Vincenzo Zucchi

-

Continua il processo di ristrutturazione

Facendo seguito al comunicato datato 21 ottobre 2015, la Vincenzo Zucchi S.p.A. (la “Società”) comunica che nell’odierna udienza, alla presenza dei propri legali dello studio Gianni Origoni Grippo Cappelli & Parners, affiancati dal Prof. Galeazzo Montella e dal Dr. Nicola Tarantino (Studio Tarantino-Cremona-Monarca), il Tribunale di Busto Arsizio si è riservato sulla revoca dell’ammissione alla procedura ex art. 160, comma 6, Legge Fallimentare.
Appare verosimile che detta revoca sarà pronunziata dal Tribunale di Busto Arsizio entro breve tempo.

La Società si è quindi impegnata a presentare, quanto prima, un nuovo accordo di ristrutturazione del debito ex articolo 182-bis della Legge Fallimentare, da realizzarsi nell’ambito dell’operazione di investimento da parte di Astrance Capital SaS, sulla base della comunicazione ricevuta in data odierna dalle principali banche finanziatrici (Unicredit S.p.A., Intesa Sanpaolo S.p.A., Banca Popolare di Milano Sc. e Banca Popolare di Bergamo S.p.A.), per il tramite del loro advisor legale Latham & Watkins, le quali hanno confermato, ciascuna per la quota di propria competenza, che sottoporranno la suddetta proposta di accordo per le deliberazioni ai rispettivi organi competenti.

Sarà cura della Società tenere costantemente informato il mercato in merito agli sviluppi di quanto precede.

 


Il contenuto di questo testo (come di tutta la sezione “Sala stampa”) non impegna la redazione de Lamiafinanza: la responsabilità dei comunicati stampa e delle informazioni in essi contenute è esclusivamente delle aziende, enti e associazioni che li firmano e che sono chiaramente indicati nel titolo del testo.