News

USA, salari in accelerazione. E i margini?

Olivier De Berranger -

Il principale tema di preoccupazione durante l’anno, prima che si agitasse sui mercati lo spettro del protezionismo, era stato quello dell’occupazione americana e, in particolare, dell’inflazione salariale. Attestatasi a febbraio su un livello ben superiore alle attese aveva alimentato il timore di un’accelerazione, o addirittura di una sbandata, dell’inflazione negli… Continua »


Elezioni presidenziali in Brasile, per chi tifano i mercati?

Maarten-Jan Bakkum -

Le elezioni in Brasile arrivano in un momento difficile, con i candidati presidenziali che subiscono la forte pressione del mercato per presentare un piano credibile di riduzione del disavanzo fiscale. Se il prossimo presidente, che sarà eletto in ottobre, non porterà proposte efficaci per controllare gli investimenti in sicurezza sociale,… Continua »


Mercati di Frontiera, opportunità dentro e fuori dall’indice

Oliver Bell -

Di recente sono apparsi diversi report che mettono in discussione la sostenibilità a lungo termine delle strategie di equity incentrate sui Mercati di Frontiera. Lo scetticismo deriva sia dall’upgrade dell’Argentina dal Frontier Markets Index all’Emerging Markets Index, recentemente annunciato da MSCI e previsto per il prossimo anno, sia dalla notizia… Continua »


Emergenti, guardare oltre Turchia e Argentina

Koon Chow -

Le forze del contagio fra gli emergenti hanno spinto molti di questi mercati verso il basso, ma hanno contemporaneamente creato opportunità di investimento. I problemi economici di Turchia e Argentina e il calo dei prezzi degli asset sono stati la fonte del contagio, portando gli investitori a vendere asset anche… Continua »


Indicatori di acquisti selettivi all’orizzonte

Michele De Michelis -

Se pensiamo che la storia si ripeta, dobbiamo necessariamente analizzare alcuni fenomeni che regolarmente si verificano sui mercati finanziari e che spesso generano anche ottime opportunità di acquisto purché si sia disposti a sopportare il fatto che il punto di entrata potrebbe essere non perfetto e quindi si possa continuare… Continua »


Eurozona, nessuna novità da meeting BCE ma resta nodo crescita Italia

Gero Jung -

Gli ultimi sondaggi PMI indicano una crescita solida e in fase di stabilizzazione dell’Eurozona, nonostante il calo del sentiment italiano sia evidente. Mentre per la zona Euro nel complesso le letture del PMI di agosto mostrano una crescita del 2,2% del PIL reale – un netto miglioramento rispetto ai dati… Continua »


Turchia, non c’è rischio contagio. Negli USA primi effetti negativi dei dazi

Kim Catechis -

La situazione turca sta decisamente innervosendo i mercati, come dimostra il crollo della lira, per non parlare del ritorno dell’infausta parola ‘contagio’ sui titoli dei giornali. Qualsiasi analista può confermare che, soprattutto nella nostra era algoritmica, l’inerzia del momento tende ad autoalimentarsi: basta solo una piccola spinta per innescare un… Continua »


La BCE è fiduciosa sui mercati e lascerà aperte diverse opzioni

Franck Dixmier -

“Non prevediamo grandi novità dal prossimo incontro della BCE, ma ci aspettiamo un bilanciamento tra la fiducia espressa verso l’Eurozona e l’approccio cauto all’aumento dei tassi”. Non ci attendiamo particolari sorprese dalla prossima riunione della Banca Centrale Europea, in programma il 13 settembre. Gli ultimi dati relativi all’Eurozona probabilmente sosterranno… Continua »


Prospettive d’investimento: i timori sulla crescita aprono nuove opportunità

Jan van Eck -

Mentre, all’inizio dell’anno, investitori ed esperti erano ancora ottimisti sulla crescita globale, nel secondo trimestre è subentrato ovunque un generale disincanto nei confronti dell’andamento economico futuro. Nessun problema di sviluppo in Cina «Molti attori di mercato temevano un calo della crescita economica globale, soprattutto in Cina, cosa che ha effettivamente… Continua »


Dieci anni da Lehman Brothers

Toby Nangle -

Sono passati dieci anni dal fallimento di Lehman Brothers, un momento che nella coscienza collettiva ha segnato il culmine della crisi finanziaria globale. Continuiamo a risentire delle enormi ripercussioni economiche di questo disastro finanziario e dei relativi effetti sul panorama politico. Tuttavia, da allora, gli investitori hanno messo a segno… Continua »