La nuova App di Widiba – più ricca e più semplice

-

Widiba rinnova la sua app. Nella forma e anche nei contenuti, in linea con un servizio sempre più articolato e fruibile ai clienti finali. Il binomio chiave è questo: incrementare il pacchetto di informazioni e di funzioni a disposizione del cliente finale senza per questo renderne più complessa accessibilità e fruibilità.

Come funziona

Un esempio ne è la suddivisione iniziale in sezioni, laddove ognuna è relativa a un servizio ad hoc: Conti, Carte, Buca, Per Te, Menù, Patrimonio. In linea generale, alla nuova app di Widiba possono accedere: clienti Widiba, clienti Rondine e delegati (puro e misto). Tornando alle differenti sezioni, nel complesso, seguono tutte lo stesso paradigma di organizzazione offrendo in maniera rapida ed intuitiva ad ogni tocco sullo schermo un ventaglio di opzioni relative alla sezione selezionata.

Le sezioni

Quindi dalla sezione Conti si accede a tutti i conti intestati con relativi saldi e lista movimenti insieme alla possibilità di effettuare una nuova operazione. Con la stessa logica, dalla sezione Carte si accede a tutte le carte intestate a proprio nome, con la possibilità di agganciarsi a servizi aggiuntivi quali Apple Pay e Google Pay, mentre la sezione Cerca rappresenta una sorta di motore di ricerca interno che agevola l’accesso a tutte le informazioni come fosse una funzione di ricerca veloce. E da un’icona visibile in alto a desta è possibile accedere a promo e aggiornamenti profilati in base alle esigenze del cliente. Infine la sezione Menu è una sorta di collegamento a tutte le altre funzioni (notifiche, password e modalità di personalizzazione dell’App).

La personalizzazione

Ampio il ventaglio di opzioni che possono essere selezionate al momento della personalizzazione: dai colori, allo sfondo, al tema fino alla lingua. Infine, dalla sezione Patrimonio c’è la possibilità di accedere a tutte le linee libere e vincolate nonché all’insieme degli strumenti finanziari (fondi pensione, polizze etc etc) attraverso il ricorso a card liquidità e card strumenti finanziari. Da segnalare anche una dose in più in termini di margine di manovra e connettività: nella fattispecie dall’App è possibile accedere anche a conti detenuti presso banche terze, grazie al servizio di aggregazione conti “Io conto”.