Dalle auto elettriche a The Big Bang Theory: ecco come la cultura pop ha riscoperto e celebra Nikola Tesla, “il genio dimenticato”

-

Un personaggio controverso, un genio che ha cambiato radicalmente la storia della scienza e della tecnologia: era questo Nikola Tesla, protagonista a Milano con la Nikola Tesla Exhibition, la mostra museo interattiva organizzata da Venice Exhibition in collaborazione con il Nikola Tesla Museum di Belgrado ed ospitata presso lo Spazio Ventura XV a Lambrate. La mostra, che resterà aperta fino al 15 marzo 2020, ha accolto fino ad oggi 75.000 mila visitatori – registrando durante le festività flussi oltre le aspettative – e oltre 1.100 scuole hanno prenotato il tour guidato. Il 90% dei visitatori ha ammesso di ignorare gran parte delle invenzioni di Tesla: uno scienziato visionario che con le sue idee ha precorso i tempi, permettendo di aprire strade infinite verso le innovazioni e le modernità del Ventunesimo secolo.

Nonostante le sue opere e la sua stessa figura siano state oscurate per lungo tempo anche dai libri di storia, in occasione dell’anniversario della sua morte – avvenuta il 7 gennaio 1943 nella camera 3327 dell’hotel New Yorker di New York dove lo scienziato viveva in solitudine e povertà – la Nikola Tesla Exhibition ha raccolto alcuni esempi che mostrano come Tesla sia stato in questi anni omaggiato anche nella cultura di massa: dalle auto elettriche che portano il suo nome e ricordano gli studi avanguardistici dello scienziato in campo elettrico, alle citazioni nelle serie televisive più amate al mondo che raccontano la guerra delle correnti con Thomas Edison.

Tesla, i motori elettrici e le energie rinnovabili

Impossibile non pensare alle auto elettriche della Tesla: il nome dell’azienda guidata dal CEO Elon Musk fa riferimento proprio allo scienziato serbo. Nikola Tesla infatti con le sue invenzioni ha rivoluzionato l’ambito dell’energia ed è stato il primo inventore dei motori elettrici; già a fine Ottocento inoltre ha indicato i problemi relativi al consumo dell’energia cominciando a proporre l’utilizzo delle fonti rinnovabili.

L’unità di misura Tesla

Tesla è divenuto anche un’unità di misura, il tesla, che viene utilizzata per misurare l’induzione magnetica, ossia la densità del flusso magnetico. Il nome dell’unità di misura venne dato a Parigi nel 1960, nel corso della Conférence Générale des Poids et Mesures (CGPM), proprio in onore dell’inventore per valorizzare i suoi importanti contributi nel campo dell’elettromagnetismo.

The Big Bang Theory: Sheldon Cooper e la guerra delle correnti tra Tesla ed Edison

The Big Bang Theory, la sitcom statunitense di fama mondiale  che racconta le vicende quotidiane di un gruppo di giovani scienziati, dedica l’ottavo episodio dell’undicesima stagione, dal titolo Tesla contro Tesla (The Tesla Recoil), proprio all’inventore serbo: in questo caso sono chiari i riferimenti alla rivalità tra Nikola Tesla e Thomas Edison, che viene descritta come la “più grande faida scientifica di tutti i tempi”.

Tesla lavorò nell’azienda di Edison, con la promessa di ricevere un premio di 50mila dollari per apportare miglioramenti sui generatori di corrente continua. Tuttavia, quando riuscì a trovare una soluzione, gli venne detto che si trattava di uno scherzo: Tesla abbandonò la Edison Machine Work e i due scienziati cominciarono a scontrarsi nella cosidetta “guerra delle correnti” che vedeva da un lato la corrente alternata promossa da Tesla, dall’altro la corrente continua su cui Edison basava i suoi lavori. Lo scontro ebbe fine con l’Esposizione Mondiale di Chicago, nel 1893: Tesla, in collaborazione con l’industriale George Westinghouse, riuscì ad illuminare la città con un sistema di illuminazione a corrente alternata, riscontrando un enorme successo e ottenendo di utilizzare il suo sistema polifase nella costruzione della centrale idroelettrica delle Cascate del Niagara.

In Doctor House “Tesla è stato derubato”

Anche la serie Dr. House – Medical Division ha reso omaggio all’inventore: in una scena dell’episodio “Una donna vera”  alle spalle del protagonista è presente una lavagna con sopra la scritta “Tesla was robbed!” (“Tesla è stato derubato!”). Un chiaro riferimento ai numerosi meriti scientifici che non sono stati riconosciuti a Tesla, che è morto da solo e in povertà ed è stato truffato da numerosi personaggi. Oltre al caso di Edison c’è infatti anche la questione relativa all’invenzione della radio: nonostante venga generalmente attribuita all’italiano Guglielmo Marconi, è un fatto incontrovertibile e sentenziato che per tutto il territorio degli USA il vero inventore della radio è lo scienziato serbo Nikola Tesla.

The Prestige: nel film di Nolan, Tesla è inventore e uomo

Nel film The Prestige diretto da Christopher Nolan a vestire i panni di Nikola Tesla è David Bowie: l’incontro tra lo scienziato e il co-protagonista, l’illusionista Robert Angier (interpretato da Hugh Jackman) è occasione per ricordare gli studi sulla corrente alternata di Tesla, della sua rivalità con Edison ma anche di presentare l’uomo dietro il genio. Un uomo con idee e ideali che in alcuni casi si sono trasformati in ossessioni.

“Chi non ha saputo cogliere il grande potenziale di Tesla e capire le sue scoperte lo ha etichettate come uno ‘scienziato pazzo’. È stato invece un genio derubato e dimenticato e oggi con questa mostra vogliamo rendergli onore”, conclude Mauro Rigoni, Amministratore unico di Venice Exhibition.