmi in cui inserire un approccio in linea con i Diritti Umani ONU nella sua catena di valore, affrontare il problema dello spreco dell’acqua e tendere ad una elettricità pienamente rinnovabile. Alexandre Ricard, Presidente e Amministratore Delegato ha affermato: “Siamo 10.000 creatori di convivialità (créateurs de convivialité)’ – padroni di casa appassionati ma anche ospiti rispettosi sul nostro pianeta. Condividere i nostri valori, rispettare i nostri territori e promuovere un consumo responsabile sono tutte condizioni fondamentali per una crescita sostenibile. Ieri, oggi e domani continueremo a creare in una prospettiva a lungo termine”. Vanessa Wright, VP Sostenibilità & Responsabilità, ha affermato; “Sappiamo che i nostri clienti adesso sono arrivati ad aspettarsi che i nostri brand siano responsabili e rispettosi dell’ambiente – valori che sono stati proprio al centro della nostra attività, fin dalla sua nascita. Questi impegni 2030 ci forniscono un quadro molto focalizzato, diffuso in tutte le nostre aziende, per aiutare ad affrontare alcune delle maggiori tematiche della sostenibilità, affinché i consumatori possano godere dei nostri prodotti in un modo conviviale e sostenibile.”  

Pernod Ricard lancia il suo piano d’azione Sostenibilità & Responsabilità 2030, facente parte del piano strategico del Gruppo Trasforma & Accelera.

Questo piano d’azione prevede 8 obiettivi per il 2030, ambiziosi e concreti, a sostegno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs) e sarà rivelato oggi presso la distilleria Martell Cognac in Francia. Il Gruppo sta facendo importanti passi in avanti nell’affrontare sia tematiche ambientali, per preservare i territori da cui provengono i suoi prodotti, sia la responsabilità sociale, in particolare accelerando la lotta contro l’abuso di alcool.

Nello scorso mese di settembre, durante l’UN Global Compact Leaders’ Summit 2018 nel quartier generale dell’ONU a New York, Pernod Ricard é stata la sola società del settore Vini & Liquori a ricevere il riconoscimento di azienda Global Compact LEAD, dimostrando il proprio continuo impegno nei confronti dei Dieci Principi e dei 17 SDGs dell’ONU.

Fin dalla sua fondazione, Pernod Ricard ha sempre avuto nel proprio cuore la sostenibilità. Il Fondatore del Gruppo, Paul Ricard, oltre cinquant’anni fa ha avviato l’Istituto Oceanografico Paul Ricard, che è tutt’ora strumentale nel progresso della salvaguardia degli oceani. Il Gruppo e i suoi marchi hanno intrapreso molte azioni (quali ad esempio la Chivas Venture e la collaborazione di Absolut Elyx con Water for People) e, dal 2010, il Gruppo è stato protagonista di grandi progressi verso gli obiettivi ambientali 2020. Negli ultimi 8 anni, il 93% dei suoi stabilimenti produttivi ha ottenuto la certificazione ISO 14001 e il 95% dei suoi vigneti è stato certificato in conformità agli standard ambientali. Inoltre il Gruppo ha ridotto il consumo di acqua per litro di alcool del 20%, l’emissione di carbone del 30% per unità di produzione e rifiuti da 10.253 tonnellate ad un totale di 748 tonnellate in discarica.

Sulla base di questi risultati del passato, gli 8 nuovi impegni di Sostenibilità & Responsabilità si fondano su quattro aree chiave: promozione del territorio, valorizzazione delle persone, economia circolare e ospitalità responsabile. Questi impegni cercano di affrontare tematiche concrete a cui il Gruppo e il Mondo si trovano di fronte, come il cambiamento climatico, i Diritti Umani e gli sprechi. Ogni pilastro comprende gli obiettivi 2030 con rilevamenti per assicurare il monitoraggio dei progressi.

Promozione del territorio

Ogni prodotto Pernod Ricard trae il suo carattere dalla terra in cui é stato coltivato. Quest’area di impegno si focalizza sulla promozione di ogni territorio e della sua biodiversità, rispondendo alle sfide del cambiamento climatico per assicurare degli ingredienti di qualità ora e per le future generazioni.

  • Biodiversità – entro il 2030, il 100% delle consociate globali del Gruppo avrà un progetto strategico di biodiversità.
  • Agricoltura rigenerante – entro il 2025, il Gruppo svilupperà dei progetti pilota di agricoltura rigenerante all’interno dei propri vigneti in 8 regioni vinicole - Argentina, California, Cognac, Champagne, Spagna, Australia, Nuova Zelanda e Cina – ricalcando processi naturali per migliorare la qualità del terriccio (strato in superficie del terreno), i bacini idrografici e gli ecosistemi - entro il 2030, Pernod Ricard si alleerà con oltre 5.000 agricoltori per condividere e fare crescere ulteriormente questa conoscenza.

Valorizzazione delle persone

Convivialité significa condividere calore, attenzione e rispetto per le persone, ovunque nel mondo. Questo impegno é collegato all’aumento della diversità e della correttezza per tutte le sue persone e del rafforzamento delle persone lungo l’intera supply chain.

  • Pari opportunità e leadership futura – entro il 2022, il Gruppo assicurerà parità salariale in tutte le proprie aziende ed entro il 2030, i team delle direzioni apicali avranno un equilibrio di genere. Oltre a questo, entro il 2030, il 100% dei dipendenti avrà ricevuto un’adeguata formazione per il futuro, almeno ogni 3 anni, per sviluppare nuove competenze.
  • Conoscenza condivisa e apprendimento – entro il 2030, il Gruppo formerà 10,000 baristi sul mondo del bar di domani per accogliere i consumatori in un modo più sostenibile, ivi comprese le modalità antispreco e le politiche plastic free.

Economia circolare

Il mondo é fatto di risorse destinate a terminare, sottoposte ad enormi pressioni. Pernod Ricard é impegnato a ridurre al minimo gli sprechi in ogni fase, immaginando, producendo e distribuendo i propri prodotti in modi tali da ottimizzare e aiutare a preservare le risorse naturali-

  • Imballaggi e rifiuti – entro il 2025 Pernod Ricard bandirà tutti gli articoli promozionali in plastica monouso e il 100% dei suoi imballi sarà riciclabile, compostabile, riutilizzabile o a base biologica. Oltre a questo, entro il 2030 il Gruppo guiderà 5 nuovi modi circolari di distribuire vini & liquori ed aiuterà ad aumentare i tassi di riciclaggio nei suoi 10 principali mercati a bassi livelli di riciclaggio.
  • Equilibrio idrico e impatto ambientale – entro il 2030, Pernod Ricard mira ad ottenere un equilibrio idrico in tutti i bacini idrografici ad alto rischio (come India ed Australia), reintegrando il 100% del consumo di acqua dai siti produttivi. Relativamente alle emissioni di anidride carbonica, Pernod Ricard si impegnerà a ridurre la quantità generale del proprio impatto ambientale del 50% entro il 2030, in linea con l’iniziativa Science-Based Targets (SBTs).

Ospitalità Responsabile

Vini & Liquori uniscono le persone e svolgono un ruolo di grande valore nella società. Pernod Ricard é impegnato nella lotta all’abuso di alcool nella società intraprendendo azioni sul consumo nocivo di alcool ed impegnandosi con i propri stakeholder nel raggiungimento di un vero cambiamento.

  • Abuso di alcool – entro il 2030, ogni consociata Pernod Ricard nel mondo avrà almeno un programma per la lotta contro l’abuso di alcool su larga scala, studiato e monitorato.
  • Festa/Party Responsabile – entro il 2030, Pernod Ricard estenderà il suo programma Festa/Party Responsabile a livello globale, per raggiungere almeno un milione di giovani. Party Responsabile é stato creato 10 anni fa in collaborazione con la Rete di Studenti Erasmus per aumentare la consapevolezza degli studenti sul consumo responsabile, e da allora ha raggiunto 400,000 studenti in Europa.

Oltre a questi 8 impegni principali, come parte del piano d’azione 2030, Pernod Ricard ha anche sviluppato dei programmi in cui inserire un approccio in linea con i Diritti Umani ONU nella sua catena di valore, affrontare il problema dello spreco dell’acqua e tendere ad una elettricità pienamente rinnovabile.

Alexandre Ricard, Presidente e Amministratore Delegato ha affermato: “Siamo 10.000 creatori di convivialità (créateurs de convivialité)’ – padroni di casa appassionati ma anche ospiti rispettosi sul nostro pianeta. Condividere i nostri valori, rispettare i nostri territori e promuovere un consumo responsabile sono tutte condizioni fondamentali per una crescita sostenibile. Ieri, oggi e domani continueremo a creare in una prospettiva a lungo termine”.

Vanessa Wright, VP Sostenibilità & Responsabilità, ha affermato; “Sappiamo che i nostri clienti adesso sono arrivati ad aspettarsi che i nostri brand siano responsabili e rispettosi dell’ambiente – valori che sono stati proprio al centro della nostra attività, fin dalla sua nascita. Questi impegni 2030 ci forniscono un quadro molto focalizzato, diffuso in tutte le nostre aziende, per aiutare ad affrontare alcune delle maggiori tematiche della sostenibilità, affinché i consumatori possano godere dei nostri prodotti in un modo conviviale e sostenibile.”

 

Premi per ascoltare l'articolo!