Il Canada come l’Australia. L’Online News Act impone alle piattaforme di pagare le fonti delle news

-

Meta nei guai con Facebook e Instagram in Canada — 

L’Online News Act, o Bill C-18, è una legge appena approvata in Canada, che impone alle società tecnologiche di pagare le tariffe richieste dai media nazionali per i contenuti giornalistici: sono news, commenti, dati e tante altre informazioni. Finora il Far West del web non aveva regole che proteggessero i diritti d’autore di giornalisti e reporters.

Canada e Australia

La decisione canadese segue una legge simile approvata lo scorso anno in Australia, che impone alle piattaforme digitali come Facebook e Google di pagare i media nazionali quando si collegano ai loro contenuti nella ricerca o nei feed. Nel giro di una settimana, Meta ha ceduto e ha raggiunto un accordo con il governo australiano, tramite emendamenti alla legge che consentivano alle società tecnologiche due mesi di tempo per negoziare con i media.

Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Meta Platforms Inc., ha annunciato che intanto avrebbe bloccato l’accesso alle notizie su Facebook e Instagram in Canada, anche se Meta sta conducendo da diverse settimane alcuni test sui prodotti per “valutare la disponibilità delle notizie in Canada” a seguito della decisione del Parlamento.

“Abbiamo ripetutamente condiviso che, al fine di rispettare il disegno di legge C-18, approvato oggi in Parlamento, i contenuti delle testate giornalistiche, inclusi gli editori e le emittenti di notizie, non saranno più disponibili per le persone che accedono alle nostre piattaforme in Canada”, un esponente di Facebook ha detto in una dichiarazione giovedì.

Gli Stati Uniti

All’inizio di questo mese, i legislatori della California hanno avanzato un disegno di legge bipartisan che richiederebbe alle piattaforme digitali di pagare i notiziari per i contenuti che ospitano, il primo stato degli Stati Uniti a prendere in considerazione una proposta del genere. Se la legislazione venisse approvata dal Senato dello Stato e convertita in legge, richiederebbe alle piattaforme online con almeno 50 milioni di utenti statunitensi attivi mensilmente, un miliardo di utenti attivi in tutto il mondo o vendite nette annuali statunitensi o capitalizzazione di mercato superiore a $ 550 miliardi di pagare i media per ospitare i loro contenuti. Meta ha affermato che rimuoverà le notizie da Facebook e Instagram se la legge venisse approvata in California, in modo simile alla sua attuale strategia in Canada.