Covivio ha emesso il suo secondo Green Bond per € 500 milioni, con scadenza nel 2031 e una cedola dell’1,125%

-

Il successo della transazione premia l’ambiziosa strategia ESG di Covivio in tutte le sue attività in Europa.

Il Gruppo ha recentemente ottenuto il miglior rating extra-finanziario A1 + da Vigeo-Eiris ed è posizionato come leader nel suo settore. I proventi derivanti dalla nuova emissione saranno utilizzati per finanziare o rifinanziare più di 190.000 m² di uffici in fase di sviluppo a Parigi, Lione e Milano che includono quattro progetti, tra cui due riqualificazioni: Jean Goujon a Parigi 8 ° (8.460 m²), IRO a Chatillon (25.600 m²), Silex² a Lione (30.900 m²) e The Sign a Milano (26.200 m²). Questi progetti sono già pre-locati al 64% in media e beneficiano di certificazioni di elevato standing: HQE (minimo “Molto buono”), BREEAM (minimo “Ottimo”) o LEED (minimo “Oro”).

Nel 2016 Covivio aveva già emesso con successo un primo Green Bond dell’ammontare di € 500 milioni, utilizzato per finanziare lo sviluppo di 185.000 m² di uffici “green” in Francia, oggi completati e locati interamente.

Covivio persegue allo stesso tempo la sua strategia di diversificazione delle fonti di finanziamento, riduzione del costo ed estensione della durata del proprio debito.

Verrà presentata domanda per l’ammissione delle obbligazioni alla negoziazione su Euronext Paris previa approvazione del prospetto da parte dell’Autorité des Marchés Financiers. Il regolamento e l’ammissione alla negoziazione su Euronext Paris dei Titoli dovrebbero avvenire il 17 settembre 2019.