News

Cosa pensare di questo periodo di turbolenze per i mercati azionari

DWS Asset Management -

All’inizio di ottobre i mercati azionari sono stati duramente colpiti. Nelle prime due settimane del mese lo S&P 500 è sceso del 7% circa. Gli analisti hanno subito sottolineato che è il peggiore inizio di quarto trimestre dal 2008. È difficile trovare spiegazioni convincenti: è vero, i rendimenti dei titoli… Continua »


L’ago della bilancia per gli asset di rischio

Mike Biggs, Investment manager delle strategie obbligazionarie Local Emerging Market di GAM Investments -

L’outlook di GAM per la crescita non ha subito modifiche, con il contesto di natura macroeconomica che continua ad essere solido dal punto di vista fondamentale secondo la nostra opinione. Gli ultimi dati PMI sono stati lievemente più bassi, mentre i numeri sull’IP hanno superato le attese. I dati recenti… Continua »


Gli steroidi della politica fiscale Usa spingeranno ancora l’azionario

Thomas Herbert -

Un’ulteriore correzione dell’azionario Usa potrebbe essere un’opportunità di acquisto. Serve cautela sull’Europa per il rischio debito e la debolezza delle banche nella periferia dell’Eurozona. Negli Stati Uniti, gli steroidi di politica fiscale forniscono ancora un buon supporto per la crescita, gli utili e le azioni e un’ulteriore correzione significativa potrebbe… Continua »


USA vs. Cina: molto di più di un conflitto commerciale

Raiffeisen Capital Management -

Le obbligazioni, le valute e i mercati azionari nella maggior parte dei paesi emergenti si sono stabilizzati o leggermente ripresi a settembre. La situazione rimane comunque fondamentalmente tesa. Un dollaro forte, rendimenti USA in aumento, il profilarsi di un lungo conflitto tra gli USA e la Cina e una riduzione… Continua »


Possiamo chiamarla correzione?

David Norris -

La volatilità delle ultime due settimane ha certamente tenuto gli investitori del reddito fisso ancorati alle loro sedie, con i commenti del presidente della Federal Reserve Jerome Powell che suggeriscono come la politica monetaria statunitense non sia stata ” nemmeno lontamente neutrale”, causando così onde d’urto nei tassi globali, nei… Continua »


Il mercato potrebbe presto cambiare idea sulle intenzioni di politica monetaria della BCE

-

La positiva dinamica di crescita innescatasi nell’Eurozona dall’estate del 2016 ha frenato bruscamente nella prima parte del 2018. Alla fine del 2017, infatti, lo ‘shock’ di un economia dell’Eurozona che cresceva di più e più a lungo di quanto ci si attendesse ha portato ad un’aspettativa irrealistica: ossia che questo… Continua »


Nel 2019 puntare su strategie a capitale protetto e hedge funds

Michaël Lok, Norman Villamin, Patrice Gautry -

Storicamente, il mese di ottobre ha visto alcuni dei cali più drammatici nel mercato azionario statunitense e globale. Alla luce di ciò, non sorprende che il calo del 5% circa delle azioni globali nel corso del mese fino ad oggi abbia suscitato notevoli preoccupazioni tra gli investitori. La tendenza di… Continua »


Possibili scenari in vista della revisione del rating italiano di Moody’s ed S&P

Alfonso Maglio -

Il mese di ottobre continua ad essere molto importante per le sorti del debito pubblico italiano. Dopo la presentazione del DEF in Commissione Europea che prospetta un deficit/PIL triennale il quale seppure decrescente è di gran lunga al di sopra delle attese, è arrivata l’attesa bocciatura europea. La successiva rivalutazione… Continua »


Caduta a picco?

Olivier De Berranger -

E’ stato difficile trovare qualche semaforo verde sugli schermi nel fine settimana! La scorsa settimana abbiamo assistito su tutti i mercati azionari a uno storno repentino e generalizzato che ha portato la maggior parte delle performance annuali degli indici, ad eccezione degli Stati Uniti, in territorio negativo. Cosa ha scatenato… Continua »


In arrivo nuova volatilità, puntare sul lungo periodo

Gilles Guibout -

La guerra commerciale e il deficit italiano sono stati al centro dell’attenzione a settembre. Alle tensioni commerciali, che ancora una volta hanno tenuto impegnati i mercati a inizio mese, è subentrato il deficit italiano con la pubblicazione, due giorni prima della fine di settembre, di un obiettivo di deficit al… Continua »