Buone opportunità per chi risponde ai bisogni critici del pianeta e della società

-
- Advertising -

I mercati azionari globali hanno visto una significativa volatilità nel 2021 guidata da inflazione, aspettative sui tassi d’interesse e carenza di materie prime. Sebbene queste tendenze possano persistere e causare periodi in cui la performance del mercato è guidata da fattori di stile, rimaniamo concentrati sui fondamentali delle società e sulle loro prospettive a lungo termine. La volatilità dei mercati può infatti offrire l’opportunità di acquistare a valutazioni interessanti società esposte a megatrend di grande impatto. Abbiamo riscontrato positivamente che la maggior parte delle società in portafoglio ha battuto le stime e migliorato la guidance nel corso del 2021, a conferma del forte interesse verso beni e servizi che rispondono a bisogni urgenti del mondo.

L’inflazione è una delle principali preoccupazioni degli investitori per il prossimo anno. La nostra opinione è che i problemi nella catena di approvvigionamento, conseguenti alla riapertura globale, continueranno a spingere i prezzi verso l’alto. Questo, unito a un’impennata della domanda post Covid e agli effetti di base, esacerberà ulteriormente l’attuale isteria dell’inflazione. Crediamo però si tratti di una situazione transitoria e non riteniamo che i recenti aumenti dei prezzi siano permanenti. In quanto investitori a lungo termine, ci concentriamo sui megatrend che crediamo si svilupperanno nei prossimi cinque anni e oltre. A tal fine, vediamo le tendenze strutturali a lungo termine come deflazionistiche, guidate dai progressi tecnologici, dalla demografia, dal rallentamento della crescita in Cina e dagli elevati livelli di debito.

- Advertising -

Per la nostra strategia Impact Opportunities investiamo in società che stanno fornendo soluzioni innovative ai bisogni critici del pianeta e della società. Come tali, sono esposte a fonti di domanda scalabili e durature. Dopo questa impennata dei prezzi, ci aspettiamo che la crescita tenda a diminuire, così come l’inflazione, favorendo i titoli di qualità e growth, dove è posizionato il nostro portafoglio. Privilegiamo il settore sanitario e quello finanziario, attualmente esposti a forti megatrend e anche con una storia di difesa dei margini e di crescita degli utili a lungo termine.