Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18

  Premi per ascoltare l'articolo! NN Investment Partners (NN IP) adotta un approccio attivo agli investimenti responsabili (IR) con l’obiettivo di generare rendimenti interessanti per i propri investitori, apportando, al contempo, un contributo positivo alla società nel suo complesso. Per questo motivo, NN IP ha sviluppato una definizione più rigorosa di integrazione ESG. NN IP applica standard di alto livello per valutare e documentare l’integrazione dei criteri ESG nelle proprie analisi di investimento. Il processo di integrazione si articola nei seguenti passaggi: i professionisti di NN IP identificano i problemi materiali legati ai fattori ESG per società, settore e paese; segue una valutazione della performance della società su ciascun aspetto ESG pertinente. Durante questo passaggio, emergono eventuali controversie e i loro relativi impatti; questa valutazione viene incorporata nell’analisi di investimento. Per ogni singola analisi di investimento l’integrazione di E, S e G deve essere dimostrata e documentata in maniera coerente, al fine di migliorare i rendimenti commisurati al rischio. Valentijn van Nieuwenhuijzen, Chief Investment Officer di NN Investment Partners ha commentato: “Siamo convinti dei benefici che l’integrazione dei criteri ESG apporta nel processo di investimento per le nostre strategie azionarie, obbligazionarie e multi-asset. Concentrarsi sui fattori ESG consente ai nostri analisti di sbloccare il valore potenziale, identificando opportunità e/o rischi che i nostri gestori usano, a loro volta, come base per le proprie decisioni di investimento. Abbiamo eseguito uno screening dei nostri asset basato su questa definizione potenziata di integrazione ESG, e siamo orgogliosi di annunciare che nella maggior parte dei nostri patrimoni i criteri ESG sono stati integrati i criteri ESG in modo coerente. Continueremo a estendere questo processo alle altre strategie.” Al momento i criteri ESG vengono integrati in modo coerente per la maggior parte degli AuM di NN IP (pari al 66%), per un totale di 176 miliardi di euro. Questi comprendono i patrimoni gestiti nelle strategie sostenibili e a impatto. Mentre le strategie sostenibili si incentrano sulla selezione dei leader della sostenibilità di oggi e domani (AuM 17,4 miliardi di euro), le strategie a impatto puntano alle società i cui prodotti o soluzioni apportano un contributo chiaro e positivo per gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (AuM 1,9 miliardi di euro). NN IP investe continuamente negli investimenti responsabili dedicando tempo e risorse anche alla ricerca accademica con l’obiettivo di migliorare la qualità e l’integrazione dei dati ESG nel processo di investimento e aumentare il potenziale alfa. Ad esempio, NN IP porta avanti una collaborazione pluriennale con il European Centre for Corporate Engagement (ECCE)[1], per migliorare la generazione di alfa mediante l’integrazione ESG. Inoltre, da quest’anno NN IP collabora con la Yale University portando avanti ricerche che indagano su come l’integrazione ESG impatta sul profilo di rischio dei portafogli di investimento.

NN Investment Partners (NN IP) adotta un approccio attivo agli investimenti responsabili (IR) con l’obiettivo di generare rendimenti interessanti per i propri investitori, apportando, al contempo, un contributo positivo alla società nel suo complesso. Per questo motivo, NN IP ha sviluppato una definizione più rigorosa di integrazione ESG.

NN IP applica standard di alto livello per valutare e documentare l’integrazione dei criteri ESG nelle proprie analisi di investimento. Il processo di integrazione si articola nei seguenti passaggi:

  1. i professionisti di NN IP identificano i problemi materiali legati ai fattori ESG per società, settore e paese;
  2. segue una valutazione della performance della società su ciascun aspetto ESG pertinente. Durante questo passaggio, emergono eventuali controversie e i loro relativi impatti;
  3. questa valutazione viene incorporata nell’analisi di investimento. Per ogni singola analisi di investimento l’integrazione di E, S e G deve essere dimostrata e documentata in maniera coerente, al fine di migliorare i rendimenti commisurati al rischio.

Valentijn van Nieuwenhuijzen, Chief Investment Officer di NN Investment Partners ha commentato: “Siamo convinti dei benefici che l’integrazione dei criteri ESG apporta nel processo di investimento per le nostre strategie azionarie, obbligazionarie e multi-asset. Concentrarsi sui fattori ESG consente ai nostri analisti di sbloccare il valore potenziale, identificando opportunità e/o rischi che i nostri gestori usano, a loro volta, come base per le proprie decisioni di investimento. Abbiamo eseguito uno screening dei nostri asset basato su questa definizione potenziata di integrazione ESG, e siamo orgogliosi di annunciare che nella maggior parte dei nostri patrimoni i criteri ESG sono stati integrati i criteri ESG in modo coerente. Continueremo a estendere questo processo alle altre strategie.”

Al momento i criteri ESG vengono integrati in modo coerente per la maggior parte degli AuM di NN IP (pari al 66%), per un totale di 176 miliardi di euro. Questi comprendono i patrimoni gestiti nelle strategie sostenibili e a impatto. Mentre le strategie sostenibili si incentrano sulla selezione dei leader della sostenibilità di oggi e domani (AuM 17,4 miliardi di euro), le strategie a impatto puntano alle società i cui prodotti o soluzioni apportano un contributo chiaro e positivo per gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (AuM 1,9 miliardi di euro).

NN IP investe continuamente negli investimenti responsabili dedicando tempo e risorse anche alla ricerca accademica con l’obiettivo di migliorare la qualità e l’integrazione dei dati ESG nel processo di investimento e aumentare il potenziale alfa. Ad esempio, NN IP porta avanti una collaborazione pluriennale con il European Centre for Corporate Engagement (ECCE)[1], per migliorare la generazione di alfa mediante l’integrazione ESG. Inoltre, da quest’anno NN IP collabora con la Yale University portando avanti ricerche che indagano su come l’integrazione ESG impatta sul profilo di rischio dei portafogli di investimento.

Premi per ascoltare l'articolo!