Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! doValue, già doBank S.p.A., aderisce all’iniziativa LifeGate PlasticLess® e sostiene il Porto Turistico di Roma che si dota di un dispositivo, il Seabin, in grado di raccogliere i rifiuti plastici dal mare e contribuire alla diminuzione dell’inquinamento balneare.PlasticLess® è il progetto di LifeGate dedicato alla salvaguardia dei mari italiani nei quali convogliano quasi 90 tonnellate di plastica ogni giorno. Grazie a LifeGate e a doValue è stato posizionato oggi a Ostia, nel Porto Turistico di Roma, l’innovativo Seabin di LifeGate, in grado di catturare dalla superficie dell’acqua circa 1,5 chilogrammi di detriti al giorno, ovvero oltre mezza tonnellata di rifiuti all’anno, comprese le microplastiche fino a 2 millimetri di diametro e le microfibre fino a 0,3 mm.Apparecchio di raccolta dei rifiuti galleggianti, ideato da due australiani, il “cestino del mare” può funzionare 24 ore al giorno ed è straordinariamente efficace in aree come i porti, all’interno dei quali convergono i rifiuti in mare per l’azione dei venti e delle correnti. Da settembre 2018 i dispositivi hanno raccolto più di due tonnellate di rifiuti galleggianti, pari al peso di quasi 140 mila bottigliette di plastica.“Siamo felici di iniziare questa collaborazione con doValue, già nostro Partner da anni, valido alleato alla prima sfida italiana rivolta alla pulizia dei mari dai rifiuti plastici” - spiega Enea Roveda, CEO di LifeGate - “Dopo il successo del primo anno di attività, l’obiettivo è quello di continuare questo percorso per diffondere la presenza dei Seabin di LifeGate PlasticLess® in tutto il territorio nazionale e nel resto di Europa, ridurre i rifiuti plastici presenti nelle acque dei nostri mari, laghi e fiumi e creare maggiore consapevolezza su questa problematica ambientale oggi così importante”.“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del progetto LifeGate PlasticLess® e siamo orgogliosi che il primo dispositivo Seabin del Lazio porti la nostra firma” - dichiara il Presidente di doValue Ambasciatore Giovanni Castellaneta - “Questo progetto riflette l’attenzione di doValue ai temi di Corporate Social Responsibility, certi che con il contributo di ciascuno si possa fare la differenza e generare valore per il territorio”.E con soddisfazione che constatiamo di essere il primo Porto turistico del Lazio ad installare il Seabin e aderire al progetto LifeGate PlasticLess” – afferma Donato Pezzuto, Amministratore della società Porto Turistico di Roma - “La nostra struttura portuale da qualche anno ha avviato la raccolta differenziata con AMA e ha organizzato diverse iniziative per sensibilizzare gli utenti del porto e la cittadinanza sul tema della tutela dellambiente marino. E un tema che ci sta particolarmente a cuore e linstallazione del Seabin ci permette di rafforzare la nostra azione quotidiana tesa a salvaguardare il mare.. Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

doValue, già doBank S.p.A., aderisce all’iniziativa LifeGate PlasticLess® e sostiene il Porto Turistico di Roma che si dota di un dispositivo, il Seabin, in grado di raccogliere i rifiuti plastici dal mare e contribuire alla diminuzione dell’inquinamento balneare.

PlasticLess® è il progetto di LifeGate dedicato alla salvaguardia dei mari italiani nei quali convogliano quasi 90 tonnellate di plastica ogni giorno. Grazie a LifeGate e a doValue è stato posizionato oggi a Ostia, nel Porto Turistico di Roma, l’innovativo Seabin di LifeGate, in grado di catturare dalla superficie dell’acqua circa 1,5 chilogrammi di detriti al giorno, ovvero oltre mezza tonnellata di rifiuti all’anno, comprese le microplastiche fino a 2 millimetri di diametro e le microfibre fino a 0,3 mm.

Apparecchio di raccolta dei rifiuti galleggianti, ideato da due australiani, il “cestino del mare” può funzionare 24 ore al giorno ed è straordinariamente efficace in aree come i porti, all’interno dei quali convergono i rifiuti in mare per l’azione dei venti e delle correnti. Da settembre 2018 i dispositivi hanno raccolto più di due tonnellate di rifiuti galleggianti, pari al peso di quasi 140 mila bottigliette di plastica.

“Siamo felici di iniziare questa collaborazione con doValue, già nostro Partner da anni, valido alleato alla prima sfida italiana rivolta alla pulizia dei mari dai rifiuti plastici” - spiega Enea Roveda, CEO di LifeGate - “Dopo il successo del primo anno di attività, l’obiettivo è quello di continuare questo percorso per diffondere la presenza dei Seabin di LifeGate PlasticLess® in tutto il territorio nazionale e nel resto di Europa, ridurre i rifiuti plastici presenti nelle acque dei nostri mari, laghi e fiumi e creare maggiore consapevolezza su questa problematica ambientale oggi così importante”.

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del progetto LifeGate PlasticLess® e siamo orgogliosi che il primo dispositivo Seabin del Lazio porti la nostra firma” - dichiara il Presidente di doValue Ambasciatore Giovanni Castellaneta - “Questo progetto riflette l’attenzione di doValue ai temi di Corporate Social Responsibility, certi che con il contributo di ciascuno si possa fare la differenza e generare valore per il territorio”.

"E' con soddisfazione che constatiamo di essere il primo Porto turistico del Lazio ad installare il Seabin e aderire al progetto LifeGate PlasticLess” – afferma Donato Pezzuto, Amministratore della società Porto Turistico di Roma - “La nostra struttura portuale da qualche anno ha avviato la raccolta differenziata con AMA e ha organizzato diverse iniziative per sensibilizzare gli utenti del porto e la cittadinanza sul tema della tutela dell'ambiente marino. E' un tema che ci sta particolarmente a cuore e l'installazione del Seabin ci permette di rafforzare la nostra azione quotidiana tesa a salvaguardare il mare"..


Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

Premi per ascoltare l'articolo!