Premi per ascoltare l'articolo!

NEWS: Ora è possibile ascoltare i nostri contenuti cliccando sulla icona “audio"

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Credit Suisse Asset Management modifica i limiti di investimento del pluripremiato Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito per renderlo più flessibile, alla luce del nuovo contesto dei mercati finanziari. Rendimenti stabili e ridotta esposizione alla volatilità dei mercati, sembrano essere oggi le principali richieste degli investitori, in uno scenario caratterizzato da bassi tassi di interesse e alta volatilità. Il pluripremiato Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito, nato nel 1994, si posiziona come soluzione multi asset bilanciata con l’obiettivo di conseguire un rendimento interessante facendo leva sulle migliori opportunità a livello globale. Il comprovato processo di investimento che combina le competenze globali di Credit Suisse Asset Management all’eccellente know-how del gestore basato a Milano Francesco Spadaccia hanno fatto ottenere al fondo il premio Lipper negli anni 2015 e 2016 nella categoria “Mixed Asset EUR Conservativo – Globale a 3 anni”.Da qualche settimana, coerentemente con lattuale contesto di mercato, il gestore ha adottato un approccio più flessibile. Il fondo, pur mantenendo invariata la componente azionaria del portafoglio, si focalizza maggiormente sulla parte azionaria EMU e globale e modifica il mix sulla componente obbligazionaria con un ampliamento del range di azione sul credito investment grade e high yield e sulla parte obbligazionaria emergente al fine di offrire una maggiore esposizione a rendimenti interessanti.“Attenti, reattivi e disciplinati: queste sono le caratteristiche del team di Asset Management di Credit Suisse” afferma Walter Markus Sperb alla guida della divisione da oltre 9 anni. “Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito ha sempre riscontrato un grande interesse da parte della nostra clientela perché rispondeva alla chiara esigenza di offrire rendimenti stabili nel tempo. Oggi abbiamo optato per un’allocazione più articolata e”, continua Sperb, “con nuove condizioni di mercato vogliamo continuare a cogliere le migliori opportunità cercando di mantenere un profilo di rischio conservativo”.

Credit Suisse Asset Management modifica i limiti di investimento del pluripremiato Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito per renderlo più flessibile, alla luce del nuovo contesto dei mercati finanziari.

Rendimenti stabili e ridotta esposizione alla volatilità dei mercati, sembrano essere oggi le principali richieste degli investitori, in uno scenario caratterizzato da bassi tassi di interesse e alta volatilità. Il pluripremiato Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito, nato nel 1994, si posiziona come soluzione multi asset bilanciata con l’obiettivo di conseguire un rendimento interessante facendo leva sulle migliori opportunità a livello globale. Il comprovato processo di investimento che combina le competenze globali di Credit Suisse Asset Management all’eccellente know-how del gestore basato a Milano Francesco Spadaccia hanno fatto ottenere al fondo il premio Lipper negli anni 2015 e 2016 nella categoria “Mixed Asset EUR Conservativo – Globale a 3 anni”.

Da qualche settimana, coerentemente con l'attuale contesto di mercato, il gestore ha adottato un approccio più flessibile. Il fondo, pur mantenendo invariata la componente azionaria del portafoglio, si focalizza maggiormente sulla parte azionaria EMU e globale e modifica il mix sulla componente obbligazionaria con un ampliamento del range di azione sul credito investment grade e high yield e sulla parte obbligazionaria emergente al fine di offrire una maggiore esposizione a rendimenti interessanti.

“Attenti, reattivi e disciplinati: queste sono le caratteristiche del team di Asset Management di Credit Suisse” afferma Walter Markus Sperb alla guida della divisione da oltre 9 anni. “Credit Suisse (Lux) Portfolio Fund Reddito ha sempre riscontrato un grande interesse da parte della nostra clientela perché rispondeva alla chiara esigenza di offrire rendimenti stabili nel tempo. Oggi abbiamo optato per un’allocazione più articolata e”, continua Sperb, “con nuove condizioni di mercato vogliamo continuare a cogliere le migliori opportunità cercando di mantenere un profilo di rischio conservativo”.

Premi per ascoltare l'articolo!