Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Il Consiglio di Amministrazione di Generalfinance SpA ha attribuito ieri a Ugo Colombo il ruolo di Chief Financial Officer della società. Il manager ha svolto il medesimo ruolo di CFO nell’ambito del Gruppo bancario Credito Valtellinese, dove ha maturato un’esperienza di circa vent’anni. La nomina del CFO segue l’approvazione, nel corso del 2018, di un progetto di riorganizzazione della Società, che ha già visto l’inserimento in organico di professionalità di elevato profilo a presidio e sviluppo di diverse aree operative, nell’ottica di rafforzare ulteriormente le competenze interne. Il gruppo finanziario ha in particolare potuto contare sul recente ingresso di due manager: Massimo Racca, proveniente da Banco BPM, nuovo amministratore delegato di GGH – Gruppo General Holding (holding che detiene la maggioranza del capitale di Generalfinance) e Stefano Biondini, dal gruppo Intesa Sanpaolo, che ha assunto la direzione della funzione di “Information Technology” di Generalfinance. La designazione del CFO – cui sono state attribuite responsabilità anche nell’area investor relations alla luce dell’esperienza maturata da Colombo nel gruppo quotato di provenienza – si inserisce in un contesto di forte crescita delle attività aziendali nell’ambito del nuovo piano industriale 2019-2021; piano che, con un obiettivo di turnover a circa 1,2 miliardi di Euro al 2021, è finalizzato ad una adeguata valorizzazione di Generalfinance anche attraverso un’operazione di quotazione delle azioni della società “L’ingresso di Ugo Colombo nell’organico della nostra società - commenta Massimo Gianolli, CEO di Generalfinance - si inserisce nella riorganizzazione prevista dal piano industriale, al quale stiamo dando puntuale esecuzione. A gennaio abbiamo firmato un finanziamento in pool con primari istituti di credito, che ci garantirà il funding necessario all’espansione del nostro business. Inoltre, - prosegue Gianolli - stiamo aumentando il presidio commerciale nel mercato del factoring: a giugno 2019 l’erogato ha superato i 200 milioni di euro con una crescita del 30% circa sul primo semestre 2018. L’ingresso di Ugo Colombo si inserisce nel progetto di rafforzamento del management team, messo a punto per garantire una solida crescita operativa di Generalfinance e la realizzazione degli ambiziosi obiettivi industriali e finanziari che ci siamo prefissati”. Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

Il Consiglio di Amministrazione di Generalfinance SpA ha attribuito ieri a Ugo Colombo il ruolo di Chief Financial Officer della società. Il manager ha svolto il medesimo ruolo di CFO nell’ambito del Gruppo bancario Credito Valtellinese, dove ha maturato un’esperienza di circa vent’anni. La nomina del CFO segue l’approvazione, nel corso del 2018, di un progetto di riorganizzazione della Società, che ha già visto l’inserimento in organico di professionalità di elevato profilo a presidio e sviluppo di diverse aree operative, nell’ottica di rafforzare ulteriormente le competenze interne. Il gruppo finanziario ha in particolare potuto contare sul recente ingresso di due manager: Massimo Racca, proveniente da Banco BPM, nuovo amministratore delegato di GGH – Gruppo General Holding (holding che detiene la maggioranza del capitale di Generalfinance) e Stefano Biondini, dal gruppo Intesa Sanpaolo, che ha assunto la direzione della funzione di “Information Technology” di Generalfinance.

La designazione del CFO – cui sono state attribuite responsabilità anche nell’area investor relations alla luce dell’esperienza maturata da Colombo nel gruppo quotato di provenienza – si inserisce in un contesto di forte crescita delle attività aziendali nell’ambito del nuovo piano industriale 2019-2021; piano che, con un obiettivo di turnover a circa 1,2 miliardi di Euro al 2021, è finalizzato ad una adeguata valorizzazione di Generalfinance anche attraverso un’operazione di quotazione delle azioni della società

“L’ingresso di Ugo Colombo nell’organico della nostra società - commenta Massimo Gianolli, CEO di Generalfinance - si inserisce nella riorganizzazione prevista dal piano industriale, al quale stiamo dando puntuale esecuzione. A gennaio abbiamo firmato un finanziamento in pool con primari istituti di credito, che ci garantirà il funding necessario all’espansione del nostro business. Inoltre, - prosegue Gianolli - stiamo aumentando il presidio commerciale nel mercato del factoring: a giugno 2019 l’erogato ha superato i 200 milioni di euro con una crescita del 30% circa sul primo semestre 2018. L’ingresso di Ugo Colombo si inserisce nel progetto di rafforzamento del management team, messo a punto per garantire una solida crescita operativa di Generalfinance e la realizzazione degli ambiziosi obiettivi industriali e finanziari che ci siamo prefissati”.


Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Comunicati Stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.

Premi per ascoltare l'articolo!