Bitcoin e azioni? Roba da Millennials

-

Globalmente, oltre il 33% dei clienti eToro hanno meno di 35 anni. Negli ultimi due anni, gli utenti compresi nella fascia di età 18-35 sono divenuti la categoria che, all’interno della piattaforma di investimenti multi-asset, investono maggiormente in azioni e criptovalute (rispettivamente il 55% e il 62%). Entrambi gli asset hanno dato prova di essere elementi efficaci per suscitare nelle persone interesse per il trading – settore, quello degli investimenti, per il quale la mancanza di appeal è stata una criticità negli ultimi anni.

L’obiettivo di eToro è quello di rendere il mondo degli investimenti più accessibile a tutti, cercando di dissipare quella cortina di fumo che spesso aleggia attorno al trading e di mettere le persone nelle condizioni di poter investire nelle aziende che amano, o verso le quali hanno un interesse. Il boom delle criptovalute durante il biennio 2017/2018 fece avvicinare molte persone al mondo degli investimenti, producendo una nuova generazione di investitori.

eToro ritiene che i Millennials interessati ad entrare nel mondo del trading debbano fronteggiare tre tipi di barriere all’ingresso: costi, accesso agli asset, difficoltà di utilizzo delle piattaforme. eToro ha rimosso le commissioni sul trading di azioni, mossa che rende la piattaforma, in UK, dieci volte più economica rispetto ad altre app o ai brokers tradizionali (secondo una ricerca indipendente condotta dal Financial Times e Sifted). eToro è anche l’unica piattaforma regolamentata che consente di investire su diversi asset, tra i quali criptovalute, forex e azioni. Infine, i clienti eToro sono del parere che, proprio la semplicità di utilizzo, sia uno dei valori aggiunti della piattaforma.

eToro è stata pioniera del social trading che consente, similmente ai social media, di interagire con altri utenti in maniera pubblica attraverso i feed. Ma eToro è andata oltre, portando ad un livello superiore questo concetto, grazie all’introduzione del CopyTrading: strumento che consente agli utenti di replicare le mosse e le strategie dei trader più esperti, gratuitamente. In definitiva, per mettere i Millennials nelle condizioni di investire, è necessario rendere il trading comodo e accessibile: due aspetti cardine della filosofia di eToro.

I numeri

La Francia ha l’utenza più giovane, con il 42.2% di under 35 iscritti alla piattaforma, seguono le Filippine con il 40.3%, Singapore con il 34.7% e Spagna con il 31.1%. L’Italia è al 6° posto, con il 27.9%.