Fire acquista da Banca Patavina portafoglio NPE

-

Il Gruppo Fire, 1° player indipendente in Italia nella gestione del credito, ha annunciato l’acquisto di un portafoglio di crediti NPE da Banca Patavina Credito Cooperativo di Sant’Elena e Piove di Sacco per un valore nominale lordo (GBV) di circa 9 milioni di euro.

L’operazione, che si colloca all’interno del piano di consolidamento del Gruppo nel mercato dell’acquisto crediti e per la quale Fire ha sottoscritto la totalità delle notes emesse, ha riguardato un portafoglio caratterizzato per il 77% del GBV da crediti secured, garantiti prevalentemente da immobili residenziali. La cessione è stata condotta attraverso il veicolo di cartolarizzazione Omaha S.p.v., con Centotrenta Servicing S.p.A. in qualità di Master Servicer e ARAM Capital quale advisor della banca.

Il valore complessivo delle sofferenze gestite dal Gruppo Fire è di oltre 7 miliardi di euro, di cui 5 miliardi di euro provengono da portafogli di NPL ceduti.

Sergio Bommarito, Group Chairman & CEO, commenta: “L’acquisto di un ulteriore portafoglio NPE, a distanza di poche settimane dalla nostra più recente operazione in area UtP, conferma la determinazione con cui il Gruppo intende perseguire la propria strategia di incremento degli investimenti in crediti deteriorati. La nuova operazione va a rafforzare ulteriormente il nostro posizionamento in qualità di investitore per l’acquisto di posizioni classificate a sofferenza”.