Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! La battuta d’arresto dei mercati può essere un’opportunità tattica di acquisto. La volatilità è destinata a crescere nei prossimi 12 mesi. I dati economici globali positivi fanno prevedere un persistente, sostanzioso rialzo nei mercati azionari. Continuiamo a privilegiare il Vecchio Continente nella selezione di singoli titoli azionari, prestando particolare attenzione alle valutazioni. Tuttavia anche il mercato azionario statunitense può offrire buone opportunità. Negli Usa le valutazioni sono più elevate rispetto all’Europa, ma sono controbilanciate dalla crescita degli utili che è significativamente più sostenuta, trainata dallimpatto positivo della riforma fiscale. La dinamica dei prezzi osservata lo scorso anno sui mercati si è al momento interrotta dopo la battuta darresto degli inizi di febbraio. La ricomparsa della volatilità non rappresenta però uninversione di tendenza, quanto piuttosto un ritorno alla normalità. Le recenti battute darresto costituiscono dunque più unopportunità tattica di acquisto che non linizio di una crisi. Dobbiamo attenderci ulteriore volatilità nei prossimi 12 mesi, mentre le azioni non schizzeranno alle stelle in quello che si prepara a essere il decimo anno consecutivo di rialzo su scala globale. In questo contesto, ravvisiamo segnali dallarme provenienti dai livelli valutativi occasionalmente elevati, abbinati allaumento dei tassi dinteresse. A livello regionale, il ciclo economico e quello degli utili in Europa sono ancora in fase relativamente iniziale, mentre leconomia statunitense va espandendosi da diversi anni. Questo si riflette anche nel divario tra i tassi dinteresse. I titoli di Stato Usa, ad esempio, mostrano quotazioni decisamente interessanti rispetto agli omologhi europei, che risentono del recente vigore delleuro. Christian Schmitt - portfolio manager - Ethenea  

La battuta d’arresto dei mercati può essere un’opportunità tattica di acquisto. La volatilità è destinata a crescere nei prossimi 12 mesi.

I dati economici globali positivi fanno prevedere un persistente, sostanzioso rialzo nei mercati azionari. Continuiamo a privilegiare il Vecchio Continente nella selezione di singoli titoli azionari, prestando particolare attenzione alle valutazioni. Tuttavia anche il mercato azionario statunitense può offrire buone opportunità. Negli Usa le valutazioni sono più elevate rispetto all’Europa, ma sono controbilanciate dalla crescita degli utili che è significativamente più sostenuta, trainata dall'impatto positivo della riforma fiscale.

La dinamica dei prezzi osservata lo scorso anno sui mercati si è al momento interrotta dopo la battuta d'arresto degli inizi di febbraio. La ricomparsa della volatilità non rappresenta però un'inversione di tendenza, quanto piuttosto un ritorno alla normalità. Le recenti battute d'arresto costituiscono dunque più un'opportunità tattica di acquisto che non l'inizio di una crisi.

Dobbiamo attenderci ulteriore volatilità nei prossimi 12 mesi, mentre le azioni non schizzeranno alle stelle in quello che si prepara a essere il decimo anno consecutivo di rialzo su scala globale. In questo contesto, ravvisiamo segnali d'allarme provenienti dai livelli valutativi occasionalmente elevati, abbinati all'aumento dei tassi d'interesse.

A livello regionale, il ciclo economico e quello degli utili in Europa sono ancora in fase relativamente iniziale, mentre l'economia statunitense va espandendosi da diversi anni. Questo si riflette anche nel divario tra i tassi d'interesse. I titoli di Stato Usa, ad esempio, mostrano quotazioni decisamente interessanti rispetto agli omologhi europei, che risentono del recente vigore dell'euro.


Christian Schmitt - portfolio manager - Ethenea

 

Premi per ascoltare l'articolo!