Premi per ascoltare l'articolo!

NEWS: Ora è possibile ascoltare i nostri contenuti cliccando sulla icona “audio"

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Si tratta chiaramente di una settimana chiave, principalmente in ragione delle riunioni delle banche centrali (FED, BCE e BOJ), a cui si aggiunge la release di un importante set di dati macroeconomici e le scadenze tecniche sui mercati derivati. Dal punto di vista delle reazioni delle banche centrali, sebbene le politiche delle banche centrali siano in divergenza, con la FED in una fase avanzata di tightening e BCE e BOJ ancora in quella allentamento monetario, in eToro ci attendiamo unimpostazione complessivamente dovish da parte dei banchieri centrali, nellottica di proseguire in una graduale di rimozione degli aiuti monetari, salvaguardando la stabilita dei mercati finanziari e delleconomia reale. Non possiamo non considerare in questo scenario un possibile continuo della strategia della Fed di rialzo dei tassi, attualmente il mercato sconta oltre 3 rialzi dei tassi per questanno e le aspettative sono per un rialzo di 25bps in questo meeting. Tuttavia le indicazioni verranno sul fronte del Dot Plot, ossia delle proiezioni dei tassi negli anni successivi e su eventuali indicazioni in ordine ai potenziali impatti di una guerra commerciale sulleconomia americana. Dal fronte della BOJ e della BCE non ci attendiamo scostamenti significativi rispetto alla politica di controllo della curva dei rendimenti. La BCE in realtà è quella su cui le aspettative sono più alte: le anticipazioni di Praet in ordine alla fine del QE e la recente tensione sui rendimenti dei titoli di stato italiani rendono questa riunione BCE particolarmente significativa in relazione alle future scelte di normalizzazione della politica monetaria europea. Edoardo Fusco Femiano - market analyst - eToro

Si tratta chiaramente di una settimana chiave, principalmente in ragione delle riunioni delle banche centrali (FED, BCE e BOJ), a cui si aggiunge la release di un importante set di dati macroeconomici e le scadenze tecniche sui mercati derivati.

Dal punto di vista delle reazioni delle banche centrali, sebbene le politiche delle banche centrali siano in divergenza, con la FED in una fase avanzata di tightening e BCE e BOJ ancora in quella allentamento monetario, in eToro ci attendiamo un'impostazione complessivamente dovish da parte dei banchieri centrali, nell'ottica di proseguire in una graduale di rimozione degli aiuti monetari, salvaguardando la stabilita dei mercati finanziari e dell'economia reale.

Non possiamo non considerare in questo scenario un possibile continuo della strategia della Fed di rialzo dei tassi, attualmente il mercato sconta oltre 3 rialzi dei tassi per quest'anno e le aspettative sono per un rialzo di 25bps in questo meeting. Tuttavia le indicazioni verranno sul fronte del Dot Plot, ossia delle proiezioni dei tassi negli anni successivi e su eventuali indicazioni in ordine ai potenziali impatti di una guerra commerciale sull'economia americana. Dal fronte della BOJ e della BCE non ci attendiamo scostamenti significativi rispetto alla politica di controllo della curva dei rendimenti. La BCE in realtà è quella su cui le aspettative sono più alte: le anticipazioni di Praet in ordine alla fine del QE e la recente tensione sui rendimenti dei titoli di stato italiani rendono questa riunione BCE particolarmente significativa in relazione alle future scelte di normalizzazione della politica monetaria europea.


Edoardo Fusco Femiano - market analyst - eToro

Premi per ascoltare l'articolo!