News

World Wealth Report 2018 di Capgemini: gli HNWI superano per la prima volta i 70.000 miliardi di dollari

-

Nonostante a livello globale gli HNWI siano aumentati di 1,6 milioni di unità e abbiano incrementato la propria ricchezza del 10,6%, il loro grado di soddisfazione è in calo Capgemini ha pubblicato oggi il World Wealth Report 2018 (WWR), da cui è emerso che il miglioramento delle condizioni economiche globali… Continua »


India e Malaysia spiccano tra gli emergenti

Rob Neithart -

Considerate le prospettive per il debito emergente e per il segmento high yield, attualmente abbiamo una modesta preferenza per il primo. Non si tratta di una posizione ad alta convinzione come quelle avute talvolta in passato, ma il debito dei mercati emergenti sembra beneficiare di un supporto migliore in termini… Continua »


Lega – M5S, insolita alleanza: tre mosse da considerare per gli investitori

Christopher Gannatti -

Cosa possono aspettarsi gli investitori da questa insolita alleanza tra M5S e Lega? L’ascesa della nuova coalizione di governo sembra essere una delle ragioni della sottoperformance del segmento azionario italiano rispetto agli altri titoli europei e a quelli statunitensi negli ultimi cinque anni. Sul fronte obbligazionario, una delle principali preoccupazioni… Continua »


Colombia: vince il centro-destra

Paul Greer -

Come previsto dai sondaggi, il candidato conservatore di centro-destra Ivan Duque ha vinto il ballottaggio delle elezioni presidenziali in Colombia. È un risultato positivo per i mercati, le politiche di Duque infatti dovrebbero incentivare la fiducia delle imprese e sostenere la ripresa economica in atto. È stata così scongiurata la… Continua »


Giappone e Australia, le due facce della crisi commerciale

Arnaud Masset, Vincent Mivelaz -

Archiviate le decisioni di politica monetaria delle due principali banche centrali del mondo, gli investitori ora stanno riportando la loro attenzione a quelli che potrebbero essere le conseguenze di una guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Da questa mattina le cosiddette monete rifugio come lo yen e il franco… Continua »


Fed, tono più da falco, BCE più colomba. L’attitudine attendista degli investitori si fa più marcata

Amundi Asset Management -

Questa settimana si terranno due eventi importanti e lungamente attesi: la riunione mensile della Fed e quella della BCE. Dopo anni di politiche monetarie ultraaccomodanti, le banche centrali sono ora disposte a ridurre gli stimoli monetari. Innanzitutto è necessario evidenziare le differenze tra i contesti economici delle due aree: negli… Continua »


Economia globale: una ripresa in discussione?

-

Alla vigilia dell’estate del 2018, la crescita globale è solida e resiste nonostante le crescenti incertezze. La ripresa economica in corso potrà essere messa in discussione dall’aumento dei prezzi del petrolio, dalle tensioni commerciali e dall’insediamento di un governo populista in Italia? Un contesto globale ancora favorevole Dopo un’accelerazione significativa… Continua »


Da quantità a qualità, come cambia la crescita cinese

Reinout Schapers -

Da qualunque punto di vista la si guardi, la crescita cinese sta rallentando, e in particolare lo sviluppo degli investimenti obbligazionari – come confermato dai dati domestici. I leader cinesi hanno reso prioritarie la riduzione del rischio, la stabilità finanziaria e il contenimento della leva, e il focus è quindi… Continua »


L’indice Global Exchange Private Equity di State Street archivia il quarto trimestre del 2017 con una crescita del 4,8%

-

Tutte le tre categorie del Private Equity hanno registrato una continua crescita dei rendimenti L’Indice Global Exchange Private Equity (GXPEI) di State Street ha archiviato il quarto trimestre del 2017 con una robusta performance, con un incremento complessivo del 4,78%. I fondi Buyout sono stati il driver delle crescita in… Continua »


Italia: istruzioni per l’uso

Matteo Ramenghi -

Tanti anni fa, la Rai trasmetteva “Italia: istruzioni per l’uso”, un programma che cercava di far luce sulle contraddizioni del nostro Paese. Probabilmente oggi servirebbe qualcosa di simile per gli investitori che si interrogano sul mercato italiano. L’indice MSCI Italy ha perso oltre il 10% dai massimi di maggio per… Continua »