Le querce da sughero, bellezza preziosa

-

Quegli alberi dalla chioma ampia, con parte del tronco scarnificato che assume il colore del sangue, sono una delle tante bellezze della Gallura, in Sardegna. Le querce hanno anche fatto la fortuna di uno dei distretti italiani più specializzati, quello del sughero. Tra Tempio Pausania, la splendida Aggius, con i suoi graniti a caratterizzare il paesaggio, e Calangianus per anni ha prosperato la produzione di sughero di altissima qualità, rinomato in tutto il mondo soprattutto per le aziende vinicole. Le più rinomate spesso per le loro eccellenze si fidavano soltanto dei tappi fatti in Sardegna.

Dal vino al design

Adesso la tecnologia e lo studio di nuovi materiali hanno fatto rallentare la produzione di tappi, ma l’incredibile versatilità del sughero e la qualità di quello sardo ispirano altri progetti.  Le piccole e medie imprese del distretto gallurese forniscono i due terzi della produzione nazionale e lavorano con destinazioni d’uso anche molto diverse tra loro. C’è  l’uso della tradizione artigiana, che ne ha fatto bicchieri, contenitori, ma soprattutto i vassoi su cui presentare gli arrosti profumati con il mirto. In particolare, però, il potere isolante del sughero lo rende perfetto per la realizzazione di pannelli fonoassorbenti da impiegare nell’edilizia, o di solette per le calzature.

 

 

Una naturale propensione al benessere

Matteo Congiu, designer sardo che si è formato all’Istituto di design di Cagliari conosce bene le qualità del sughero. Sa che il suo uso secolare per mantenere inalterato il vino dipende dalle sue caratteristiche antibatteriche e isolanti. Il suo uso moderno si deve al fatto che è anche antistatico e antimagnetico. Ed è bello, la sua trama richiama subito il contatto con la Terra. Il sughero sembra fatto per cullare. Così Congiu lo ha plasmato per realizzare il letto ideale, che Design Italy ha voluto inserire nella sua offerta di eccellenze per l’arredamento.  “Bisu”, cioè “sogno” in sardo, non è soltanto un raffinato oggetto di design o un mobile prodotto con materiale di alta qualità, è un investimento per la nostra salute.  “Se non riposiamo bene non possiamo vivere bene – dice Congiu della sua creazione –  Una struttura in sughero consente di avere intorno una sorta di aura protettiva, che elimina tutti gli agenti esterni negativi”.