Relatech mette a disposizione la soluzione verticale ReFab4.0 per avviare il processo di digitalizzazione e potenziare l’offerta R.E.T.E. di Eles

-

ELES S.p.A., PMI innovativa quotata su AIM Italia e fornitore mondiale di soluzioni di test per semiconduttori (circuiti integrati IC) con applicazioni Automotive e Mission Critical e Relatech S.p.A., Digital EnablerSolution Knowledge (D.E.S.K.) Company e PMI innovativa quotata sul mercatoAIM Italia e presente sul mercato con soluzioni innovative dedicate alla digital innovation delle imprese, comunicano di aver formalizzato un accordo volto a sostenere le esigenze di Eles relativamente alla digitalizzazione del proprio business model, con l’obbiettivo strategico di automatizzare sempre di più il processo di servitization con il quale Eles vende soluzioni innovative, consegnando ai propri clienti risultati distintivi e garantiti.

Tutto ciò sarà possibile grazie al supporto delle soluzioni innovative offerte da Relatech, che vedono nelle tecnologie di frontiera Digital Enabler, quali Intelligenza artificiale, Internet Of Things, Realtà Aumentata e Virtuale, Mobile e Cloud, gli elementi abilitanti e imprescindibili per permettere alleimprese di realizzare con successo le applicazioni e i progetti di servitizzazione.

In questa direzione Eles ha saputo rispondere in maniera attiva al fortecambiamento che il mondo e il mercato stanno attraversando (Industry 4.0), vedendo in Relatech il partner digitale ideale per soddisfare la propria esigenza di ulteriore digitalizzazione dei propri asset aziendali al fine di rafforzare la sua leadership tecnologica.

Consapevoli delle enormi potenzialità delle moderne tecnologie di frontiera e spinti dai comuni investimenti nel mondo della tecnologia, si dà inizio, oggi, alla collaborazione tra Eles S.p.A. e Relatech S.p.A., due realtà aziendali italiane, quotate sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana.

ELES S.p.A., azienda italiana nata nel 1988 è leader grazie alla proposizione di un innovativo processo di test che si fonda su R.E.T.E. (Reliability Embedded Test Engineering), che permette di processare in modo competitivo i dispositivi a semiconduttore e di supportare il costante miglioramento delle performance affidabilistiche degli stessi.

La collaborazione tra le due società consentirà ad ELES di potenziare la propria offerta R.E.T.E. attraverso algoritmi di Machine Learning, unitamenteall’impiego di tecniche e dispositivi di Realtà Aumentata e Virtuale integrate nelle soluzioni offerte ai clienti, sarà possibile il monitoraggio in tempo reale dei parametri di funzionamento dei sistemi produttivi, velocizzando ulteriormente la Roadmap verso l’obiettivo “Zero Defects”.

Sarà, altresì, possibile, l’automazione di diagnostica dei sistemi in real time al finedi monitorare in modo costante la perfetta funzionalità degli stessi e di ogni loro componente o prestazione, unico modo per garantire l’efficacia della catena di test che opererà sempre in “stato gold”. La collaborazione favorirà il potenziamento dell’offerta RETE B o LEARN FROM FAILURES, la soluzione Eles per ottenere design robusti e processi stabili al fine di garantire zero difetti con la resa più alta e competitiva.

Antonio Zaffarami e Francesca Zaffarami, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Eles, dichiarano: “La servitizzazione è la “best practice” che indica come innovare il modello di business, in modo che l’aziendapossa portare in campo innovazione continua al minimo rischio e con risultati proposti garantiti. Per noi, Servitization ha significato ripensare il nostro business ed individuare nicchie di miglioramento o nuovi servizi ad alto valore aggiunto al fine di dare al cliente la massima soddisfazione possibile in termini di risultati. A tal proposito, la collaborazione con RELATECH è un passo molto importante che ci permetterà di automatizzare completamente i processi chiave del business model e la interazione con gli strumenti per portare in campo gli obiettivi diinnovazione che sono il pilastro fondamentale della nostra Vision e Mission, inmodo facile ed a bassissimo rischio. La nostra soluzione RETE sarà così semprepiù potente ed efficace per rendere più competitivi i nostri Clienti. Questa collaborazione rappresenta un’occasione per rendere sinergiche due diverse leadership tecnologiche e produrre risultati sicuramente innovativi nel nostro core business. Ci auguriamo che, dopo questa prima fase, la collaborazione con Relatech potrà essere estesa anche al settore del testing”.

Relatech, in qualità di player digitale, si avvarrà della propria soluzione ReFab4.0, verticalizzazione della piattaforma digitale e cloud-based RePlatform dedicata al mondo dell’Industria 4.0, attraverso la quale svilupperà una soluzione digitale dedicata in grado di rispondere alle reali e specifiche esigenze di Eles. Il concept della soluzione che verrà realizzata nelcorso del progetto, sfrutterà in modo ottimale i vantaggi e gli enhancement di tutte le più moderne tecnologie disponibili, grazie all’approccio basato sull’Open Innovation, parte integrante del modello di business di Relatech.

Pasquale Lambardi e Silvio Cosoleto, rispettivamente Presidente e Sales and Operations Manager di Relatech, commentano: “In un contesto così sfidante siamo orgogliosi di poter collaborare con un’eccellenza tecnologica tutta italiana ma di caratura mondiale come ELES divenendo il partner tecnologico di riferimento per i Digital Enabler. L’unione dell’ingegno italiano all’abilità di utilizzare le tecnologie di frontiera Digital Enabler al servizio del business rappresenta una leva strategica di crescita ed è qui che l’innovazione gioca unruolo chiave per aiutare il Made in Italy a mantenere il proprio vantaggiocompetitivo puntando all’eccellenza. Siamo altresì certi di poter dare un contributo importante nel supportare ELES nel percorso di evoluzione del business e di rispondere ad un’esigenza che sposa il nostro business model che si fonda sul modello di Open Innovation e sullo sviluppo di soluzioni verticali customizzate che si basano sulla nostra piattaforma. Certi di iniziare una florida collaborazione, ci auguriamo di poterla ampliare anche ad altre sfide”.