Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! La decisione unanime di lasciare invariati i tassi era ampiamente attesa, considerato il protrarsi di complessità e incertezza legate ai negoziati per la Brexit. Tuttavia ci aspettiamo che le incertezze politiche diminuiranno a fine anno, con l’attenzione che sarà maggiormente concentrata sull’incremento dei tassi di interesse; il tasso di disoccupazione ha raggiunto i minimi storici degli ultimi 44 anni e la crescita nominale e reale dei salari è in aumento, mentre l’inflazione sta raggiungendo moderatamente il target. Il Governatore della BoE Mark Carney ha commentato che l’incremento dei consumi delle famiglie comporta un rischio upside per la crescita, dovuto a una crescita più stabile dei salari. Carney ha inoltre sottolineato che le maggiori certezze in ambito politico porteranno a migliori investimenti in termini di business. Ecco perché si prevede che le linee guida delle Banche Centrali indirizzate verso un incremento dei tassi “graduale” ma allo stesso tempo “limitato” restino invariate. Dato che il mercato si aspetta una stretta monetaria non prima del terzo trimestre del 2020, riteniamo che un ribilanciamento delle aspettative della BoE a seguito del calo delle incertezza legata a Brexit porterà a una sottoperformance dei tassi nel Regno Unito. Questo comprende anche i rendimenti reali, che verso la fine dello scorso anno hanno sovraperformato a causa dei timori di un no-deal inflazionistico sulla Brexit.  

La decisione unanime di lasciare invariati i tassi era ampiamente attesa, considerato il protrarsi di complessità e incertezza legate ai negoziati per la Brexit.

Tuttavia ci aspettiamo che le incertezze politiche diminuiranno a fine anno, con l’attenzione che sarà maggiormente concentrata sull’incremento dei tassi di interesse; il tasso di disoccupazione ha raggiunto i minimi storici degli ultimi 44 anni e la crescita nominale e reale dei salari è in aumento, mentre l’inflazione sta raggiungendo moderatamente il target.

Il Governatore della BoE Mark Carney ha commentato che l’incremento dei consumi delle famiglie comporta un rischio upside per la crescita, dovuto a una crescita più stabile dei salari. Carney ha inoltre sottolineato che le maggiori certezze in ambito politico porteranno a migliori investimenti in termini di business. Ecco perché si prevede che le linee guida delle Banche Centrali indirizzate verso un incremento dei tassi “graduale” ma allo stesso tempo “limitato” restino invariate.

Dato che il mercato si aspetta una stretta monetaria non prima del terzo trimestre del 2020, riteniamo che un ribilanciamento delle aspettative della BoE a seguito del calo delle incertezza legata a Brexit porterà a una sottoperformance dei tassi nel Regno Unito. Questo comprende anche i rendimenti reali, che verso la fine dello scorso anno hanno sovraperformato a causa dei timori di un no-deal inflazionistico sulla Brexit.

 

Premi per ascoltare l'articolo!