Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

Materie prime

Una Fed più timida riaccenderà la voglia di oro?

Recentemente l'oro ha scambiato all’interno di una forchetta di prezzo ristretta, con una tendenza rialzista alimentata dalla speculazione che la Fed potrebbe prendersi una pausa nel suo rialzo dei tassi. Il 28 novembre, il presidente Powell ha accennato al fatto che i tassi di interesse sono attualmente "appena al di sotto" del tasso neutro.

Leggi tutto...

L’uscita del Qatar e la prossima riunione dell’OPEC

Oggi il settore delle commodity è in fermento. Le correzioni al rialzo arrivano dopo il G20 che si è concluso lo scorso weekend. Gli Stati Uniti hanno ammorbidito la propria posizione sul commercio con la Cina, offrendo una tregua di 90 giorni sul rincaro delle tariffe che sarebbe dovuto entrare in vigore su 200 miliardi di dollari di importazioni.

Leggi tutto...

Oro e palladio, prezzi in crescita

Dopo diversi mesi di sottoperformance, a ottobre i prezzi dell'oro sono cresciuti, facendo vacillare il mercato. Gli short in futures sull'oro si sono accumulati in risposta all'inazione della materia prima. Nella prima settimana di ottobre, la posizione corta netta nei futures sull'oro è salita al livello più alto dal febbraio 2001.

Leggi tutto...

Metalli industriali, l’appetito del Dragone non sembra destinato a calare

Fondamentali più rigidi, evidenti dal calo dei livelli delle scorte e dalla forte domanda, hanno contribuito a contrastare il calo del complesso dei metalli industriali nel mezzo della direzione intrapresa dai mercati azionari globali. Il PIL cinese, più debole del previsto (6,5% a/a contro il 6,6% a/a previsto per il terzo trimestre del 2018), ha raggiunto il livello più basso dal primo trimestre del 2009, pesando sul sentiment.

Leggi tutto...

Greggio verso una stabilizzazione del prezzo fra i 65 e i 70 dollari al barile nei prossimi mesi

Il calo del 20% del greggio rispetto ai massimi di ottobre ha spinto gli operatori del mercato a sostenere che uno dei fattori chiave per il sell-off è stata l’annuncio di deroghe da parte degli Stati Uniti per consentire ai paesi di aggirare le nuove sanzioni imposte sull'acquisto di petrolio iraniano.

Leggi tutto...

Market Quotes by TradingView
Premi per ascoltare l'articolo!