Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17

  Premi per ascoltare l'articolo! Gli investimenti sostenibili stanno diventando sempre più richiesti dagli investitori e l’Italia sta velocemente recuperando il gap con i Paesi del Nord Europa che già da tempo investono in modo massiccio in soluzioni ESG. Sulla scia di questo megatrend, UBS Asset Management - pioniere e leader nel campo degli ETF sostenibili - ha ampliato la propria gamma di ETF socialmente responsabili quotando su Borsa Italiana l’UBS ETF Sustainable Development Bank Bonds UCITS ETF, il primo ETF che consente d’investire in obbligazioni emesse dalle Banche Internazionali di Sviluppo (Multilateral Development Banks, MDBs) come EBRD (European Bank for Reconstruction & Development), IBRD (International Bank for Reconstruction & Development), ADB (Asian Development Bank). Le MDBs forniscono risorse finanziarie ai Paesi in via di sviluppo, affinché promuovano una crescita della loro economia sostenibile e in armonia con i 17 Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite.L’indice replicato dall’ETF è il Solactive UBS Global Multilateral Development Bank Bonds USD 25% Issuer Capped che copre circa il 65% della capitalizzazione del mercato degli MDB, pari a circa 320 miliardi di dollari. L’indice ha un YTM del 2.64% con una Duration 3.21 (dati a Dicembre 2018), i bond selezionati hanno un rating minimo di AA- (S&P) o Aa3 (Moodys) un’emissione minima di 500 mn $, una durata minima residua di 12 mesi e sono in dollari. Lindice è ponderato sulla base della capitalizzazione di mercato, ma il peso di ogni singolo emittente non può superare il 25%. Francesco Branda, Head of Passive & ETF Specialist Sales Italy, UBS AM ha commentato: “Questi bond consentono ai Paesi in via di sviluppo di accedere a risorse finanziarie a costi più bassi. A differenza dei green bond - che impattano solo sulla componente “E” (ambiente) - il loro contributo positivo si estende anche alle variabili Sociale - “S”, e di Governance - “G”. Coniugano quindi un aspetto ESG importante e allo stesso tempo un profilo molto attraente per gli investitori in quanto hanno un’eccellente affidabilità creditizia con rating minimo AA-. Si tratta di bond con un’elevata liquidità e rendimenti che negli ultimi anni sono stati leggermente superiori a quelli dei Treasuries americani ai quali sono molto correlati per le dinamiche di tasso. Continua l’attività d’innovazione di UBS nel trovare nuove soluzioni da mettere a disposizione degli investitori soprattutto in tema d’investimenti sostenibili dove è leader di mercato in Europa; l’ETF su MDBs rappresenta un’ottima soluzione per coprire parte dell’esposizione obbligazionaria nei portafogli ESG”.

Gli investimenti sostenibili stanno diventando sempre più richiesti dagli investitori e l’Italia sta velocemente recuperando il gap con i Paesi del Nord Europa che già da tempo investono in modo massiccio in soluzioni ESG.

Sulla scia di questo megatrend, UBS Asset Management - pioniere e leader nel campo degli ETF sostenibili - ha ampliato la propria gamma di ETF socialmente responsabili quotando su Borsa Italiana l’UBS ETF Sustainable Development Bank Bonds UCITS ETF, il primo ETF che consente d’investire in obbligazioni emesse dalle Banche Internazionali di Sviluppo (Multilateral Development Banks, MDBs) come EBRD (European Bank for Reconstruction & Development), IBRD (International Bank for Reconstruction & Development), ADB (Asian Development Bank).

Le MDBs forniscono risorse finanziarie ai Paesi in via di sviluppo, affinché promuovano una crescita della loro economia sostenibile e in armonia con i 17 Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite.
L’indice replicato dall’ETF è il Solactive UBS Global Multilateral Development Bank Bonds USD 25% Issuer Capped che copre circa il 65% della capitalizzazione del mercato degli MDB, pari a circa 320 miliardi di dollari. L’indice ha un YTM del 2.64% con una Duration 3.21 (dati a Dicembre 2018), i bond selezionati hanno un rating minimo di AA- (S&P) o Aa3 (Moody's) un’emissione minima di 500 mn $, una durata minima residua di 12 mesi e sono in dollari. L'indice è ponderato sulla base della capitalizzazione di mercato, ma il peso di ogni singolo emittente non può superare il 25%.

Francesco Branda, Head of Passive & ETF Specialist Sales Italy, UBS AM ha commentato: “Questi bond consentono ai Paesi in via di sviluppo di accedere a risorse finanziarie a costi più bassi. A differenza dei green bond - che impattano solo sulla componente “E” (ambiente) - il loro contributo positivo si estende anche alle variabili Sociale - “S”, e di Governance - “G”. Coniugano quindi un aspetto ESG importante e allo stesso tempo un profilo molto attraente per gli investitori in quanto hanno un’eccellente affidabilità creditizia con rating minimo AA-. Si tratta di bond con un’elevata liquidità e rendimenti che negli ultimi anni sono stati leggermente superiori a quelli dei Treasuries americani ai quali sono molto correlati per le dinamiche di tasso. Continua l’attività d’innovazione di UBS nel trovare nuove soluzioni da mettere a disposizione degli investitori soprattutto in tema d’investimenti sostenibili dove è leader di mercato in Europa; l’ETF su MDBs rappresenta un’ottima soluzione per coprire parte dell’esposizione obbligazionaria nei portafogli ESG”.

Premi per ascoltare l'articolo!