21 Invest sigla un accordo con Wise Equity

-

21 Invest, gruppo di investimento europeo fondato e guidato da Alessandro Benetton con sedi in Italia, Francia e Polonia, annuncia di aver firmato un accordo vincolante per rilevare una quota del capitale di Trime, gruppo con sede a Cassinetta di Lugagnano (MI), leader europeo e uno dei principali player mondiali nello sviluppo e produzione di torri faro per l’illuminazione di cantieri infrastrutturali, miniere e live events.

Trime, guidata dal Presidente Andrea Fontanella e dall’amministratore delegato Paolo Tacconi, è una realtà industriale fortemente innovativa, da sempre focalizzata sullo sviluppo di torri faro ad alto contenuto tecnologico con una naturale vocazione ai mercati internazionali. La società conta circa 200 dipendenti e nel 2022 punta a raggiungere circa 90 milioni di euro di fatturato consolidato. Ad oggi quasi il 40% del fatturato è generato da soluzioni alimentate da energie rinnovabili (ibride, elettriche e solari) e oltre il 90% si sviluppa all’estero, in particolare nei Paesi in cui Trime è presente con una filiale diretta, quali il Regno Unito, l’Olanda e gli Stati Uniti e raggiungendo clienti in più di 30 Paesi nel mondo. A partire dal 2017 Trime ha affiancato al core business delle torri faro quello dei generatori mobili mediante il marchio Tekno Proget, sfruttando il proprio know-how “green” sul mercato dei generatori specializzati su applicazioni di nicchia.

Il mercato delle torri faro è previsto in grande espansione grazie alla sempre maggiore attenzione alla sicurezza dei lavoratori nei cantieri, che viene migliorata grazie all’illuminazione, e al trend di sostituzione delle tradizionali torri faro alimentate a diesel con quelle “green” che, oltre a ridurre le emissioni di CO2 e l’inquinamento sonoro, risultano più efficienti.

La produzione ha luogo in Italia in quattro siti produttivi dotati delle migliori tecnologie. La società ha sviluppato un modello operativo estremamente efficiente che consente di garantire alla clientela un servizio di alto livello, con standard di qualità improntati all’eccellenza, unito ad un elevato livello di personalizzazione del prodotto, anche grazie alla flessibilità ottenuta dall’internalizzazione di alcune fasi dei processi produttivi.

21 Invest integrerà le proprie competenze ed il proprio approccio strategico, sviluppato in 30 anni di attività, affiancandosi alla tradizione imprenditoriale del fondatore e del management team, per consentire a Trime di affermare la propria leadership, continuando ad investire in tecnologia e innovazione.

L’ambiziosa strategia di crescita futura di lungo termine prevede un incremento significativo del volume d’affari grazie all’espansione internazionale, in particolare nel mercato americano e in quello australiano, e sarà volta alla creazione del leader del settore a livello mondale.

L’attuale management team continuerà a guidare lo sviluppo della società con il Presidente Andrea Fontanella e l’amministratore delegato Paolo Tacconi.

Alessandro Benetton, Presidente e Fondatore di 21 Invest, afferma: «Siamo lieti di poter affiancare Trime nel suo percorso di sviluppo. Accompagnare un imprenditore, un management ed una realtà che negli anni hanno dimostrato un elevato potenziale è alla base della nostra strategia di investimento. Così facendo, dimostriamo di voler continuare a sostenere l’eccellenza italiana investendo in realtà altamente innovative e attente alla sostenibilità sia ambientale che sociale. Credo fermamente che la sinergia tra il DNA di Trime e l’approccio industriale di 21 Invest consentirà alla Società di rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento di leadership nel settore, perseguendo ambiziose strategia di crescita tanto organica quanto per linee esterne.»

Andrea Fontanella, Presidente di Trime, afferma: «La collaborazione con 21 Invest ci consentirà di continuare nell’arricchimento dell’offerta commerciale con prodotti nuovi ed innovativi. La nostra attenzione rimane puntata all’efficienza energetica dei nostri prodotti e alla sicurezza degli operatori che li utilizzano. Le relazioni con i nostri clienti sono incentrate alla collaborazione e allo sviluppo di prodotti e soluzioni che li possano aiutare nello svolgimento delle loro attività.»

Paolo Tacconi, amministratore delegato di Trime, dichiara: «Questo accordo ci permette di pianificare la nostra crescita di lungo periodo e supportare tutti gli investimenti necessari all’esecuzione del progetto di sviluppo di Trime. Inoltre, ci permetterà di rinnovare l’azione di rafforzamento organizzativo e produttivo del gruppo ed il raggiungimento dei nostri obbiettivi, inclusi i nostri piani ESG».