Premi per ascoltare l'articolo!

NEWS: Ora è possibile ascoltare i nostri contenuti cliccando sulla icona “audio"

Premi per aprire il sito LMF International

News

2018, verso una maggiore selettività

Il 2017 è stato un anno positivo per le asset class più rischiose. Con un rendimento strutturale negativo sui mercati monetari, gli investitori hanno dovuto orientarsi verso l’equity, in particolare verso l’azionario asiatico (incluso quello giapponese), le azioni growth USA o le small cap europee.

Leggi tutto...

I lupi di Wall Street? Non mordono.

Un nuovo studio ridimensiona la teoria di una concorrenza commerciale "bellicosa" sui mercati finanziari, e mostra che i mercati globali sindacati adottano un approccio relazionale alla concorrenza.

Leggi tutto...

il 2018 degli Emergenti, buone prospettive e tre rischi

Prevediamo una crescita globale del 3,3% nel 2018, leggermente superiore al 3,2% atteso per il 2017. La congiuntura dovrebbe continuare a sostenere il commercio mondiale, con effetti positivi per i mercati emergenti, per i quali stimiamo un tasso di crescita aggregato del 4,9% nel 2018, in linea con il 4,9% previsto nel 2017.

Leggi tutto...

Il debito dei Mercati Emergenti non deve temere la Fed

Come gli elefanti, gli investitori hanno una buona memoria. Per coloro che investono nel debito dei Mercati Emergenti, due episodi avvenuti negli anni ’90 sono ben impressi in mente: il quasi default del Messico e la crisi finanziaria asiatica, entrambi in parte guidati dall’aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti che ha portato scompiglio nelle valute di diversi Paesi.

Leggi tutto...

BCE verso l'estensione del QE?

Stando alle ultime minute della Banca Centrale Europea, le future comunicazioni dell’istituto di Francoforte evolveranno gradualmente se l’attività economica continuerà a espandersi, una visione ampiamente condivisa tra i membri del Consiglio Direttivo.

Leggi tutto...

2018, Asia sempre meno vulnerabile al protezionismo USA

Nel 2017 i principali mercati azionari hanno registrato un forte rialzo, poiché le aspettative di politiche protezionistiche dell'inizio dell'anno non si sono mai concretizzate, mentre i prezzi delle materie prime e le dinamiche del commercio mondiale si sono ripresi.

Leggi tutto...

Giappone, l’onda lunga di Abe anche nel 2018

Il primo semestre del 2017 ha mostrato segnali di incoraggiamento, in particolar modo con la stabilizzazione dello yen ad un livello più basso rispetto alle caute previsioni di utili societari.

Leggi tutto...

Premi per ascoltare l'articolo!