Premi per ascoltare l'articolo!

Premi per aprire il sito LMF International

  Premi per ascoltare l'articolo! Per migliorare la propria situazione economica personale e gestire i propri risparmi in un’ottica di futuro, è bene seguire cinque semplici consigli per utilizzare al meglio il Lending Crowdfunding come strumento di finanza alternativa: Diversificare il proprio portafoglio investimenti informandosi sulle tendenze dei diversi settori dei progetti proposti sulla piattaforma Diversificare il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia assicurato o meno Diversificare il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia per lo sviluppo aziendale di una PMI oppure di una Start-Up o una micro-impresa Investire piccoli importi su più progetti affinché eventuali inadempienze da parte delle aziende non vadano ad impattare sul portafoglio complessivo e non comportino perdite significative del capitale investito Non investire denaro al di sopra delle proprie capacità e della propria personale propensione al rischio Il Lending Crowdfunding, come qualunque altro strumento di investimento presente sul mercato, compresi i canali finanziari tradizionali, presenta un rischio sebbene a fronte di rendimenti maggiori. È per questo motivo che è importante diversificare il proprio portafoglio investimenti. The Social Lender aiuta chi investe a ridurre al minimo i rischi e a proteggere il proprio capitale: The Social Lender è uno strumento digitale autorizzato e vigilato da un istituto bancario utilizzabile 24 ore su 24 con nessun costo di gestione. La piattaforma, insieme all’Istituto di Pagamento di cui la piattaforma stessa è agente, applica ed attiva le Risk Procedures necessarie, unitamente all’AML-CTF (anti-money laundering e counter-terrorism financing), al KYC (know your customer) e al PEP Status Verification (politically exposed). The Social Lender offre la possibilità di assicurare il capitale investito: le aziende richiedenti possono, infatti, contrarre una polizza assicurativa a copertura del prestito, che interviene in favore degli investitori. In questo modo, la Copertura Assicurativa interviene qualora l’impresa andasse in default, restituendo a tutti gli investitori l’intero importo/capitale prestato. In caso di necessità, la piattaforma si fa carico anche di tutte le attività di Recupero Crediti, svolgendo sia operazioni di carattere giudiziale che stragiudiziale. Il tasso d’interesse sul capitale investito è fisso per tutta la durata del finanziamento, senza nessun costo nascosto. Gli interessi sono remunerati in anticipo per il primo anno e ogni tre mesi dal secondo anno, fino alla restituzione del capitale investito. Il Team di The Social Lender verifica che le transazioni in uscita siano coerenti con lo sviluppo e la crescita di ogni progetto, affinché ci sia la massima trasparenza nell’utilizzo della liquidità destinata all’azienda. Periodicamente gli investitori vengono informati sull’andamento dei progetti su cui è stato investito denaro. Ogni progetto d’impresa, per poter essere proposto sulla piattaforma, deve rispettare determinati criteri di selezione, fattibilità e sostenibilità individuati da The Social Lender. Ogni progetto viene analizzato sia attraverso algoritmi e matrici informatiche, sia da risorse umane il cui giudizio e punto di vista resta comunque insostituibile. Le analisi svolte sono fondamentali al fine di proporre agli investitori solo imprese che hanno ottenuto un risultato positivo e presentano un alto potenziale di successo sul mercato. Altrettanto importante è il confronto con l’imprenditore che, puntualmente, avviene in concomitanza delle analisi sui “numeri”. The Social Lender lascia agli investitori completa autonomia decisionale sui progetti da finanziare e allammontare da destinare, a seconda del livello di rischio di investimento e in base ai personali interessi verso i settori merceologici. Il Lending Crowdfunding, oltre ad essere uno strumento per migliorare la situazione economica di chi investe, in maniera sicura e remunerativa, consente anche di intervenire attivamente sull’economia reale del Paese, favorendone la crescita. Lending Crowdfunding è infatti sinonimo di Social Lending, ovvero un canale finanziario che agisce a livello sociale, etico e civile, supportando lo sviluppo di realtà imprenditoriali medio-piccole o di recente costituzione attraverso l’investimento diretto da parte di finanziatori privati o istituzionali. In questo modo, attraverso il Social Lending, è possibile aiutare le imprese a crescere, supportando lo sviluppo dell’economia italiana e favorendo un potenziale aumento dell’occupazione.

Per migliorare la propria situazione economica personale e gestire i propri risparmi in un’ottica di futuro, è bene seguire cinque semplici consigli per utilizzare al meglio il Lending Crowdfunding come strumento di finanza alternativa:

  1. Diversificare il proprio portafoglio investimenti informandosi sulle tendenze dei diversi settori dei progetti proposti sulla piattaforma
  2. Diversificare il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia assicurato o meno
  3. Diversificare il valore investito e la tipologia di investimento a seconda che il progetto scelto sulla piattaforma sia per lo sviluppo aziendale di una PMI oppure di una Start-Up o una micro-impresa
  4. Investire piccoli importi su più progetti affinché eventuali inadempienze da parte delle aziende non vadano ad impattare sul portafoglio complessivo e non comportino perdite significative del capitale investito
  5. Non investire denaro al di sopra delle proprie capacità e della propria personale propensione al rischio

Il Lending Crowdfunding, come qualunque altro strumento di investimento presente sul mercato, compresi i canali finanziari tradizionali, presenta un rischio sebbene a fronte di rendimenti maggiori. È per questo motivo che è importante diversificare il proprio portafoglio investimenti.

The Social Lender aiuta chi investe a ridurre al minimo i rischi e a proteggere il proprio capitale:

  1. The Social Lender è uno strumento digitale autorizzato e vigilato da un istituto bancario utilizzabile 24 ore su 24 con nessun costo di gestione. La piattaforma, insieme all’Istituto di Pagamento di cui la piattaforma stessa è agente, applica ed attiva le Risk Procedures necessarie, unitamente all’AML-CTF (anti-money laundering e counter-terrorism financing), al KYC (know your customer) e al PEP Status Verification (politically exposed).
  2. The Social Lender offre la possibilità di assicurare il capitale investito: le aziende richiedenti possono, infatti, contrarre una polizza assicurativa a copertura del prestito, che interviene in favore degli investitori. In questo modo, la Copertura Assicurativa interviene qualora l’impresa andasse in default, restituendo a tutti gli investitori l’intero importo/capitale prestato. In caso di necessità, la piattaforma si fa carico anche di tutte le attività di Recupero Crediti, svolgendo sia operazioni di carattere giudiziale che stragiudiziale.
  3. Il tasso d’interesse sul capitale investito è fisso per tutta la durata del finanziamento, senza nessun costo nascosto. Gli interessi sono remunerati in anticipo per il primo anno e ogni tre mesi dal secondo anno, fino alla restituzione del capitale investito.
  4. Il Team di The Social Lender verifica che le transazioni in uscita siano coerenti con lo sviluppo e la crescita di ogni progetto, affinché ci sia la massima trasparenza nell’utilizzo della liquidità destinata all’azienda. Periodicamente gli investitori vengono informati sull’andamento dei progetti su cui è stato investito denaro.
  5. Ogni progetto d’impresa, per poter essere proposto sulla piattaforma, deve rispettare determinati criteri di selezione, fattibilità e sostenibilità individuati da The Social Lender. Ogni progetto viene analizzato sia attraverso algoritmi e matrici informatiche, sia da risorse umane il cui giudizio e punto di vista resta comunque insostituibile. Le analisi svolte sono fondamentali al fine di proporre agli investitori solo imprese che hanno ottenuto un risultato positivo e presentano un alto potenziale di successo sul mercato. Altrettanto importante è il confronto con l’imprenditore che, puntualmente, avviene in concomitanza delle analisi sui “numeri”.
  6. The Social Lender lascia agli investitori completa autonomia decisionale sui progetti da finanziare e all'ammontare da destinare, a seconda del livello di rischio di investimento e in base ai personali interessi verso i settori merceologici.

Il Lending Crowdfunding, oltre ad essere uno strumento per migliorare la situazione economica di chi investe, in maniera sicura e remunerativa, consente anche di intervenire attivamente sull’economia reale del Paese, favorendone la crescita. Lending Crowdfunding è infatti sinonimo di Social Lending, ovvero un canale finanziario che agisce a livello sociale, etico e civile, supportando lo sviluppo di realtà imprenditoriali medio-piccole o di recente costituzione attraverso l’investimento diretto da parte di finanziatori privati o istituzionali. In questo modo, attraverso il Social Lending, è possibile aiutare le imprese a crescere, supportando lo sviluppo dell’economia italiana e favorendo un potenziale aumento dell’occupazione.

Premi per ascoltare l'articolo!