Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! SPAXS è finalizzata alla realizzazione di un progetto innovativo nei servizi finanziari per le Medie e Piccole Imprese. Obiettivo di raccolta pari a 400 milioni elevabile fino a 500 milioni. Corrado Passera promuove, congiuntamente con Andrea Clamer, SPAXS S.p.A., la prima SPAC (Special Purpose Acquisition Company) imprenditoriale italiana finalizzata al controllo gestionale di una società operante nel settore bancario e finanziario i cui titoli saranno quotati sul mercato AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale di Borsa Italiana. Nei prossimi mesi, ulteriori Promotori di elevato standing andranno a completare il team di SPAXS. SPAXS, la cui ammissione alle negoziazioni è prevista per l’inizio del mese di febbraio 2018, promuove un progetto innovativo, essendo la prima SPAC in Italia con una politica di investimento focalizzata nel settore dei servizi finanziari, con l’obiettivo di creare un operatore attivo nei servizi delle Medie e Piccole Imprese, nel mercato dei non-performing loans e nell’offerta di servizi ad alto tasso di digitalizzazione. Tale posizionamento strategico è finalizzato a capitalizzare al meglio le competenze professionali dei Promotori della SPAC, massimizzando la creazione di valore per gli azionisti. I Promotori della SPAC intendono assumere il controllo gestionale della/e target ricoprendo i ruoli chiave della gestione operativa della combined entity, con Corrado Passera che svolgerà il ruolo di Amministratore Delegato e una squadra di Promotori/Manager a diretto riporto, costituendo un team con comprovata professionalità i cui interessi saranno in forte allineamento con gli investitori. I Promotori infatti, investiranno il 3% della raccolta e il meccanismo di remunerazione dei Promotori – significativamente investor-friendly – è definito con caratteristiche distintive: solo il 20% delle azioni speciali sarà convertito alla business combination nel rapporto di n. 6 azioni ordinarie per ogni azione speciale, mentre l’80% delle azioni speciali sarà convertito al raggiungimento di un prezzo di Borsa pari a Euro 15 nel rapporto di n. 8 azioni ordinarie per ogni azione speciale. A valle della business combination e della diluizione derivante dalla conversione dei warrant in mano agli azionisti ordinari, è verosimile che le azioni speciali rappresenteranno circa il 15-16% del capitale ordinario. Le azioni dei Promotori così convertite saranno soggette a un lock-up fisso di 12 mesi. Anche i warrant abbinati gratuitamente alle azioni oggetto di offerta presentano tratti innovativi: per ogni n. 10 azioni ordinarie emesse verranno assegnati agli investitori n. 5 warrant: n. 1 al momento dell’IPO e n. 4 alla business combination. Trascorsi 12 mesi dalla business combination ai possessori dei warrant verranno assegnate gratuitamente n. 1 azione ordinaria ogni n. 5 warrant. L’obiettivo di raccolta è stabilito pari a Euro 400 milioni, elevabile fino a un massimo di Euro 500 milioni, e tale da posizionare SPAXS tra le più grandi SPAC in Italia. Tali risorse saranno utilizzate per l’aggregazione e la successiva capitalizzazione della/e relativa/e target al fine di sostenerne una strategia di crescita e sviluppo. I Promotori si sono posti l’obiettivo di realizzare la business combination entro 18 mesi dall’IPO. Il collocamento presso Investitori Istituzionali e Investitori Qualificati ai sensi dell’art 34-ter del regolamento emittenti n. 11971/1999 sarà effettuato dal 15 al 26 gennaio.

SPAXS è finalizzata alla realizzazione di un progetto innovativo nei servizi finanziari per le Medie e Piccole Imprese. Obiettivo di raccolta pari a 400 milioni elevabile fino a 500 milioni.

Corrado Passera promuove, congiuntamente con Andrea Clamer, SPAXS S.p.A., la prima SPAC (Special Purpose Acquisition Company) imprenditoriale italiana finalizzata al controllo gestionale di una società operante nel settore bancario e finanziario i cui titoli saranno quotati sul mercato AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale di Borsa Italiana. Nei prossimi mesi, ulteriori Promotori di elevato standing andranno a completare il team di SPAXS.

SPAXS, la cui ammissione alle negoziazioni è prevista per l’inizio del mese di febbraio 2018, promuove un progetto innovativo, essendo la prima SPAC in Italia con una politica di investimento focalizzata nel settore dei servizi finanziari, con l’obiettivo di creare un operatore attivo nei servizi delle Medie e Piccole Imprese, nel mercato dei non-performing loans e nell’offerta di servizi ad alto tasso di digitalizzazione. Tale posizionamento strategico è finalizzato a capitalizzare al meglio le competenze professionali dei Promotori della SPAC, massimizzando la creazione di valore per gli azionisti.

I Promotori della SPAC intendono assumere il controllo gestionale della/e target ricoprendo i ruoli chiave della gestione operativa della combined entity, con Corrado Passera che svolgerà il ruolo di Amministratore Delegato e una squadra di Promotori/Manager a diretto riporto, costituendo un team con comprovata professionalità i cui interessi saranno in forte allineamento con gli investitori. I Promotori infatti, investiranno il 3% della raccolta e il meccanismo di remunerazione dei Promotori – significativamente investor-friendly – è definito con caratteristiche distintive: solo il 20% delle azioni speciali sarà convertito alla business combination nel rapporto di n. 6 azioni ordinarie per ogni azione speciale, mentre l’80% delle azioni speciali sarà convertito al raggiungimento di un prezzo di Borsa pari a Euro 15 nel rapporto di n. 8 azioni ordinarie per ogni azione speciale. A valle della business combination e della diluizione derivante dalla conversione dei warrant in mano agli azionisti ordinari, è verosimile che le azioni speciali rappresenteranno circa il 15-16% del capitale ordinario. Le azioni dei Promotori così convertite saranno soggette a un lock-up fisso di 12 mesi.

Anche i warrant abbinati gratuitamente alle azioni oggetto di offerta presentano tratti innovativi: per ogni n. 10 azioni ordinarie emesse verranno assegnati agli investitori n. 5 warrant: n. 1 al momento dell’IPO e n. 4 alla business combination. Trascorsi 12 mesi dalla business combination ai possessori dei warrant verranno assegnate gratuitamente n. 1 azione ordinaria ogni n. 5 warrant.

L’obiettivo di raccolta è stabilito pari a Euro 400 milioni, elevabile fino a un massimo di Euro 500 milioni, e tale da posizionare SPAXS tra le più grandi SPAC in Italia. Tali risorse saranno utilizzate per l’aggregazione e la successiva capitalizzazione della/e relativa/e target al fine di sostenerne una strategia di crescita e sviluppo. I Promotori si sono posti l’obiettivo di realizzare la business combination entro 18 mesi dall’IPO.

Il collocamento presso Investitori Istituzionali e Investitori Qualificati ai sensi dell’art 34-ter del regolamento emittenti n. 11971/1999 sarà effettuato dal 15 al 26 gennaio.

Premi per ascoltare l'articolo!